SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, Enrico Rimini lascia il comitato cittadino per la bandiera blu

Dimissioni irrevocabili: "dal giugno 2010 mai una convocazione, comitato fantasma"

1.987 Letture
commenti
Enrico Rimini

Il consigliere del gruppo PPE per Senigallia Enrico Rimini annuncia le dimissioni dal comitato comunale “Bandiera Blu d’Europa. E lo fa con una lettera inviata al primo cittadino Maurizio Mangialardi, al presidente del consiglio Enzo Monachesi e alla FEE Italia, l’organismo per la diffusione delle buone pratiche ambientali, attraverso molteplici attività di educazione, formazione e informazione per la sostenibilità.

Dimissioni irrevocabili quelle presentate da Enrico Rimini perché – spiega in una nota stampa – “dalla data di nomina (giugno 2010) ad oggi non ho avuto nessuna comunicazione e nessuna convocazione di incontri in materia. Sono convinto dell’inutilità di un comitato che definisco ‘fantasma’ e della mia presenza all’interno di esso, ma sono anche sicuro che in questo modo non si porti nemmeno rispetto a chi ha speso una vita per portare nella nostra città questo importante riconoscimento“.

Il consigliere senigalliese, nella lettera inviata alle cariche cittadine e alla FEE Italia, si augura infine che questo gesto possa fungere da stimolo per il comitato cittadino, perché si riunisca almeno una volta l’anno “per comunicare almeno il rinnovo del riconoscimento stesso, anche se i compiti prefissati del comitato – tra educazione e gestione ambientale, informazione sulla qualità delle acque, sui servizi e sulla sicurezza – prevedevano anche la verifica dei parametri per l’assegnazione della bandiera blu, cosa mai fatta“.

Commenti
Ci sono 7 commenti
Franco Giannini
Franco Giannini 2013-02-02 18:32:15
Mi sorge il dubbio: vuoi vedere che si tratta di "incarico onorifico", dove se non c'è da guadagnare c'è solo da rimettere??
O. Manni
Paul Manoni 2013-02-02 20:30:04
Rimini per me ha fatto benissimo...Fossi stato al suo posto avrei fatto anche peggio che dimettermi.
Enrico 2013-02-02 20:36:58
Ggentile Signor Giannini, l'incarico in oggetto non è remunerato come tutti gli incarichi che ogni consigliere comunale può ricevere su votazione del consiglio comunale stesso! il propbema è che non si mai riunito in quasi tre anni!
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-02-02 23:36:01
Da sempre sostengo che questi comitati, come tanti altri in Italia, non servono assolutamente a nulla, vengono creati solamente come specchietto per le allodole, servono a qualcuno per andare sui giornali, farsi fotografare sorridendo e fare audiance. Chi è ben informato sa benissimo quali sono i criteri che assegnano la Bandiera Blu ad una città, sono gli stessi delle stelle per gli alberghi, un grandissimo bluff! Proprio ieri a Senigallia è uscita la notizia che nel tratto Senigallia - Falconare le vongole non si possono pescare e mangiare per colpa di un batterio, quindi che Bandiera Blu abbiamo? Ogni anno i politici fanno a gara per assicurarsela, è semplicemente un riconoscimento che non è supportato da vere linee guide, ma serve per il turismo. In questo caso, come possiamo leggere, il Consigliere Rimini denuncia una situazione di "nulla di fatto" in due anni e mezzo, e questa è la prova che tutte queste bandiere, così come i comitati, sono solamente di facciata e non rispecchiano poi la verità della situazione. Bene ha fatto Rimini nell'abbandonare l'incarico visto che in quasi tre anni c'è stato il silenzio assoluto senza neanche mezza riunione o comunicazione. Se avessimo avuto una "partecipata" sicuramente le cose sarebbero andate in maniera diversa visto i soldi che giarano dietro queste partecipate, che altro non sono che delle lobby politiche utili a sistemare gli amici degli amici e i politici trombati, e la sinistra è maestra in Italia delle partecipate! Il gesto di Rimini è sicuramente un gran bello schiaffo a questo sistema partitocratico gestito dalla solita parrocchia, quella di sinistra, con le sue dimissioni ha reso pubblico l'ennesimo disservizio che i cittadini subiscono, Rimini in primis in questo caso, da questa politica ormai arcaica e morta. Una politica irrispettosa totalmente verso il popolo e anche verso i politici stessi, perchè se al Consigliere Enrico Rimini nessuno ha mai detto nulla in questo comitato, è palese che gli è stato mancato anche di rispetto! Chi dobbiamo ringraziare per questa ennesima "chicca" senigalliese?
Alberto Diambra 2013-02-03 10:35:50
Ci credo che non si abbia mai convocato il comitato,altrimenti Senigallia se lo sognerebbe il riconoscimento della bandiera Blù con quel sistema di gestire l'ambiente la sicurezza ed i sevizi!!!Chi reclama e cerca di portare in visione i gravi problemi ambientali e di sicurezza è tacciato dal Sindaco di comportamento intollerabile!! Vedi la problematica mai risolta della zona PEEP MISA ignorando volutamente e con arroganza quanto disposto dal D.P.Regionale 7554
gio 2013-02-03 11:05:25
Nei comitati quando si è dentro ci si sta per proporre soluzioni , idee alternative , che però rimangono sempre solo a livello di proposta
per passare alla fase esecutiva ci sta chi deve dare la approvazione , chi ha in mano le borse della spesa ecc
sicuramente in un comitato occorre lottare e spesso tanto e senza alcun riconoscimento , dato che poi sono tutti maghi della parola
Franco Giannini
Franco Giannini 2013-02-03 11:35:13
@ Enrico : Immaginavo, o meglio sapevo, ma attendevo una conferma. E credo che proprio per questo, come ho detto, non essendoci incentivi, subentra, diciamo così, una certa "umana" disaffezione, dimenticanza, disinteresse. La si chiami come vuole. Comunque ritengo giusta la sua denuncia e la relativa presa di posizione.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura