SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Monopattini elettrici: obblighi e divieti per la circolazione stradale

La Polizia Locale di Senigallia fa chiarezza sugli aspetti normativi dopo l'aumento di tali veicoli sulle strade cittadine

Biciclette bici elettriche Mancinelli - Senigallia
Monopattino Elettrico

In questi giorni possiamo notare sulle nostre strade un aumento considerevole di monopattini elettrici.
Alcune persone ci chiedono su quale parte della strada possono circolare, se sono da considerare come biciclette o possono transitare sui marciapiedi.

Occorre, pertanto, fare chiarezza e fornire alcune informazioni essenziali per circolare in sicurezza ed evitare spiacevoli discussioni o addirittura incidenti stradali.

I monopattini elettrici sono assimilati ai velocipedi. Hanno motore di potenza nominale continua non superiore a 0,50 kW e devono rispondere agli altri requisiti tecnici e costruttivi indicati nel Decreto ministeriale MIT 4.6.2019 n.229.

In particolare:
– devono avere il campanello (come quello previsto per le biciclette. Il suono deve essere percepibile ad almeno 30 metri di distanza);
– devono avere un regolatore di velocità, che non consenta di superare i 25 Km/h quando circolano sulla carreggiata delle strade e i 6 km/h quando circolano nelle aree pedonali;
– devono riportare la marcatura «CE»;
– non devono essere dotati di posto a sedere, perché sono destinati ad essere utilizzati con postura in piedi;
– da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità, e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione, devono essere equipaggiati con luci bianche o gialle anteriori e con luci rosse e catadiottri rossi posteriori per le segnalazioni visive ed in mancanza non possono essere utilizzati, ma solamente condotti o trasportati a mano;
– il conducente deve aver compiuto 14 anni;
non è richiesta la patente
– possono circolare su strade urbane con limite di velocità di 50 km/h (dove è consentita la circolazione dei velocipedi), su strade extraurbane se è presente una pista ciclabile, ma solo all’interno della pista stessa e nelle aree pedonali urbane dove è consentita la circolazione delle biciclette.

E’ obbligatorio:

– circolare in fila unica se le condizioni lo richiedono e mai affiancati in numero superiore a due;
– avere libero l’uso di braccia e mani;
– reggere il manubrio almeno con una mano;
– condurre a mano il veicolo quando si può essere d’intralcio o pericolo per i pedoni;
per i minori di 18 anni, indossare idoneo casco protettivo (non previsto per gli altri dispositivi); il casco deve essere idoneo ma non necessariamente omologato;
– indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità nelle ore notturne o di scarsa visibilità;
– devono circolare mantenendosi il più vicino possibile al margine destro della carreggiata.

È vietato:

trainare o farsi trainare;
trasportare persone, animali o cose oltre il conducente. Tali veicoli devono sempre rispettare il divieto di trasporto passeggeri, in quanto non costruiti con attrezzature idonee per il trasporto;
– fare uso di telefonini o di cuffie sonore;
– circolare sui marciapiedi.

dalla Polizia Locale di Senigallia

Commenti
Solo un commento
Mario2 2020-07-28 10:41:28
Insomma come al solito, mille precisazioni mille divieti poi tanto ognuno fa come gli pare perchè i controlli non ci sono. Basta vedere coem vanno moto e scooter, manco fossimo al moto GP
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!