SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’Anpi sul commento di Bello ad una foto di Mussolini

"Deve dimettersi per infedeltà alla Costituzione"

Belenchia Servizi Immobiliari - Amministrazione condomini Senigallia - Nuova sede
La bandiera dell'ANPI, l'associazione nazionale partigiani d'Italia

Un neo consigliere comunale nonché ex Sindaco di Ostra Vetere Sig. Massimo Bello che elogia un gruppo di ragazzi che alla vigilia delle elezioni pubblica una foto di gruppo con il ritratto di Mussolini dicendo a questi “ Grandi “, dovrebbe dare immediatamente le dimissioni, per alta infedeltà verso le istituzioni e verso la Costituzione Repubblicana.

Un rappresentante delle Istituzioni dovrebbe avvertire, ancor più di un cittadino comune, la responsabilità di esprimersi e di comportarsi con decenza e decoro, almeno per rispetto dell’Istituzione che rappresenta.

L’Anpi invita a prendere le distanze da questo personaggio per rispetto della nostra storia, della nostra Costituzione e delle nostre istituzioni democratiche. Si tratta di parole e atteggiamenti gravissimi e di uno squallore incredibile che denigrano chi ha lottato ed è morto per la nostra libertà, compresa la sua, dei nostri figli e dei nostri nipoti.

Si coglie l’occasione per comunicare che su iniziativa dell’Anpi cittadina, un nutrito gruppo di Senigalliesi, domenica prossima si recherà a Marzaboto

Il Presidente ANPI DI Senigallia Leonardo Giacomini

ANPI Senigallia
Pubblicato Venerdì 25 settembre, 2020 
alle ore 11:05
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 2 commenti
fra77 2020-09-25 12:31:45
Il Sig. Bello si dovrebbe vergognare. Siamo nel 2020 e c'è chi ancora osanna un orribile personaggio passato alla storia come uno dei peggiori assassini.
Innanzitutto pare che di questi tempi sia necessario ricordare chi è stato Benito Mussolini. Il promotore di iniziative politiche che hanno portato a 700mila morti tra gli abissini durante la guerra in Etiopia, 350mila tra i soldati italiani caduti durante la Seconda Guerra Mondiale, 640mila tra gli internati nei lager tedeschi, 45mila tra i deportati politici e razziali nei campi di sterminio. Durante il regime, i cittadini italiani subirono in totale 28mila anni di carcere e confino politico, 42 fucilazioni su sentenza del Tribunale Speciale, e furono diversi milioni i morti tra gli avversari del fascismo. Ecco chi era il dittatore Benito Mussolini e cosa ha fatto il fascismo.
Chi gioisce di fronte ad una figura di Mussolini è un sempliciotto da farlo tacere con i libri di storia,libri e storia materia sconosciuta a persone poverine che lo osannano.
Mario2 2020-09-25 15:39:27
@fra77 verissimo infatt in Italia abbiamo la legge sull'apologia del fascismo che non si applica mai un pò come per tutte le altre leggi e leggine, non si dice niente però sui morti del comunismo, anzi ancora qualcuno ne porta il simbolo sulla bandiera politica, vogliamo parlare dei salvatori del mondo? Se fossero stati i tedeschi a vincere la guerra probabilmente oggi leggeresti sui libri che gli Usa sono la razza peggiore al mondo, l'unica che ha sganciato due bombe atomiche sulla popolazione civile e sottolineo civile. Oggi un azione del genere sarebbe considerata un crimine contro l'umanità.
Quindi quello che c'è scitto sui libri lascia il tempo che trova, piuttosto vediamo di usare il cervello.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura