SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pontifex telefona di nuovo a Fusi Pecci e rilancia le dichiarazioni su Vendola

Il gestore del sito ribatte a Monsignor Orlandoni, che avrebbe smentito senza parlare con il Vescovo emerito

2.829 Letture
17 commenti
Odo Fusi Pecci, Vescovo emerito di Senigallia

Qualche giorno fa, da noi (del sito Pontifex.roma.it n.d.r.) interpellato, il vescovo emerito di Senigallia, Monsignor Odo Fusi Pecci, aveva giudicato la vita privata di Vendola da depravato secondo la dottrina cattolica. La frase, ovviamente, ha suscitato polemiche.

Il vescovo titolare di Senigallia, Mons. Orlandoni, ha diramato un comunicato nel quale si afferma, senza virgolette, che le parole del vescovo Fusi Pecci, da lui interpellato, sono state mal interpretate per la sua sordità. Orlandoni, lo ripetiamo, nel suo comunicato afferma di aver consultato Monsignor Fusi Pecci.

Pontifex, domenica 23 dicembre 2012, alle ore 9:05 del mattino, ha chiamato al telefono Monsignor Fusi Pecci. Ecco il tenore della telefonata.

Buon giorno eccellenza, come va? “Direi bene grazie a Dio”. Risposta cordiale e inusuale rispetto ad un personaggio le cui dichiarazioni sarebbero state travisate dall’interlocutore al quale come minimo avrebbe dovuto buttare giù il telefono.

Eccellenza, da quanto tempo non parla con mons. Orlandoni?
“Ormai da tempo. Di solito ogni quindici venti giorni vado a pranzo con lui, ma è da tempo che non ci parlo”.

Vi siete sentiti due giorni fa per una polemica sul giornale?
“Le ripeto, della polemica non so niente e non ho parlato con Orlandoni, è falso”.

Eccellenza, che cosa pensa di chi vive in unione omosessuale?
“Va contro la natura, la violenta e offende il disegno di Dio, dunque siamo nella depravazione, salvo che non si pentano”.

Dunque anche Vendola lo è?
“Se vive con un uomo e non si converte, secondo la dottrina cattolica, vive da depravato. Ma questo non lo dice Monsignor Fusi Pecci, quanto il Vangelo che nessuno può cambiare”.

Insomma, non ha sentito recentemente Monsignor Orlandoni?
“Io non ho parlato per nulla con lui recentemente e men che meno di questo tema”.

Traete voi le conclusioni. E le tragga sia Senigallia Notizie (posteremo questo articolo nei commenti del loro sito, in attesa di adeguato rilancio) che siti di violenza e di diffamazione, i quali dovranno rettificare: alla luce delle recenti minacce mafiose ricevute, non siamo più disposti a tollerare le menzogne inneggianti all’odio diffuse da certi personaggi.

Bruno Volpe
Pontifex.roma.it

Commenti
Ci sono 17 commenti
Melgaco 2012-12-23 21:41:05
Diciamo che se fossimo in politica chiederemmo le dimissioni di Orlandoni e del suo fin troppo solerte ufficio stampa (che dovrebbe imparare cosa significa fare giornalismo da Bruno Volpe di pontifex.roma.it a cui va, per quello che serve, tutta la mia solidarietà). Onore a Fusi Pecci e abbasso i catto-comunisti, diffusissimi a Senigallia, anche, come vedete, ai vertici della chiesa cittadina (dalla quale, non è un mistero, si invita a votare a sinistra a piè sospinto). Questo per l'aspetto politico della questione. Per l'aspetto umano, invece, Orlandoni si vergogni ancor di più per l'aver dato, neanche troppo velatamente, del "vecchio rincoglionito" a Fusi Pecci che, invece, mi pare lucido eccome. Un vero uomo libero. A differenza di Orlandoni.
Aurelio
mario 2012-12-23 22:02:01
che scatole con questa storia!! sembra una telenovella!
giampiero 2012-12-23 22:33:23
non mi interessa entrare in un dibattito inutile, ma ritengo utile ribadire che chi crede in un essere onnipotente si possa e si debba rivolgere direttamente a lui senza passare attraverso intermediari terreni uguali e forse peggiori rispetto a ciascuno di noi
La Piaga di Velluto 2012-12-23 23:46:09
In effetti Fusi Pecci ha rilasciato nel tempo alcune dozzine di interviste a Pontifex, nelle quali emerge sempre il disprezzo per Vendola, una medievale concezione delle donne, un atavico disprezzo per ebrei e musulmani, e uno scarso interesse per il dialogo interreligioso, oltre a posizioni seicentesche su qualsiasi argomento proposto. Da scettico quale sono trovo le sue opinioni deprecabili, non c'è traccia della vagheggiata carità e misericordia, ma sono convinto che l'emerito al telefono ci sente benissimo e Orlandoni avrebbe fatto meglio ad informarsi sui suoi trascorsi su Pontifex prima di dargli del rintronato. Per quanto riguarda Volpe, trovo le sue domande tattiche, elaborata la tesi cerca sempre un prelato che gliela confermi, e molto spesso capita a Fusi Pecci.
Ñáñolo 2012-12-24 00:32:32
Interessante questa diatriba tra Odo, Pontifex e Orlandoni. La metterò tra le cose di cui non me ne frega un cazzo. Invece avrei una domanda per Odo-Pontifex-Orlandoni: l'IMU quando avete intenzione di pagarla?
Lucia 2012-12-24 01:00:36
Giustissimo quello che ha detto MElgaco nel commento e sono felice che finalmente pontifex si sia fatto valere anche in questo senso. Negli ultimi anni ogni tanto usciva qualcuno a tirare fuori smentite assolutamente inventate e pontifex aveva sempre portato pazienza. Finalmente pontifex dimostra di tirare fuori i cosiddetti, sono una donna felice. Altre smentite?
Iva Zanicchi diceva che anche lei pregava per i gay --> uscì la smentita
Il vescovo Nolé diceva che secondo il codice di diritto canonico lui non celebrava funerale a un gay --> uscì la smentita
Il vescovo Babini diceva alcune cose sui gay --> uscì la smentita
Damiano Fonseca diceva che l'università di Potenza era piena di raccomandazioni --> uscì la smentita
don Amorth diceva che Monti era un massone --> uscì la smentita
Tutte smentite false e pilotate da poteri forti: università dei baroni, lobbie gay, massoneria.
Su più di 4000 interviste di pontifex chissà perché le smentite sono uscite su questi soliti argomenti.
Smentite false o pilotate che fanno ancora più onore a pontifex e al servizio di libertà di opinione che offre.
Grazie.
Melgaco 2012-12-24 01:58:06
A dimostrazione di come i cosiddetti progressisti siano in realtà dei reazionari gattopardeschi, uomini delle stanze dei bottoni (curie comprese) travestiti da "minoranza", da "modernità"...trovo molto più moderno il seicentesco Fusi Pecci che ha il gusto e la libertà di dire quello che gli pare, fregandosene del politically correct e del conformismo delle convenzioni travestite da rivoluzioni.
Sandro Storri 2012-12-24 09:43:07
Il blog pontifex.roma ci ha abituati a queste cose. gia' in passato con le interviste a Mons. Babini, vescovo emerito di Grosseto, pontifex ha diffuso messaggi omofobi, razzisti ed antisemiti. Ora lo fa per bocca del vescovo emerito di Senigallia, mons. Fusi Pecci. Sembra di assistere ad un vecchia storia. Quanto accade ora con mons Fusi Pecci e' gia' accaduto con mons Babini, mons. Pieronek, mons Barragan, mons. Sandoval e tanti altri. Messaggi omofobi, razzisti ed antisemiti veicolati attraverso interviste a vescovi e cardinali, tutte sempre regolarmente smentite. Ad ogni smentita e' seguita la minaccia di una querela. Anche oggi pontifex minaccia di querelare il vescovo di Senigallia, mons. Orlandoni. Non voglio entrare nel merito di come sono state condotte e tagliate le interviste. Il quadro che ne risulta, pero', e' molto sconfortante. Sembra che la chiesa cattolica non sia capace di avere una linea chiara su temi sociali come quelli dell'accoglienza e del rispetto della diversita'. Il quadro che risulta e' che l'ufficialita' del catechismo (vedi canone 2358) sia giornalmente negata e contraddetta da preti che hanno una loro personale visione del mondo e della societa'. Il tutto nel silenzio e nell'indifferenza della chiesa ufficiale. Come se non bastasse anche il papa Benedetto XVI ha lanciato i suoi proclami omofobi dichiarando che gli omosessuali sono un pericolo per la pace. Complimenti vivissimi alla chiesa cattolica ed ai blog come pontifex che si dichiarano seguaci di Gesu' e poi lo offendono giornalmente con i loro messaggi violenti, omofobi, razzisti ed antisemiti. Sandro Storri (www.pontilex.org)
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-24 09:52:41
Com'era quel comandamento Orlandoni?...Non dire falsa testimonianza? Se lo segni in un post-it, che magari ogni tanto riuscirà a ricordarsene. Per il resto, nulla di nuovo sotto il sole. Chiesa ingerente, esentasse e discriminante, e rappresentanti di "dio" in terra che sparano balle a tutta manetta, parlando di "Verità". Ah, dimenticavo...Buon S.Natale a tutti.
Ñáñolo 2012-12-24 13:51:30
Cari Orlandoni, Fusi e Pecci, caso mai foste troppo occupati nei preparativi per la serata e non aveste capito, ripeto la domanda: tra una telefonata e l'altra, uno di voi tre per caso ci può dire quando avete intenzione di pagare l'IMU?
Robucci 2012-12-24 15:10:57
Solidarietà al Sig. Volpe per le minacce di morte ricevute. Sono amareggiato per chi sacrificato la vita di un coniglio innocente per un sito che in fondo non dovrebbe essere preso così seriamente. E' folcloristico e un po' medievaltalebano, punto.
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-24 15:13:45
Sono molto contento che si parli finalmente di "ufficialità del catechismo". Vogliamo parlare di come tutti i fedeli cattolici dovrebbero pensare ed agire secondo la Chiesa? Benissimo. Ai canoni 1267 e 1269 infatti, è previsto che il battesimo "incorpora alla Chiesa" (!) e "il battezzato non appartiene più a se stesso" (!) perciò è chiamato a essere "obbediente" (!) e "sottomesso" (!) ai capi della Chiesa. Ce ne sarebbe abbastanza già qui, per quel che personalmente mi riguarda, per USCIRE DA QUESTO GREGGE guidato da "pastori" dediti come è possibile notare da questa vicenda, alle MENZOGNE. Peraltro anche la stessa legge ITALIANA tiene conto del fatto che i cittadini cattolici, siano “sudditi”, attraverso il battesimo, della Chiesa Cattolica Apostolica Romana.
Ma in aggiunta, è proprio il Catechismo della Chiesa Cattolica Apostolica Romana (NON RATZINGHER, ODO, VOLPE o ORLANDONI) che con i canoni 2357/2358/2359 afferma che "appoggiandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, la Tradizione ha sempre dichiarato che "gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati", e sono dunque contrari "alla legge naturale" (benché l’omosessualità sia riscontrabile in natura anche in centinaia di specie animali diverse). Pertanto, "le persone omosessuali sono chiamate alla castità".
Si tratta di ORDINI, DETTAMI, e IMPOSIZIONI DI PENSIERO ben precisi che i fedeli cattolici DEVONO eseguire, pena il non potersi considerare tali.
Se tutto questo ci fornisce una quadro abbastanza netto sull’opinione che ha la Chiesa sull’’omosessualità, ce lo fornisce inevitabilmente anche sul MASOCHISMO degli omosessuali che ancora si ostinano a professarsi cattolici (Vendola in testa, off course!), e che finiscono per essere un po’ come un “ebreo nazista”, o un tesserato di un club di scacchi che si lamenta se gli altri soci lo discriminano in quanto vuole giocare a tennis (!).
Ovvio che se si appartiene ad un gruppo, un club, un’associazione, una religione o similari, seppur, occorre dirlo e ribadirlo, nessun battezzato da incapace di intendere e volere abbia scelto di aderirne liberamente, si debba necessariamente rispettarne le regole.
In chiusura di tutto questo bel panorama che ha dell’angusto e del nauseante sulla religione dei “cattolici romani”, i fedeli dovrebbero ben scegliere definitivamente tra le due opzioni. O accettano le regole barbare, discriminatorie nei confronti degli omosessuali e medioevali, che gli impongono le gerarchie ecclesiastiche a cui devono essere sottomessi ed ubbidienti . Oppure, con tutta libertà di coscienza ed onestà intellettuale possibile, formalizzare la loro APOSTASIA, e cessare nel più breve tempo possibile di far parte di questa Chiesa.
Da tempo personalmente ho già provveduto in tal senso, chiedendo di cancellare i miei dati personali dal registro dei battezzati della mia ex parrocchia. Un atto di coerenza con se stessi. Un atto che invito a fare a tutti i cittadini battezzati cattolici che non vogliono o non si ritengono più tali.
giomoni 2012-12-24 16:27:38
A Paul Manoni, per tutte le corbellerie che ha stoltamente affastellato, si può solo cristianamente, e di cuore, rispondere:IO PREGO PER TE(e per la tua salute mentale).
Certo, però,che questo ateismo a 360° mi puzza tanto di provocazione!!!(A proposito lo sa che per eminenti filosofi contemporanei per essere veramente atei bisogna essere credenti??Come la mettiamo?)
Quanto allo sbattezzo sappia che un sacramento cristiano una volta ricevuto è inancellabile e non è l'essere più o meno presenti in un misero documento cartaceo che conterà quando si troverà di fronte all'Onnipotente che,putroppo per Lei, ha ben altri registri con cui fare conti precisi e definitivi!!.
Mi raccomando,però, si prenda un po' meno sul serio!!
Ñáñolo 2012-12-24 17:31:45
Per eminenti etimologi contemporanei, le parole "cristiano" e "cretino" hanno la stessa etimologia. http://www.etimo.it/?term=cretino
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-24 18:11:46
@giomoni, mi segnali punto per punto dove eventualmente io abbia scritto corbellerie. Mi riservo serenamente di affastellargliele di nuovo con più dettagliate spiegazioni, mentre lei pregherà per me e per la mia (!) salute mentale. Che i non credenti possano credere, sono il primo a dirglielo. Dipende da in cosa eventualmente credono. Fatta eccezione per irrazionali metafisiche della consistenza dell'aria fritta, sono il primo a dirle che i non-credenti, credono nei valori umani. Così come io sono il primo a dirle che l'abracadabra del battesimo cattolico è indelebile in quanto accaduto come fatto. Non mi riferivo infatti a simili incantesimi per esorcizzare chissà quale peccato originale io abbia commesso ancora prima di nascere. Mi riferivo proprio all'elenco dei battezzati presente in tutte le parrochie. E' possibile chiedere la cancellazione da quelle liste di pecore da gregge, come atto di Apostasia. Se di fronte all'Onnipotente (Quale dei tanti???) me ne verrà chiesto conto, le assicuro che saprò risponderne al diretto interessato. Bertrand Russell, per esempio, diceva che gli avrebbe risposto che non c'erano prove sufficenti per credere nella sua esistenza. Come dargli torto. Concludo dicendole che mi prendo abbastanza sul serio, dall'avere una coscienza la quale mi dice di prendere le distanze da bugiardi patentati. Questi mi raccontano che in una imprecisata "legge di dio", sta scritto che non si debba mai pronunciare menzogne. Ebbene la vicenda in questione, mi dimostra come uno tra i tre pittoreschi personaggi "cattolici romani" Odo Fusi Pecci, Giuseppe Orlandoni, e Bruno Volpe, Abbia mentito spudoratamente. Le auguro che ad aver mentito non sia quello che alla messa di stasera in duomo, dovrà guardare negli occhi mentre gli offrirà il corpo di Cristo consacrato.
Sandro Storri 2012-12-24 19:17:41
@giomoni & @Paul Manoni : entro a gamba tesa nella vostra discussione. Personalmente non discuto i contenuti della dottrina cattolica. La dottrina cattolica potrebbe proporre anche che si deve mangiare solo tortellini. Non mi interessa. Cio' che veramente mi interessano sono 2 (due) cose:
1) Che la chiesa cattolica sia coerente. Non posso accettare gente come i preti che a parole parlano di carita', accoglienza e perdono e poi nei fatti dimostrano il contrario (negare il funerale a Welby, condannare i gay auspicando galera, bastonate ed olio di ricino, ostacolare le indagini su preti pedofili ecc...). COERENZA! I preti sono profondamente fascisti. Lo dicessero una volta per tutte. Che la smettano di fare due facce e di misurare la societa' con due pesi e due misure
2) che non rompano le scatole a chi della loro dottrina e della loro fede non ne vuol sapere. I Cittadini sono liberi e devono obbedienza solo alla loro Coscienza ed alla Costituzione della Rapubblica. Il vangelo non mi interessa e non e' il mio libro di riferimento. Voglio essere libero di vivere da Cittadino senza che la Repubblica sia comandata da una banda di bigotti oscurantisti. Vogliono essere cristiani? PADRONISSIMI. Ma non vengano ad imporre a chi non vuole essere cristiano i loro dogmi. Fino a prova contraria siamo in un paese LIBERO e LAICO.

BUON NATALE!
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-24 19:53:42
@Sandro, la Chiesa ha coerenza da vendere, per quello che gli fa comodo averne. Quando è ora di rispettare la dottrina che si sono dati, sono bravissimi. Il problema è andare a verificare se quella dottrina coincida con gli insegnamenti dell'UOMO Gesù Cristo. Su questo ho seri dubbi. Quindi il loro modo di agire è "doppio". Quando gli torna comodo per ammaliare il gregge, senza il quale non avrebbero nessun potere di sorta, parlano di carità, solidarietà, fratellanza, pace, amore e perdono, aiutandosi con gli insegnamenti di Gesù. Quando invece devono "gestirlo" il gregge senza il quale non avrebbero privilegi, applicano la dottrina contraddittoria con gli insegnamenti di Gesù, che si sono dati loro stessi. Piaccia o non piaccia, questi signori sono prima di tutto Cattolici Romani...Poi eventualmente Cristiani. Ma Cristiani lo sono anche i Protestanti, gli Ortodossi, e soprattutto i Valdesi, che a mio avviso sono gli unici cristiani coerenti con gli insegnamenti di Gesù. Laici e senza figure umane gerarchiche che facciano da intermediari tra loro e dio, per intendersi. Il punto 2) mi riservo di non commentarlo, semplicemente perchè non c'è nulla da commentare, ma tutto da condividere al 101%. Nessuno avrebbe di che ridire ad un prete, ad un Papa o ad un fedele cattolico, se non fosse che la loro quasi totalità, ha il disperato vizio di voler imporre la loro morale o la loro personale visione delle cose a tutti quanti. Una cosa che peraltro è riscontrabile nel 95% delle religioni, mica solo in quella cattolica. Dunque occorre fare qualcosa per il rispetto della Laicità come Principio Universale di rispetto reciproco, di tutte le visioni diverse su questo pianeta. Principio che oltre ad essere un pilastro della Democrazia, i rappresentanti religiosi stessi (Vedi Scola di recente), vedono come un nemico, e come una minaccia ai loro poteri ed ai loro privilegi. Per questo penso, tu trovi che i modi dei rappresentanti religiosi si avvicinino a quelli fascisti. Perchè il nemico della Laicità, è nemico della Democrazia. Un caro saluto e Buon Natale anche a te Sandro. Mi riserverò di visitare il tuo sito in futuro. ;)
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura