SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Marcheinfesta.it

Liverani spiega il perchè delle dimissioni dalla Fiamma Tricolore di Senigallia

L'ex segretario: "Il mio lavoro continuerà come prima, senza sosta"

Marcello Liverani

Capita anche nelle migliori famiglie di separarsi quando ci sono i problemi, e questa volta è capitato anche al sottoscritto. Da buon uomo di destra con principi e valori che ritengo incontrovertibili, nella maniera più assoluta accetterò mai che qualcuno, usando il mio nome, cerchi di imporre i propri pensieri, le proprie mire e le proprie voglie di rivalsa su altre persone o, ancora peggio, cerchi di trarre dei benefici personali usando quello che non è suo.
Il sottoscritto, differentemente da molti e da “qualcuno” in particolare in questo caso, è un uomo libero che dice tranquillamente quello che pensa, l’opposto di un politico in pratica e l’opposto delle tante “mezze cartucce” che girano, non fa battaglie campate in aria per accontentare “qualcuno”, e rifiuta in maniera categorica e inderogabile ogni qualsiasi forma di prevaricazione prevenuta.

L’ho detto è scritto mille volte, non sono un politico, ma un normalissimo cittadino e come tale ragiono e agisco, mi piace sicuramente dedicarmi alla “cosa pubblica”, ma in maniera seria e leale.

Quindi se decido di fare un complimento ad un “avversario” politico perché è stata fatta una cosa giusta, lo faccio senza remore. Se decido di scrivere un “comunicato” politico lo faccio senza dover a tutti i costi andare ad attaccare chi sta “antipatico” ad altri.

Per farla breve, gentili signori e signore che mi state leggendo, il sottoscritto non prende ordini da nessuno, tanto meno se questi sono strampalati, immotivati, decisamente dannosi alla “causa” e con il solo scopo di soddisfare i “pruriti” infantili di “qualcuno”.

Ed è quindi chiaro che, a fronte di episodi simili, e dopo svariati tentativi di dialogo che si sono rilevati infruttuosi, ho presentato le dimissioni non considerando più utile la mia presenza nella Fiamma Tricolore visti gli atteggiamenti di “qualcuno” che aveva bisogno di questi “mezzucci” per sentirsi realizzato nella vita.

L’Italia va a rotoli proprio per questi “peracottari” che pensano di usare la politica e i mass media per i propri fini personali.

Scusate, ma Marcello Liverani è totalmente diverso. Io non devo campare con la politica, non devo trovarmi una “cadreghina” a tutti i costi, non devo sistemare figli o parenti, non ho nessunissima attività commerciale da proteggere e nessuna voglia di rivalsa verso qualcuno.

Nella vita ho avuto fortuna e sono un tranquillopensionato che sta bene e non si lamenta, appassionato delle problematiche e tematiche sociali, con tanto tempo libero da dedicare agli altri, cosa che ovviamente continuerò a fare nè più nè meno come prima, sotto un’altra veste chiaramente, perché quanto di buono sono riuscito a fare (opinabile questo ovviamente) in un anno e mezzo aggregando tante persone che quotidianamente mi dimostrano la stima, non lo butto di certo a mare, a mare ci butto chi non sa “vivere”…

Fare “politica”, per me significa dedicarsi al prossimo, cercare di cambiare le cose, in meglio possibilmente, per chi mi stava accanto significava invece trovare degli spazi personali per ambire chissà a cosa. Per soddisfare le proprie manie di grandezza che io uso chiamare “piccolezze da pezzenti”.

Mi spiace essere duro, ma chi mi conosce sa benissimo come sono fatto, il sottoscritto non scenderà mai a compromessi, non andrà mai a pietire una poltrona o un assessorato, come “qualcuno” invece ha fatto; il sottoscritto continuerà a lavorare, e ora in maniera ancora più “tosta” di prima, per cercare di cambiare radicalmente anche questa mentalità barbara del clientelismo spicciolo che a nulla porta se non a farsi prendere per i fondelli quando poi tutti capiscono di che pasta sono fatti questi personaggi.

Lo ripeto, sono di destra e le mie idee non le cambierò mai, ma sono tremendamente onesto anche verso gli “avversari” politici, e non è detto che l’essere di destra debba per forza portarmi ad essere il “bastian contrario” per contratto. Assolutamente no!

Per me se una cosa è giusta lo è, punto e basta, indipendentemente da chi la dice. Le cose giuste a casa mia non hanno colorazione politica, sono giuste e basta!

Negli ultimi tempi erano usciti alcuni comunicati a mia firma, come sempre avveniva, che non rappresentavano il mio pensiero e il mio modo di essere. E’ normale che per non creare dissidi stupidi si cerchi di parlare prima di arrivare ad una inevitabile rottura, quindi è normale che abbia lasciato “passare” anche cose che non mi rispecchiavano. Visto però che “qualcuno” (l’utile “idiota” in questo caso è appropriato) voleva continuare su una linea da me totalmente non condivisa, non rimaneva altra soluzione che lasciare il “giocattolo” in mano al “bambino” e dare le dimissioni.

Se si vuole crescere bisogna usare il cervello, bisogna sapersi porre e bisogna essere onesti e liberi di dire la verità senza voler a tutti i costi primeggiare per proprie ambizioni personali.

Con questa mentalità non si va da nessuna parte, e a Senigallia, dati alla mano, la sinistra regna incontrastata da venti e più anni proprio grazie a personaggi “ridicoli” come “qualcuno”.

Non rinnegherò mai il passato, la mia esperienza nella e per la Fiamma Tricolore è stata sicuramente bella, appassionante e piena di tante soddisfazioni per il sottoscritto, si sarebbe potuto fare un buon lavoro, ma per colpa di “qualcuno” non sempre tutte le ciambelle riescono con il buco.

Auguro alla Fiamma Tricolore ogni possibile bene, mi permetto però di consigliare di “cestinare” tutto quanto sia dannoso per la sua crescita. Un ringraziamento particolare va al Segretario Regionale, Massimo Caprani, che ha tentato di far “quadrare” le cose, ma in presenza degli “utili idioti” è purtroppo difficile.

Detto questo una piccola nota a latere, anche scherzosa, per sdrammatizzare il tutto perché il sottoscritto non ama di certo “l’aria da funerale”: stiano tranquilli tutti quanti gli “amici” e stiano “preoccupati” i componenti di questa amministrazione, perché il mio lavoro continuerà incessantemente e senza sosta con lo stesso spirito di prima.

Cambierà il “vestito” sicuramente, ma non di certo la mia voglia di fare, e molto probabilmente adesso si sarà più costruttivi di prima!

Commenti
Ci sono 39 commenti
Simone 2012-11-15 20:47:31
Carissimo Marcello, sono veramente dispiaciuto della tua scelta, tu sai chi sono, sai anche che ti appoggio e se posso ti aiuterò, un abbraccio e complimenti per la tua lealtà, cmq secondo me anche questa volta si è dimesso la persona sbagliata!!!! qualcuno inizia a essere di troppo!!!
tontolomeo 2012-11-15 21:10:34
Bravo! Adesso raccontaci pubblicamente che lavoro facevi e a che etá sei andato in pensione..perché tutti possano intendere il perché non hai bisogno di andare ad occupare "cadreghine"
Pesaresi A. 2012-11-15 22:04:40
Anche la Fiamma Tricolore di Senigallia si è accorta di che tipo è Liverani uno che non prende ordini da nessuno cosa ci sta a fare in un partito? Ed è anche l'ultimo arivato !
corrado 2012-11-15 22:08:30
Leggendo e rileggendo questo tuo comunicato colmo di infamie verso chi ti ha dato l'opportunità di emergere dal nulla visto che non eri propio nessuno ed'ora poco più di un bullo di periferia, tutto questo mi porta alla convinzione delle ragioni di quel "QUALCUNO" ad agire con fermezza nei tuoi confronti.
Per NOI che rifiutiamo definirci di destra , la cosa più importante è il ricordo per i NOSTRI MORTI e il RISPETTO per i VIVI.
FIAMMA OSTRA
Corrado Catalani
Giulius 2012-11-15 22:31:38
A volte gli "Amici" sono traditori....
Chiara 2012-11-15 23:12:06
Mia madre diceva sempre: più conosco gli uomini e più amo gli animali! Bravo Liverani, onesto e schietto.
Debora 2012-11-16 00:13:04
Ora però dovresti dirci chi è l'utile idiota per completare il quadro. Sarà mica uno dei fratelli Karamzov?
Mirko 2012-11-16 00:25:16
bravo Marcello! Condivido in pieno ciò che hai scritto...Bene! L'utile idiota è dovunque...meglio essere scomodi, ma onesti! Sono con te! Un abbraccio e sempre a testa alta!
Melgaco 2012-11-16 01:09:52
Sì, in effetti scrivere tutto sto papier scordandosi nomi e cognomi mi pare inutile per il lettore
Alberto Manfredini 2012-11-16 01:15:59
Sono un elettore della Fiamma non sono di Senigallia ma amo questa città perchè d'estate la frequento da sempre e dico che Liverani l'ho seguito su questo giornale e che ha fatto delle figure imbarazzanti soprattutto negli ultimi tempi e che la Fiamma senza di lui ha solo da guadagnarci e che lui senza di noi non è nessuno e lo dimostra anche con questo scritto. Vale.
Serena 2012-11-16 01:34:48
Condivido pienamente le tue idee...sia politiche ke personali...anche a me fa schifo la gente ke ti sfrutta x avere giovamenti nella vita sociale...xke l'ITALIA va a rotoli? xke SENIGALLIA si trova con tanti problemi da risolvere? xkè è fatta di gente idiota, insensata, stupida e arrivista....invece bisogna far capire a ste persone ke x avere, bisogna lottare....non fare solo le zecche ke sanno succhiare solo sangue x vivere!! xkè la societa' di oggi è fatta di lupi affamati e di arrivisti...tu ti sei distinto da certa gente togliendoti di mezzo, sincerità non è comune di questi tempi...bravo Marcello!!
fiamma marche 2012-11-16 06:11:39
leggo e rileggo ma non riesco propio ha capire questo inutile tifo da stadio pro o contro Marcello pro o contro lo stupido idiota come dice qualcuno senza nemmeno sapere chi esso sia.detto questo vorrei precisare una cosa è forse vero che Marcello non è più il portavoce per senigallia ma è pur sempre un componente della segreteria cittadina e un tesserato della fiamma tricolore per la quale ha lavorato per circa 2 anni e continuera a farlo con lo stesso impegno di sempre. segreteria regionale fiamma tricolore
Synthesis (Lorenzo) 2012-11-16 08:07:07
Scopriamo ora che Liverani negli ultimi tempi ha avuto un emulo ("Negli ultimi tempi erano usciti alcuni comunicati a mia firma, come sempre avveniva, che non rappresentavano il mio pensiero e il mio modo di essere"), e che dunque le ultime liveranate non sarebbero farina del suo sacco. A questo punto sarebbe bello sapere chi ha messo la farina! Incredibile come il 'mugnaio' abbia saputo copiare mirabilmente lo stile del Nostro, tanto che gli ultimi comunicati sembrano scritti dalla medesima mano che ha redatto quest'ultimo...
Rachele 2012-11-16 08:41:19
I fratelli Karamazov? Mi sa che li conosco! e...condivido sul piano personale non politico (perchè sono digiuna di politica...)
Ababa Jhanoy 2012-11-16 09:04:07
Da uno che non è di lingua madre italiana mi permetto di correggere Fiamma Marche. Si scrive 'non riesco a capire' non 'ha capire' perchè la acca si mette solo nel caso del verbo avere.
Cornelio 2012-11-16 09:24:20
Bel comunicato. Non condivido gli ideali di destra ne tanto meno i nostalgici ma una cosa la dico: "Lunga Vita ai Ribelli".
Maurizio Tonini Bossi 2012-11-16 09:26:13
Caro M.Liverani , “qualcuno” non ha gradito che tu abbia fatto un complimento ad un “avversario” politico; lo avrebbe fatto, così affermi, per soddisfare i suoi “pruriti” infantili Sempre questo fantasma dal nome “qualcuno” dici che aveva bisogno di questi “mezzucci” per sentirsi realizzato nella vita. Inoltre continui a dirci che vi sono personaggi “ridicoli” come “qualcuno”. Unica cosa certa che appare e che si tratta di uno dei tuoi ex camerati; è così no ?! Ti leggo ancora e, dopo aver capito poco, anzi niente di ciò che insinui, prendo atto che cortesemente suggerisci, , che i componenti di questa amministrazione dovranno “preoccuparsi” perché “ il tuo lavoro continuerà incessantemente e senza sosta…”Se la mia sintesi è giusta c’è da chiedersi perché la tua onestà intellettuale termina nel momento in cui, rivolgendoti alla opinione pubblica, non ci racconti tutto meglio con nomi, cognomi e fatti reali; sempre che tutto possa essere di interesse pubblico e sempre che il tutto non sia una semplice autocelebrazione di te stesso: unica cosa che appare nitida.
Lorenzo Boccoli 2012-11-16 10:44:06
Che razza di comunicato è questo? Quoto il sig. Tonini Bossi, nell'articolo la parola sottoscritto è ripetuta per ben 7 volte che dimostra solo una volontà di autocelebrazione
Simone 2012-11-16 13:01:39
Questa è una storia che non finisce sicuramente qui, è evidente che ci sono stati problemi nella fiamma tricolore e lo si legge dai commenti della sede regionale e da quella di Ostra che pare che siano in disaccordo completo. L'unica cosa sicura è che a Roma questa cosa non è piaciuta e sta provvedendo a rimettere ordine nelle gerarchie dando merito a chi lo deve avere ed eliminando le eventuali mele marce.
Giulius 2012-11-16 14:43:54
Morto un "Amico" ne nasceranno di nuovi...
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-16 16:15:21
@Marcello, sai già fin troppo bene che io e te, abbiamo idee, se non diametralmente opposte, quantomeno diverse, su molte cose. Sai già benissimo che il mio voto (per quel che possa valere, cioè 1 come tutti gli altri cittadini), non lo darei ne a te, ne alla tua parte politica. A prescindere da questo, quando ieri ti ho chiesto "i dettagli" delle tue dimissioni, mi è tornato in mente Almirante ed il ritiro sull'Aventino di tutto il Parlamento per protesta nei suoi confronti. Lo sai, o quantomeno dovresti sapere, quale partito politico quella volta, fu l’unico a rimanere seduto tra i banchi, in onore ad una non interruzione del dialogo tra chi ha idee diverse. Ecco, sulla base di questo, se sulle tue dimissioni dalle referenze locali della Fiamma Tricolore in senso stretto, non me ne può fregare di meno, o comunque relativamente, ciò che invece mi preme esprimerti sono i miei complimenti per non aver mai interrotto questo dialogo onesto, sincero ed aperto con il sottoscritto, ed a ciò che so, anche con altri. Il merito di non aver mai interrotto discussioni e di essere disponibile a parlare anche con chi come me, ha idee differenti dalle tue, ti si dovrebbe abbondantemente riconoscere insomma. Ho personalmente sempre trovato nei nostri brevi ma intensi “scambi di vedute”, un buon motivo per ritenerti una persona onesta …Con delle idee, piuttosto obsolete ed a volte bizzarre, ma onesta ed aperta al dialogo. Alcuni “giullari di corte”, politici o meno, quando li affronti in modo diretto per un confronto, ti snobbano, non ti ascoltano, o sviano dalle discussioni di merito, nel solito rifugio del linguaggio politichese, del “benaltrismo”, o perfino scappando con la coda tra le gambe, e le orecchie da coniglio basse basse. “mezza cartucce” o “cariatidi” per cui non vale la pena nemmeno dar loro peso, che come dici anche tu, alla fine si scoprono e si qualificano per ciò che sono davvero. Per me, sai anche questo, è sempre meglio una scomoda e cruda verità o realtà dei fatti, piuttosto che una confortevole bugia fantasiosa basata sul nulla. Quindi ritengo molto coraggioso da parte tua, l’aver “lavato i panni sporchi” in pubblica piazza. Fai in modo nel futuro, di non perdere queste tue virtù, ma mettile a frutto nel modo più corretto possibile. L’invidia di alcuni, sarà la tua forza. Un saluto ed a presto.
un corsetto di grammatica 2012-11-16 18:59:22
Grazieeeeeeeeeeeee!!!! Io aspettavo i puffi e i power rangers e invece guarda qua che capolavoro! Ho le lacrime agli occhi. E' venuto fuori il complotto: il cattivo che usa il buono, onesto e puro per i suoi sporchi fini. Il buono che si difende dal cattivo (senza mai nominarlo) con tanto di applausi (=commenti insulsi) della platea che osserva ammaliata. Aspettiamo con impazienza l'entrata in scena dell'eroe mascherato, speriamo solo che non sia pelato!!!
ps suggerisco alla redazione di aggiungere omissis agli strafalcioni della gente che non sa scrivere perche' leggere "riesco ha capire", peraltro a firma di gente che sporca il tricolore partigiano inserendolo in un logo vergognoso, fa venire la nausea!
Luca Renzi 2012-11-16 19:54:12
In questo articolo va riconosciuto all’autore il fatto di parlare senza peli sulla lingua, lo ha sempre fatto suscitando consensi e non, ma anche interesse visto il nutrito movimento che scatenano i suoi comunicati. Altra questione che emerge, ma dai commenti, sono le dichiarazioni di alcuni componenti del partito che sono visibilmente in contrapposizione tra loro. Appare evidente che qualche cosa non torna, che qualcuno ha sbagliato e che hanno un po’ di maretta interna, ma viste le abbondanti piogge dei giorni passati potrebbe essere normale se qualcuno fosse metereopatico. Il tutto dovrebbe finire con chi ne uscirà con le ossa rotte e chi invece rafforzato, bisognerà solo aspettare eventuali sviluppi perché a naso penso che questa sia solamente una puntata di tutta la serie, e anche molto ben giocata se ho capito cosa c’è scritto tra le righe.
Renzo 2012-11-16 20:05:43
Oltre 30 virgolettati e 7 volte ripetuto il termine 'il sottoscritto'...Il tutto, con una serie di allusioni incomprensibili ai più, in un'autocelebrazione che risulta piuttosto goffa. Cara Redazione, ma che interesse pubblico ha tutto questo?
Ñáñolo 2012-11-16 21:26:11
Penso che non ci dormirò stanotte.
Francesco 2012-11-16 21:39:26
Colui che viene adottato da subito si dimostra sempre per ultimo ...
Giovanni Vergati 2012-11-16 21:50:32
Bravo Marcello! Preciso e incisivo come sempre, non ti conoscessi. Mettili tutti in riga per bene che questi mica hanno capito la fortuna che hanno avuto trovandoti. Se qualcuno ti è di impiccio spediscimelo pure affrancato che te lo rigeneriamo con metodi tipicamente culinari, alla romana insomma ah ah ah Stammi bene e vai tranquillo, qui sai come la pensano.
fiamma marche 2012-11-17 02:59:42
un corsetto di grammatica: giochi su un errore di battitura ,altro che le lacrime... e parli di tricolore partigiano ma quando mai ... la vostra bandiera uno straccio rosso vergognati...
Gabriella 2012-11-17 09:34:50
Caro Marcello, come ti ho detto al bar, la tua scelta è da ammirare perché non hai fatto altro che dimostrare che quello che hai sempre detto non erano solo parole. In politica e nella vita persone come te non se ne trovano, la lealtà è merce rarissima, tu sai che io condivido il tuo pensiero e stimo la tua persona, non sono l’unico a Senigallia, e quindi ti seguiremo sempre nelle tue battaglie. Deciderai tu sotto quale veste come mi spiegavi, meglio pochi ma buoni si dice, e i traditori devono rimanere da soli nelle loro megalomanie. Non smettere il tuo lavoro perché Senigallia non ha mai avuto una persona determinata e onesta come te a 360°, e chissà che tu non riesca a far cambiare un po’ di cose. Il primo siluro lo hai lanciato e hai affondato il nemico, e ora: avanti tutta comandante! E se poi accadrà quello che mi hai paventato, allora ci sarà da ridere e da piangere per qualcuno.
Renzo 2012-11-17 11:22:40
Una Gabriella che dice 'non sono l'unico', anzichè 'l'unica', cosa molto strana che solitamente le donne non fanno...mah...E insomma, tra gli amici romani che lo esaltano (ma intanto se lo sorbiscono i senigalliesi...) alcune strane 'Gabrielle', qualche velata apologia fascista qua e là...io domando ancora alla Redazione quale sia l'interesse pubblico di questo comunicato-allusione di Liverani.
Renzo 2012-11-17 11:38:48
Sulle velate apologie, per dovere onestà, preciso -casomai ce ne fosse bisogno visto che gli altri riferimenti erano sempre sui commenti- che mi riferivo ai commenti apparsi, e non al comunicato-allusione che di apologie in forma di denigrazione partigiana non ne contiene.
Gabriella 2012-11-17 12:33:39
Sig. Renzo, può capitare di commettere errori di battitura, a me come a tutti, leggere commenti su queste cose penso però che sia inutile, e lei non è il solo ad averlo fatto leggendoli tutti. Per quanto riguarda la sua domanda, conosco Marcello abbastanza bene, e so benissimo che è in grado di catalizzare attenzione, sia positiva che negativa, e lei dovrebbe ben sapere che è quello che crea l'interesse pubblico. Lei stesso, con i suoi due interventi, dimostra un buon interesse in questa vicenda. Forse le sfugge un particolare, che alcune persone viaggiano nella mediocità, e altre hanno invece la capacità di smuovere le acque, in positivo e in negativo, e se le smuovono vuol dire che creano appunto un interesse, i numeri quello dicono.
(...omissis...) 2012-11-17 12:59:06
Due galli in un pollaio si azzuffano spesso, due presuntuosi in un piccolo partito si massacrano, Liverani brava persona ma un po' egocentrico, De Amicis (...omissis...) e con tanta fame di rivalsa e successo, in poche parole una persona adattissima al PDL, caro Riccardo hai sbagliato partito!!!! Fiamma Tricolore ha uno spirito diverso da te, cambia partito, sei ancora giovane con il PDL o con il PD puoi fare carriera!!!
SIMONE CONS. 2012-11-17 14:40:50
All'autore di "un corsetto di grammatica" suggerirei un rapido ripasso delle regole di punteggiatura e uno sguardo al periodo partigiano per valutare chi abbia prodotto l'eccidio più grande: i tuoi fratelli rossi o quello che chiami "l'eroe pelato".
E comunque, senza dover andare tanto a ritroso, pensa a come vengono trattate le persone in Cina e in tutti i paesi comunisti: lavorano 14 ore al giorno per un piatto di riso e sono costretti a far prostituire le bambine per qualche centesimo...
Ora che sai un po' di storia, parti con la tua bandierina della pace e professa le storie a te care dei puffi e dei power rangers!!!!
Buona fortuna... e facci sapere quando ritorni.
Renzo 2012-11-17 15:44:58
No, Gabriella, non è nè può essere un errore di battitura, visto che la 'a' e la 'o' sono assai distanti, ma un lapsus freudiano (cosa difficile) o un'identità non reale. Si legga i commenti, e se a Lei tutti questo pare viaggiare oltre la mediocrità e questi commenti che il comunicato suscita a Lei fanno piacere....io preferisco un'aurea mediocritas, grazie...e non faccia caso a me, io mi diverto così, non faccio curriculum per voi.
Maurizio Tonini Bossi 2012-11-17 15:53:23
.... mamma mia ... e poi c'è qualcuno che dice che il fascismo non esiste più ... anche se fosse così in questi commenti di cloni ce ne sono e tanti, sia uomini che donne ! L'interesse c'è, e come se c'è !!
Francesco 2012-11-17 16:26:21
Il nibbio, durante il primo periodo della sua esistenza, aveva posseduto una voce, certo non bella, ma comunque una sua voce. Egli, però, era sempre stato nutrito da una incontenibile invidia di tutto e di tutti (!!!). Sapeva di essere imparentato con "l'aquila", ma questo, invece di costituire un vanto, non faceva altro che alimentare la sua "gelosia": capiva di essere inferiore e si rodeva dalla rabbia per questo (!!!). Invidiava gli uccelli variopinti, lodati e vezzeggiati da tutti. Dicendo tra sé: "io voglio una voce forte, che si imponga sulle altre!"
Era un bel giorno di primavera. Il nibbio se ne stava tranquillamente appollaiato sopra un ramo di faggio. Inaspettato, giunse un cavallo di razza accaldato che, cercando un po' di refrigerio, andò a riposarsi all'ombra dell'albero. Sdraiandosi con l'intenzione di fare un sonnellino, l'equino, inavvertitamente si punse con un cardo spinoso e, dal dolore, lanciò un lungo e acutissimo nitrito. "Oh, che meraviglia!" Esclamò il nibbio con entusiasmo. Questa é la voce che andrebbe bene per me: acuta, imponente e inconfondibile!" Il nibbio cominciò da quel mattino, ad esercitarsi nell'imitazione di quel verso meraviglioso. Provò e riprovò scorticandosi la gola, ma inutilmente. Quando, dopo molti tentativi senza successo, si rassegnò a tornare alla sua voce originale, ebbe una brutta sorpresa: gli era sparita a furia di sforzarla! Cosi dovette accontentarsi di emettere un suono insignificante e rauco per tutta la vita!!! Morale della favola: Chi, mosso da invidia, cerca di imitare ciò che è al di fuori della sua natura, perde anche le proprie doti e cade nel dimenticatoio.
Pino 2012-11-17 16:32:25
La settimana sta per finire, e qualcuno ancora non ha capito la trama...
Andrea 2012-11-20 22:12:18
Dalle voci che girano qualcuno è rimasto con il cerino acceso in mano e si è bruciato, e ora non gli rimarrà altro che mettersi seduto comodo sulla panchina del parco a leggere le notizie degli altri sul giornale e contare i piccioni che svolazzano...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura