SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Venerdì 25 marzo alle 16.30 torna la Luas con il musicologo e critico Giangiorgio Satragni

All'Auditorium San Rocco "Seduzione e riscatto femminile nelle opere di Erich Wolfgang Korngold"

Giangiorgio Satragni

Venerdi 25 marzo 2022, alle ore 16,30 presso l’Auditorium San Rocco di Senigallia, interessante conferenza del musicologo e critico musicale torinese Giangiorgio Satragni per il Corso “Il sapore della musica” coordinato dalla Prof. Simonetta Fraboni.

Verranno proposti filmati e ascolti tratti dalle composizioni operistiche di Eric Wolfgang Korngold, ‘compositore prodigio’ secondo la definizione di Gustav Mahler stesso, immerso nella cultura del liberty musicale austriaco all’inizio del Novecento.  Il suo melodismo accattivante e l’orchestrazione preziosa trovarono un fertile terreno nell’opera, cui Korngold si dedicò fin dall’adolescenza e con particolare attenzione alla figura femminile, che appare a volte come seduttrice, a volte come sedotta, a volte l’una e l’altra insieme. Ciò emerge fin dalla giovanile Violanta, per proseguire con i capolavori della maturità, La città morta e Il miracolo di Eliana.

Korngold, austriaco di nascita, compositore ebraico figlio di un noto critico musicale, emigrò negli Stati Uniti nel 1934 per sfuggire alle leggi razziali. Divenne celebre a Hollywood come compositore di colonne sonore cinematografiche: vinse per due volte l’Oscar alla migliore colonna sonora.

Continuò a scrivere musica colta in un ricco e cromatico stile tardo-romantico.

Giangiorgio Satragni, nato a Torino, si è laureato in Musicologia presso l’Università  della sua città e ha conseguito due dottorati di ricerca: uno presso l’Università di Torino in Culture classiche e moderne (comparatistica) e uno in Musicologia presso la Humboldt-Universitätdi Berlino. Corrispondente del mensile “Amadeus” e critico musicale del quotidiano “La Stampa”, ha scritto sul mensile “Sipario” e collaborato con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Per l’attività critica ha ricevuto nel 2002 il “Premio Orpheus d’oro”.

Dopo aver svolto ampia attività di ricerca musicologica in Germania e Inghilterra per conto dell’Università di Torino e della Humboldt-Universität di Berlino, ha insegnato materie musicologiche presso il Conservatorio di Firenze, Bologna, Fermo e Cuneo. Titolare del corso integrato di Fondamenti tecnico-scientifici della musica presso il Politecnico di Torino, nel 2010 è stato Visiting Professor in Musicologia presso la Technische Universität di Dresda (Programma Erasmus LLP Docenti)

Già Direttore responsabile della rivista online di musicologia e comparatistica “Gli spazi della musica” (dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino), dal 2018 è membro del comitato scientifico del Richard Strauss-Jahrbuch di Vienna. Dal 1999 fa parte dell’Associazione Nazionale Critici Musicali e siede, in qualità di membro elettivo o membro di diritto, nella giuria del Premio Abbiati.

Ha partecipato a convegni scientifici in Italia e all’estero, ed è autore, tra l’altro, di  volumi monografici su Wagner, Richard Strauss e della raccolta Musica e cultura di fronte alla Grande Guerra (Edizioni Dell’Orso).

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno