SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Zona Immagine Senigallia - Tutto il nuovo e l\'usato per la fotografia

Dpcm di Natale: l’Italia sarà un’unica zona gialla con regole più restrittive?

La bozza del decreto sarà inviata mercoledì 2 dicembre alle Regioni per un'ultima valutazione: nuove regole dal 4 dicembre

4.726 Letture
commenti
Giuseppe Conte

Natale al tempo del Covid-19. Il tanto atteso Dpcm di Natale, tra dubbi e incertezze, sta prendendo forma e dalle stanze dei bottoni non trapelano notizie che farebbero dormire sonni tranquilli gli italiani e le varie categorie di esercenti. La bozza del decreto sarà inviata domani, mercoledì 2 dicembre, alle Regioni per un’ultima valutazione (il Dpcm entrerà in vigore dal 4 dicembre).

”Sempre domani ci sarà il passaggio parlamentare’‘, ha precisato il Ministro della Salute Roberto Speranza, e poi il Dpcm sarà ”firmato nella giornata del 3 dicembre per andare in gazzetta e coprire le ordinanze del ministero Salute’‘. L’impressione è che l’Italia diventerà un’unica zona gialla a cui però verranno applicate nuove regole. Tra queste le più significative saranno il coprifuoco che resterà alle 22, bar e ristoranti abbasseranno le saracinesche alle 18, palestre e piscine non riapriranno, e saranno vietati agli spostamenti tra le regioni.

Dopo i sacrifici fatti in queste settimane e guardando anche quelli fatti dagli operatori sanitari, noi proponiamo un divieto di mobilità temporaneo anche per le aree gialle“, ha detto il Ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, nel corso di un incontro di Confindustria Servizi Hcfs. “La terza ondata la evitiamo se dicembre diventa il mese nel quale pieghiamo definitivamente e azzeriamo questi dati dei contagi che sono drammatici“.

Guardiamo nel dettaglio i punti principali del DPCM

Coprifuoco alle 22 e ristoranti chiusi la sera anche a Natale e Capodanno
Il coprifuoco resterà alle ore 22 e non sono previste deroghe neanche a Natale e Capodanno: a rischio quindi il cenone della vigilia in modo da evitare tavolate tra parenti e spostamenti vari. I bar e i ristoranti chiuderanno quindi alle 18.

Messe natalizie anticipate
Le messe natalizie verranno anticipate. Con il coprifuoco confermato alle 22, potrebbe esserci un anticipo delle celebrazioni religiose; al riguardo la Conferenza episcopale ha confermato la sua disponibilità.

Cene e pranzi tra conviventi
Resta aperto il dibattito sulle “raccomandazioni” per la cena ed il pranzo di Natale: potrebbe restare quello attualmente fissato a sei persone.

Negozi, saracinesche alzate aperti fino alle 21
Potrebbe essere spostato alle 21 l’orario di chiusura dei negozi, questo per permettere di allungare lo shopping natalizio.

Vacanze scolastiche allungate: la proposta della Ue
L’Ansa riferisce che nella bozza delle linee guida preparate dalla Commissione Ue sulle misure anti-Covid “al fine di ridurre i rischi di trasmissione nel periodo che segue la stagione delle festività, si invita a valutare di allungare le vacanze scolastiche o di ricorrere ad un periodo di apprendimento a distanza, in modo da introdurre un periodo cuscinetto ed evitare la diffusione dei contagi a scuola“.

Deroga per i nonni
L’unica eccezione, quindi, potrebbe essere una deroga per i nonni: l’ipotesi allo studio è quella di consentire a un familiare con il suo nucleo più stretto di potersi comunque spostare per trascorrere le festività con il genitore o il nonno solo.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura