SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Incontro tra il Sindaco di Senigallia e i residenti del Comitato Misa

Analizzati i problemi su argini, interventi ed allerte, a breve tavolo di concertazione con la Provincia

Situazione di portelle e fossi a Vallone di SenigalliaSi è svolto nella mattinata di giovedì 1 dicembre l’atteso incontro tra il Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e alcuni membri del Comitato Misa. Un incontro volto a chiarire le problematiche dei residenti della zona del vallone soggetta all’esondazione del fiume nonostante la Provincia abbia intrapreso la via della messa in sicurezza.

L’incontro era stato richiesto proprio dal Comitato in seguito ai sopralluoghi effettuati da alcuni dei componenti del Comitato stesso. Sopralluoghi in cui è stata rilevata la mancanza di interventi da parte della Provincia nei luoghi interessati dall’alluvione del marzo 2011.
Interventi che sarebbero dovuti partire anni fa e che erano stati nuovamente promessi per il 28 novembre, pochi giorni fa.

La situazione riguarda, come già riportato alcuni giorni fa proprio da 60019.it, la cattiva manuntezione delle portelle del Vallato e del fosso Baviera, il mancato adeguamento del fosso del Sambuco, punto dove negli ultimi anni è sempre straripato il fiume rompendo l’argine, nonchè la mancata pervisione di un piano di allerta in caso di urgenza.

I residenti della zona verranno messi in contatto con il responsabile della Protezione Civile del territorio comunale, figura che metterà al corrente i cittadini e le realtà produttive interessate dalle alluvioni delle buone regole per la messa in sicurezza di cose e persone nel caso di allagamenti.

Situazione di portelle e fossi a Vallone di SenigalliaIl responsabile della Protezione Civile provvederà inoltre assieme ad alcuni componenti del Comitato Misa ad effettuare un controllo sullo stato delle criticità riscontrate dal Comitato stesso, finora mai state sistemate, a parte pochi interventi sulle tane degli animali. Tane che, bucando l’argine, aumentano la pericolosità del fiume e che per essere sistemate necessitano di un intervento complessivo.

L’Amministrazione sta cercando intanto di improntare un sistema di allarme che possa allertare in tempi brevissimi i residenti delle zone alluvionabili nel caso di eventi calamitosi tramite SMS o con un sito attrezzato.

Il Primo cittadino si è preso anche l’impegno di convocare una riunione con la partecipazione della Provincia di Ancona tramite l’ingegner Massimo Sbriscia ed i suoi tecnici, il Comitato Misa e la Protezione Civile per trovare azioni comuni volte alla miglior gestione del territorio e delle risorse sempre meno disponibili per interventi e manutenzioni varie.
Un tentativo di partecipazione che tutti auspicano avvenga in tempi brevissimi, visto l’avvicinarsi dell’inverno.

di Carlo Leone

Carlo Leone
Pubblicato Giovedì 1 dicembre, 2011 
alle ore 14:33
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Solo un commento
Moreno, membro del Comitato Misa 2011-12-01 18:42:21
Speranza o illusione
Speriamo che le tante promesse e le tante parole del Sindaco e dei suoi collaboratori abbiano un seguito e che non siano la solita manfrina per tenere gli animi calmi , La pazienza è finita ormai da molto tempo , servono interventi e decisioni veloci. Speriamo non sia una illusione nel confidare in una soluzione rapida e duratura. Servono degli interventi urgenti ma non solo ora , tutti gli anni avvenire , i fossi vanno puliti sempre non una tantum . Ora non ci resta che sperare e vedere se le promesse avranno un seguito.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura