SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Fosforo Scienza 2012

Arci Senigallia aderisce a “Il mio voto va rispettato”

La campagna a difesa dei risultati del referendum sull'acqua prevede una raccolta di firme

Acqua pubblica

Arci Senigallia, comitato territoriale, condivide l’iniziativa  della  Presidenza Nazionale dell’Arci di adesione alla campagna di ‘obbedienza civile’ “Il mio voto va rispettato”, lanciata dal Forum italiano dei movimenti per l’acqua in tutto il Paese.


Arci invita tutti i cittadini interessati a rivolgersi per informarsi e sottoscrivere il reclamo venerdì 4 e domenica 6 Maggio a Senigallia, in Piazza Roma dalle 17 alle 20 dove sarà presente il Comitato Acqua Bene Comune per raccogliere le adesioni.
Il comitato territoriale di Arci Senigallia, già aderente al Comitato Acqua Bene Comune distribuirà nei circoli Arci aderenti alla campagna materiali divulgativi in modo che i soci siano informati della campagna.
La campagna nasce dalla volontà di reagire alla disobbedienza, da parte delle istituzioni e dei gestori, di quanto imposto dal risultato referendario.
Il governo ha provato a riproporre la liberalizzazione del servizio idrico nel Decreto anticrisi ed è stato fermato solo grazie a una immediata e forte mobilitazione.
I gestori non stanno applicando la riduzione delle tariffe, nonostante la Corte Costituzionale abbia sancito che la eliminazione dalle bollette della quota di remunerazione del capitale investito dovesse essere immediatamente attuata.
La campagna di ‘obbedienza civile’ è finalizzata a organizzare cittadini e soggetti collettivi ad applicare la riduzione delle proprie bollette, seguendo il dettato della Corte Costituzionale, mettendo in atto azioni con caratteristiche diverse da luogo a luogo a seconda della situazione che vanno dal reclamo al ricorso presso il proprio gestore.
La campagna e’ organizzata in modo che i comitati locali forniscano informazioni ai cittadini, raccolgano le adesioni e diano impatto collettivo ai reclami o ricorsi – che comunque vanno fatti in modo individuale.
Attraverso questo strumento, il Forum dell’Acqua confida di realizzare una campagna di alto impatto simbolico, capace di smuovere le acque del mondo politico e istituzionale per il rispetto del risultato referendario.

 

da Arci Senigallia

Commenti
Solo un commento
paolo 2012-05-05 09:50:15
Il risultato referenderaio va rispettato ma non è stato rispettato come si è svolto. Il referendum è l'unico modo in cui il cittadino esprime UNA SUA SCELTA non vincolata da pubblicità che voi, sopratutto "acqua bene comune", avete fatto prima del referendum. IL cittadino deve essere informato a 360 gradi di tutti gli aspetti sia positivi che negativi di quello che andrà a votare in maniera tale che in piena libertà ognuno darà la sua preferenza. Tra l'altro, come segnalato con commenti prima del referendum, il Comitato "acqua bene comune" ha usato un titolo ingannevole in quanto l'acqua, come ribadito dalla Multiservizi nel suo giornalino, l'acqua è sempre stata e lo sarà UN BENE COMUNE quello che si privatizza è la gestione. Pertanto dovevate scegliere un altro nome al vostro comitato perchè così avete ingannato i cittadini. Prima del referendum sempre nei miei commenti avevo già previsto quello che sta accadendo e cioè che la gestione pubblica non è in grado di gestire in toto l'acqua...figuriamoci, pertanto aspettando tempi migliori quello della privatizzazione CONTROLLATA credo che sia la strada migliore. Concludo dicendo che non pretendete il rispetto delle istituzioni quando voi non avete rispettato il REFERENDUM per come deve essere condotto.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura