SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Il Centrodestra a Senigallia perde i voti ma non la spocchia!”

La Città Futura risponde agli attacchi sulla tenuta della maggioranza in Consiglio

1.698 Letture
commenti
Comune di Ostra Vetere
I componenti della lista La Città Futura

Domenica e lunedi si è votato per il governo del Paese e non della città di Senigallia. Mentre l’Italia è al momento ingovernabile, Senigallia ha una maggioranza forte e coesa, oggi più che mai. Una maggioranza che sta amministrando nonostante le ricadute di politiche scellerate dei governi degli ultimi anni.

La divergenza di dati tra le elezioni politiche e quelle regionali che si sono svolte lo stesso giorno evidenziano la differenza tra il voto amministrativo e quello politico. Mischiare i risultati di due elezioni differenti è un giochino da vecchia politica, proprio quella che i cittadini hanno demolito con le elezioni appena concluse.

I dati parlano chiaro il PDL a Senigallia ha perso più della metà dei voti ed è allo sbando con metà dei consiglieri in fuga verso un ipotetico centro. Passa da 8707 voti (31,08 % ) del 2008 a 3918 voti (14,02%) del 2013, questo è il leggero calo rilevato da un consigliere del PDL!!

Evidentemente qualcuno ha problemi con la matematica oltre che con la geografia politica del Consiglio Comunale.

La Città Futura non tiene sotto scacco nessuno, ma siamo convinti sostenitori del programma di maggioranza che abbiamo contribuito ad elaborare e che l’amministrazione sta realizzando grazie all’apporto unitario di tutte le sue componenti.

Tornando alle elezioni nazionali il PD pur cedendo voti resta il primo partito a Senigallia e guida la coalizione di Centro Sinistra maggioritaria al Senato e alla Camera. Sel recupera a Senigallia e in Italia tutti i voti de “la Sinistra Arcobaleno”, riportando la Sinistra in Parlamento. Ma non ci riteniamo per questo soddisfatti, perché le aspettative andavano ben oltre questi risultati.

L’unico vincitore di queste elezioni è stato il Movimento 5 Stelle in Italia come a Senigallia. Riteniamo indispensabile che il movimento “La Città Futura”si confronti con il M5S iniziando da quelle tematiche condivise e recepite nel nostro programma di governo come ad esempio l’anagrafe degli eletti e dei nominati e la trasparenza dell’attività consigliare, che intendiamo realizzare con Open – Municipio, definito uno sperpero del denaro pubblico dai consiglieri di Centrodestra.

Commenti
Ci sono 2 commenti
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-02-28 14:20:55
La matematica infatti non è una opinione signori e i dati sono impietosi ad una lettura onesta e schietta, non lo sono quando invece si fa demagogia e quando si è in malafede.
Ma parliamo di dati...

Ucchielli dice: "Abbiamo vinto, perché abbiamo più parlamentari di prima".
Orbene, il personaggio in questione è "nientepopòdimenoche" il segretario regionale del PD delle Marche. Nelle Marche i voti del PD sono calati del 47,2% alla Camera e del 36,6% al Senato e la coalizione del CS è stata STRACCIATA dal M5S.
Quando si dice che l'importante sono LE POLTRONE!

Ma i dati non finiscono qui...

Nelle Marche il Movimento Cinque Stelle è il PRIMO PARTITO sia alla Camera che al Senato, ecco i voti persi dal PD rispetto al 2008, in totale e nelle province, al Senato e alla Camera. Tra parentesi, le percentuali del 2008 e di oggi.

SENATO
Totale Marche: persi 121.169 voti (dal 41,94% al 29,97)
PU: persi 31.531 voti (dal 43,62% al 32,06)
AN: persi 38.033 voti (dal 45,62% al 32,62)
MC: persi 23.198 voti (dal 38,18% al 29,69)
FM: persi 13.458 voti (dal 38,93% al 27,45)
AP: persi 15.469 voti (dal 38,6% al 27,1)

CAMERA
Totale Marche: persi 148.095 voti (dal 41,43% al 27,69)
PU: persi 37.342 voti (dal 42,98% al 29,93)
AN: persi 46.763 voti (dal 45,31% al 30,14)
MC: persi 28.491 (dal 38,32% al 24,93)
FM: persi 16.122 voti (dal 38,4% al 25,46)
AP: persi 19.377 voti (dal 38,32% al 29,83)

Morale della favola, prima di guardare la pagliuzza negli occhi degli altri, guardatevi la trave nei vostri!

Ed inoltre...dei tre partitini del simbolino solo Sel ha una rappresentanza (minima e alla prossima tornata spariranno) nazinale, degli altri due se ne ha traccia solo a Senigallia...e sono ormai tutti prossimi a sedersi sulle panchine del parco a leggere i giornali e a dar da mangiare ai piccioni.

Per quanto riguarda il PDL, il giaguaro non è stato smacchiato, e pur perdendo voti ha fatto fare l'ennesima figura barbina e ridicola a Bersani e PD tutto.
E ora, pur di galleggiare, provate a buttarvi con M5S, ma come al solito avete capito ben poco dell'evolversi della situazione italiana. Auguri e buon prosieguo per gli ultimi due anni rimasti...
Rocco 2013-02-28 20:37:30
Ma tanto alle prossime comunali vanno tutti a fare una bella passeggiata, forse e la volta buona che il sindaco trova il tempo per ridarsi una ricomposta ,visto l'incuria della sua persona data dal troppo lavoro,inoltre mi vergogno di essere rappresentato da uno come quello ma che figura ci facciamo
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura