SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Contro ogni discriminazione”: l’assessore Petetta ricorda Giornata Internazionale Uomo

Scattano polemiche. Risposta: "Su Facebook due righe limitate ad amici. Per giornata contro violenza su donne lavoro da un mese"

2.156 Letture
commenti
Salumificio Angeloni - Salumi della tradizione marchigiana - Castelvecchio di Monte Porzio (PU)
Cinzia Petetta

Ha suscitato polemiche e commenti on-line, finendo per essere amplificata anche sulla stampa locale, la condivisione sul proprio profilo Facebook, da parte dell’assessore a welfare e pari opportunità del Comune di Senigallia, Cinzia Petetta, di un’immagine che dava risalto alla data del 19 novembre come quella della Giornata Internazionale dell’Uomo.

In “risposta” alla ricorrenza globalmente riconosciuta dell’otto marzo, Giornata Internazionale della Donna, viene infatti divulgata, in tono oggettivamente minore, anche quella dedicata al sesso maschile, che l’assessore Petetta ha rilanciato dal proprio profilo personale e limitandone la visione solo ai suoi contatti diretti.

L'immagine condivisa su Facebook per la Giornata Internazionale dell'UomoCinzia Petetta si è però trovata a dover dare conto di tale pubblicazione, di fronte alle polemiche scaturite da commenti e interazioni ricevute dall’immagine che era accompagnata da questo testo, poi riportato anche su altre testate locali: “Il 19 novembre si celebra la giornata mondiale dell’uomo ma nessuno (o quasi) lo sa. Mentre la festa della donna che cade l’8 marzo viene festeggiata e promossa in tutto il mondo, quella dedicata al sesso maschile non riceve lo stesso trattamento”.

“Per la festa dell’uomo – ha fatto in seguito sapere l’assessore alle pari opportunità e al welfare di Senigallia – ho scritto due righe la sera alle 22 sulla mia pagina personale, visibile solo agli amici, mentre per l’evento del 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne è quasi un mese che ci sto lavorando.

L’assessore Cinzia Petetta ha anche fatto circolare la seguente nota stampa.

Nessuna presa di posizione ideologica. Ho condiviso questa immagine perché ho messo in risalto un problema sociale, che negli ultimi anni è cresciuto sempre più.

Ci troviamo, purtroppo, di fronte al fatto – e questo è innegabile – che esista una percentuale di uomini e padri di famiglia entrati nella povertà e nella solitudine a seguito di separazioni coniugali e della forte disoccupazione, che hanno raggiunto livelli drammatici.

Il fatto di vedere che esista questa giornata dedicata all’uomo mi ha fatto piacere perché ha avuto il coraggio di sottolineare una ricorrenza specificamente dedicata ad un fenomeno doloroso, reale e sociale.

E’ evidente che questa mia condivisione non abbia nulla a che vedere, né sia in competizione, con le problematiche e la discriminazione femminile e le politiche delle pari opportunità della donna. Le discriminazioni femminili sono spesso presenti nel mondo del lavoro, mentre quelle maschili sono insinuate nel piano sociale. Da Assessore al Welfare voglio battermi contro ogni forma di discriminazione, ma è evidente che i due piani rimangono ben distinti e distanti, e affrontabili con strumenti diversi.

Io sono una donna e una mamma di tre figli, e quindi mi batterò sempre perché ciascuna donna sia davvero in grado di ottenere pari opportunità ovunque, ma da Assessore ai Servizi Sociali e da Amministratore pubblico ho il dovere di essere sensibile alle problematiche di ambo i sessi.

L’Assessore alle Pari Opportunità e ai Servizi Sociali
Dott. ssa Cinzia Petetta

Commenti
Ci sono 6 commenti
Mario2 2020-11-21 15:43:30
Sono tutti discriminati al giorno d'oggi, non capisco questa crociata contro l'uomo padre di famiglia che lavora 5 giorni su 7 e che praticamente paga per tutti. Propongo lo sciopero degli uomini poi quando non arrivano più le pensioni e il paese si blocca forse arriverà più rispetto da questa gente senza cervello.
Gnagnolo
Gnagnolo 2020-11-22 07:56:16
La giornata Pitti Uomo.
favi umberto 2020-11-22 08:44:41
E' proprio il caso si dire che è una polemica del c(...omissis...)!!!!
fredvargas
fredvargas 2020-11-22 14:21:31
prima lo striscione rimosso con la scusa pelosa per cui lettere e inteventi vari sarebbero più incisivi di una pezza logora, perché questo è il suo valore per loro evidentemente, poi questa uscita sulla rivendicazione di una parità di piano tra le ingiustizie subite tra uomo e donna e che è assolutamente pretenziosa. Non una parola sulle violenze o i femminicidi... ah no, giusto, dobbiamo aspettare il 25 novembre per vedere queste cose qui... intanto penso che cercare di spiegare questo pezzo sarebbe un torto ancora peggiore per chi ha ben sviluppato il senso del ridicolo, mi limito quindi a rilevare che questo è solo lo zucchero. quando le restrizioni covid saranno allentate, temo che ben altre iniziative saranno quelle che ci dobbiamo aspettare da questa giunta.
conte1 2020-11-23 00:43:05
NON ci vedo nulla di male per quello che ha detto l'assessore, polemiche inutili che vengono dal PD,le SOLITE
alessandropirani 2020-11-23 12:58:07
Non ci vede nulla di male nessuno.
Nel frattempo però durante la chiusura per l'emergenza sanitaria sono triplicati gli omicidi che hanno avuto come vittima una donna, arrivando a un femminicidio ogni due giorni.
Per una volta non facciamola essere l'ennesima polemica politica.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS