SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Sci Club Senigallia

“Assessore pari opportunità Senigallia non idoneo a ruolo ricoperto”

Rodolfo Piazzai: "per questo dovrebbe dimettersi"

4.786 Letture
commenti
Rodolfo Piazzai

Il 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, nella nostra città assume un tono inquietante a causa della improvvida uscita dell’Assessore alle Pari opportunità del nostro comune.

Per chi riveste un ruolo istituzionale, la sfera privata diventa molto sottile e una presa di posizione ufficiale, motivata dal ruolo ricoperto, diventa molto ambigua quando nel privato si esprimono posizioni ed idee contrastanti. Colgo perciò l’occasione per fare alcune riflessioni, da persona appartenente al genere “maschile”.

La lotta contra la violenza sulle donne e l’impegno per le pari opportunità non arriveranno a risultati se non saranno considerati un dovere di tutti.

Il mio sogno è che non esistano più associazioni in difesa della donna: nel 2020 è di una vergogna inaudita che si debba ancora lottare contro la violenza di genere e per le pari opportunità; ed è ancora più vergognoso che nel dibattito il genere maschile si ponga sempre ai margini come se il problema riguardasse solo il genere femminile.

La nostra società è impregnata della presenza femminile che ne rappresenta il fulcro, l’anima, la riempie di valori, di cultura, di impegno umano, sociale e politico, ma purtroppo in troppi ambiti le donne fanno molta più fatica degli uomini ad ottenere la giusta valorizzazione.

Ho tante amiche che insegnano all’università e conosco la difficoltà che fanno ad avere riconosciuto il loro valore nella carriera, in un mondo che è così intriso di cultura maschilista.

Quando poi si parla di violenza, si cerca in ogni atto di trovare una “motivazione” individuale, mentre in realtà la violenza risponde sempre ad una visione della donna considerata oggetto, proprietà da usare e possedere invece che una persona da amare e rispettare nella libertà.

Senza la reciprocità di uomo e donna e l’interscambio saremmo tutti persone diverse, sicuramente meno ricche e costruttive. Per questo mi indigna vedere come nel nostro paese le donne sono in gran parte escluse da certi posti.

Non abbiamo mai avuto un presidente della Repubblica o del Consiglio donna; eppure la nostra storia è ricca di donne impegnate in politica, con una cultura, storia personale, preparazione politica, integrità e impegno tali da poter ricoprire con grande dignità le più alte cariche dello stato.

A Senigallia abbiamo avuto un sindaco donna che ha amministrato uno dei periodi più significativi della nostra città, ma è stata una esperienza isolata e unica.

Per tutte queste considerazioni, e tante altre che per sintesi tralascio, ritengo doveroso che questa amministrazione comunale si esprima chiaramente sul tema della violenza sulla donna e sulle pari opportunità. Ritengo inoltre opportuno che l’Assessore alle pari opportunità si dimetta non dimostrandosi idonea al ruolo assegnatole.

Da

Rodolfo Piazzai

Commenti
Ci sono 5 commenti
Glauco G. 2020-11-23 10:54:24
Per come la vedo io, non ci sarà mai parità di sessi fino a quando non si procederà con un cambio culturale dove "la violenza sulle donne" è grave a prescindere dal sesso...estremizzando la cosa..."se uccidi una donna hai ucciso un essere umano" gravissima cosa tanto quanto uccidere un uomo...ma se continuiamo a vivere proteggendo il sesso femminile..praticamente si dichiara che la donna va protetta perchè "inferiore" all'uomo (su questo campo per lo meno). La legge sul femminicidio, visto che non ha migliorato nulla, ha assunto il solo scopo di aver messo nero su bianco che la donna è sotto all'uomo e va protetta. Assurdo. Se uccidi uccidi e ti fai gli anni che devi fare..che tu sia uomo oppure donna...se picchi una donna se la insulti..devi essere puntio con severità ma l'aggravante va tolta perchè è un gesto indegno sia per l'uomo che per la donna....i bambini si proteggono perchè indifesi ed è giusto che sia così..ma le donne vanno protette non con le leggi ma con l'osservanza delle leggi...applichiamo le legggi e non servirà la distinzione uomo e donna...ma in italia si pensa più a farsi pubblicità più che combattere per far osservare le leggi. da noi si tende a perdonare e uttare fuori assassini in 4 anni...questo dobbiamo lottare..non la divisione uomo e donna....voi proteggete un sesso dividendolo e non unendolo. Un vera legge che le tutela ma che non le discrimina è quella sullo stalking...vale per l'uomo e per la donna ma sappiamo bene che i casi peggiori nascono dall'uomo (purtroppo)...ma la legge non fa distinzioni e punisce tutti...quella legge ha migliorato le cose...servono quelle di leggi e non altre divisioni...detto questo..nell'articolo non capisco assolutamente cosa avrebbe fatto l'assessore...cosa ha fatto per meritare questa richiesta di dimissini?
Mario2 2020-11-23 16:49:46
@Glauco G questi sanno solo etichettare e fomentano odio e divisione.
Da una parte voglioni il carcere soft dall'altra si lamentano dei reati? Ma per favore...
Non servono altre leggi il problema è che non si fanno rispettare quelle che ci sono oppure sono fatte male. Chi sbaglia deve pagare e deve stare dentro, la violenza è violenza punto, non cambia niente specificare chi la subisce, questa è l'uguaglianza, il distinguere le pene o la tutela dal genere è discriminazione.
Mi ricoda una notissimasenatrice di Senigallia che chiedeva più fondi per la lotta agli incendi quando lei stessa aveva votato il famoso "svuota carceri". Voi direte cosa centra?
Dietro il nome pittoresco di "svuota carceri" c'erano tutta una serie di provvedimenti tra cui la depenalizzazione del reato di incendio, in pratica ora se appicchi un incendio e devasti un bosco anzichè andare in galera ti multano.
Questo per farvi capire come funziona la politica, crea il problema è poi propone facili soluzioni.
Glauco G. 2020-11-24 13:37:25
@Mario2. concordo su tutto. Ti rricordi la buffonata fatta dai TG che mettevano in alto il numero progessivo delle donne morte? mamma mia che buffonata...ora, "fortunatamente" (e lo dico in senso ironico) le donne morte non fanno più notizia perchè esiste il covid...ora tutti se ne fregano di quante donne morte ci sono state oggi...tutti a guardare il conteggio dei morti per covid e finti covid. Non critico i giornalisti (che nella classifica mondiale dei giornalisti liberi e professioanli sono messi malissimo) ma chi ieri piangeva per le donne morte e oggi piange i morti per covid e non ha mai avuto un pensiero sulle donne morte..critico e mi fanno pena tutti quelli che a comando e solo quando lo dice il tg piangono i morti di turno..che trsitezza...per la cronaca...sono il 90% di chi oggi piange (secondo me). domani non piangeranno più i morti per covid e piangeranno solo chi il TG dirà di piangere. LORO
vecchio freak 2020-11-24 22:10:40
Che fenomeni... Infatti il TG è pieno di donne che ammazzano di botte gli uomini.. Anche di stupri e violenze sessuali compiute da donne che utilizzando la loro maggiore prestanza fisica abusano di giovani ragazzi indifesi... Ma lo leggete quello che scrivete? Ma veramente siete convinti che la violenza di genere non sia un problema? Io non ho parole... Quindi difendere le donne da abusi e sopraffazione è di sinistra mentre negarlo è, ovviamente, da Machi virili di destra.
Glauco G. 2020-11-25 10:58:30
Vecchio freak. prima di rispondere al tuo delirio (perchè di questo si tratta e ora te lo dimostro)..mi fai il copia e incolla di una sola che possa portare il tutto ad una "sinistra oppre ad una destra"? chi ha messo di mezzo la politica? altra domanda....mi trovi una sola parola che va contro il problema sulla violenza di genere? mi basta una sola parola e ti chieo scusa...dico solo che la parità di sesso non potrà mai esistere se si combatte la violenza di genere con leggi che discriminano un sesso e a nulla servono (notizia di oggi è che mai sono stati così alte le denunce e gli atti di violenza sulle donne..eppure esiste il femminicidio che doveva abbattere questo fenomeno). comunque...mi puoi dire dove te e solo te hai letto wqueste cose^ se mi fai il coppia e incolla allora ne parliamo..altrimenti..è solo delirio il tuo
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura