SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Marcheinfesta.it

Sel Senigallia sull’acqua pubblica: “I soldi incassati dai gestori vanno restituiti”

Consiglio di Stato: Non si possono fare profitti sull'acqua

1.497 Letture
commenti
Acqua pubblica

Il Consiglio di Stato tutela i cittadini italiani: saranno restituite ai cittadini le cifre legate ai maggiori esborsi per le bollette dell’acqua pagati tra il 21 luglio e il 31 dicembre 2011 perché violano l’esito del referendum.

Lo dice il Consiglio di Stato in un parere reso all’Authority per l’energia, giudicando “in contrasto” col referendum il criterio della “adeguatezza della remunerazione dell’investimento” per determinare la tariffa. E’ stato ritenuto che le bollette dell’acqua “non sono coerenti” col quadro normativo uscito dal referendum del 12-13 giugno 2011. L’Authority ora dovrà tenerne conto per la adozione del nuovo sistema.

Una vittoria dei cittadini e dei movimenti per l’acqua pubblica che rafforzerà l’impegno per un chiaro rispetto del referendum. Infatti, “dopo questo importante pronunciamento – afferma in una nota il circolo Sel – riteniamo che i rimborsi non solo siano limitati ai sei mesi del 2011 ma comprendano anche il 2012.

Quindi i soldi indebitamente incassati dai gestori dal 21 luglio 2011 (data di proclamazione della vittoria referendaria) vanno immediatamente restituiti ai consumatori. Riteniamo inoltre che il nuovo regolamento dell’AEG non vada bene perché c’è il chiaro sospetto che si reintroduca sotto mentite spoglie quel 7% abrogato dal referendum”.

In questa direzione – continua Sel Senigallia – va anche la mozione “Acqua bene comune – rispetto dell’esito referendario” che votata da tutta la maggioranza comunale ha impegnato in dicembre 2012 il sindaco Mangialardi a richiedere in sede di Assemblea dei soci di Multiservizi spa e in tutte le sedi competenti che la remunerazione del capitale investito venga esclusa dagli elementi che concorrono alla formulazione della tariffa.

Inoltre la mozione ha richiesto che venga valutata l’opportunità di procedere al rimborso di quanto fino ad oggi impropriamente percepito. La mozione approvata dal Consiglio è stata inviata all’AEG, a Multiservizi spa ed a AATO2.

Azioni amministrative – conclude Sel – che saranno verificate in Consiglio comunale da La Città Futura, forza di garanzia per il rispetto dell’esito referendario”.

Allegati

Per saperne di più

acqua pubblica

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura