SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia

Sanità, la Regione emana i piani di area vasta: meno posti letto ovunque

Ecco alcuni numeri della riorganizzazione della rete: più presidio sociale post-acuzie e meno ospedale

2.486 Letture
commenti
Luca Marconi, Gian Mario Spacca, Almerino Mezzolani hanno illustrato i piani sanitari di area vasta

Il Governo regionale ha approvato le direttive generali dei piani di area vasta sanitari per la riorganizzazione strutturale della rete dei posti letto ospedalieri delle Marche.

Prosegue l’azione innovatrice del Governo regionale – afferma il Presidente Gian Mario Spacca – per salvaguardare e promuovere qualità, equità, sostenibilità e appropriatezza dei servizi sanitari ai cittadini anche in uno scenario drammatico di finanza pubblica nazionale, che vedrà tagli ai trasferimenti alle Marche per il diritto alla salute nel prossimo biennio di oltre -200 milioni di euro.
Le Marche finora hanno compiuto un percorso virtuoso unico in Italia, che attraverso scelte coraggiose e innovative ha saputo coniugare qualificazione dei servizi ed equilibrio di bilancio.
Ora non basta più. La crisi internazionale impone al Governo nazionale di definire, attraverso il Patto per la salute, nuovi e pesantissimi sacrifici anche in campo sanitario. Con questa manovra di riforma strutturale, dunque, vogliamo farci trovare preparati, per mantenere la nostra piena autonomia decisionale in un settore vitale della comunità, quello del diritto alla salute dei cittadini, al fine di evitare nelle Marche i meccanismi di commissariamento/accompagnamento che ormai riguardano la quasi totalità delle Regioni italiane. Inoltre, l’incremento dell’appropriatezza che la riforma garantisce si accompagna anche all’aumento dell’offerta di servizi per la riabilitazione la lungodegenza: le Marche compiono un ulteriore salto di qualità per offrire sollievo alle famiglie con la tutela della popolazione anziana più fragile e la promozione della longevità”.

Strategia generale e modalità operative

La strategia generale della riforma si basa sull’incremento dell’appropriatezza nel ricorso ai ricoveri ospedalieri, attraverso la riduzione dei posti letto per acuti e la riconversione in posti letto per la riabilitazione e lungodegenza post-acuzie in coerenza con gli standards/obiettivi definiti dal Patto per la salute nazionale.

Regione Marche, illustrati i piani sanitari di area vastaLe direttive approvate dal Governo regionale definiscono gli obiettivi generali, di cornice, di ogni singola area vasta delle Marche, in termini di numero di posti da raggiungere attraverso la riorganizzazione della rete ospedaliera. Spetta ora alle singole Direzioni generali sanitarie definire i piani di area vasta operativi relativi ai singoli presidi ospedalieri e alle singole specialità; compete al Direttore del Dipartimento promuovere l’esercizio integrato delle funzioni degli enti del servizio sanitario regionale.
Le direttive riguardano i seguenti ambiti: la rete ospedaliera e dell’emergenza-urgenza; la rete territoriale e socio-sanitaria; la rete della prevenzione; le funzioni amministrative.

I numeri della riforma

A livello regionale, la riorganizzazione prevede nelle Marche una riduzione complessiva di -159 posti letto. Si raggiungono così gli obiettivi di una dotazione per 1000 abitanti di 0,87 posti letto di lungodegenza e riabilitazione (da 0,6) e di 3,03 posti letto per acuti (da 3,4).

Riduzione posti letto per acuti: -588

Incremento posti letto per
lungodegenza e riabilitazione: +429

Saldo posti letto totali: -159

A livello di singola area vasta geograficamente intesa, le direttive approvate dal Governo regionale prevedono gli obiettivi generali di cornice dei Piani di area vasta, che ricomprendono anche le Aziende Ospedaliere e l’Inrca. La riduzione più marcata è registrata dall’area vasta della provincia di Ancona in quanto aveva la quota di più elevata di posti letto per acuti. Sulla base di queste direttive ora compete alle singole Direzioni generali sanitarie approvare i piani di area vasta operativi distinti per ogni singolo ospedale e specialità.

Tabella posti letto per area vasta, dopo la riorganizzazione della rete ospedaliera delle Marche

Commenti
Ci sono 3 commenti
La Piaga di Velluto 2012-05-28 21:59:58
L'ospedale di Senigallia perde un'altra decina di posti letto. Un paio di anni fa erano 305, nel 2011 erano 297 e ora 288. Nel 2020 avrò più posti letto a casa mia.
blady 66 2012-05-29 08:19:40
Il governo taglia i fondi alla sanità..... la regione come risposta decima i posti letto sotto forma di un bollettino di guerra... ma di tutto questo noi cittadini dovremmo gioire perchè sono stati lungimiranti e innovativi nella scelta? Va bene indorare la pillola, ma non esagerate però!!!!
Franco Giannini
Franco Giannini 2012-05-29 16:15:07
“Prosegue l’azione innovatrice del Governo regionale per salvaguardare e promuovere qualità, equità, sostenibilità e appropriatezza dei servizi sanitari ai cittadini anche in uno scenario drammatico di finanza pubblica nazionale...". Speriamo allora che quanto prima qualcuno dei padri di questa "riorganizzazione", con una toccata e via ma di nessuna gravità, possano collaudare di persona che gli aggettivi usati corrispondono effettivamente alla realtà. Insomma non è la mia una cattiveria gratuita, bensì solo un invito a "provare per credere". Una cosa è la teoria, ben altra è la pratica tantopiù se toccata con mano!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno