SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Candidatura Mangialardi in contrasto con codice del suo stesso partito”

Per la Lega e La Civica dunque "quale credibilità può avere?"

2.070 Letture
commenti
Hotel Corallo Senigallia - La tua vacanza al mare sulla Spiaggia di Velluto, per stare bene insieme
Elezioni amministrative 2016

Quale credibilità politica può avere la candidatura di Mangialardi alla carica di governatore delle Marche, se si pone in contrasto con il codice etico del suo stesso partito?


Il codice etico del P.D., infatti, prevede all’art. 5 comma 1 lettera a) che “Le donne e gli uomini del Partito Democratico si impegnano a non candidare, ad ogni tipo di elezione ¬ anche di carattere interno al partito¬ coloro nei cui confronti, alla data di pubblicazione della convocazione dei comizi elettorali, sia stato: a) emesso decreto che dispone il giudizio…”
Mangialardi è stato rinviato a giudizio nel processo sull’alluvione del 03/05/2014 a Senigallia e ha pendente la richiesta di rinvio a giudizio per abuso d’ufficio e violenza privata in merito alla gestione della piscina comunale di Senigallia.

Nonostante ciò, gli uomini e le donne del partito democratico in violazione del loro codice etico, l’han candidato.
Sorgono spontanee alcune domande: quale valore ha l’etica per il P.D.? quale credibilità politica ed amministrativa può avere una figura che aspira ad amministrare la nostra Regione se va contro il codice etico del suo stesso partito?

Senza contare poi che Mangialardi continua a ricoprire la carica di presidente A.N.C.I. Marche e proprio il giorno dopo la presentazione della sua candidatura ha visitato il territorio regionale colpito dal sisma, insieme al commissario Legnini. Quel Legnini, già vicepresidente del C.S.M., candidato P.D. a governatore dell’Abruzzo, oggi commissario alla ricostruzione e finito nelle intercettazioni di Palamara.

Quel Palamara cacciato dall’A.N.M. per gravi e reiterate violazioni del loro codice etico.

Da
Coordinamento Lega Senigallia
La Civica

Commenti
Ci sono 4 commenti
Mario2 2020-07-03 17:53:16
Ricordo quando chiamavano Berlusconi "l'indagato" ora poi viene fuori che forse e dico forse non era nemmeno colpevole, chissà come finirà il processo per il Sindaco invece. La cosa più grave e che tutti nel PD stiano zitti pensando che la popolazione non se ne accorga, ci vuole veramente coraggio votare questa gente.
conte1 2020-07-03 20:06:59
Mangialardi non dovrebbe essere tra i candidati, perché, come si legge da questo articolo, va contro il codice etico del suo partito, cosa che lui non vuol sentire. Se è un uomo con un pò di decenza si dimetta.
centr100
centr100 2020-07-03 20:08:59
Dopotutto è lo stesso partito che ha candidato un nome a sindaco evitando accuratamente di fare le primarie (perchè forse i vertici di partito temevano non le avrebbe superate?)
stanley 2020-07-06 10:08:47
A due mesi dalle elezioni il centrodestra a Senigallia non ha ancora trovato un candidato sindaco, non si sa se lo troverà e la Lega non trova niente di meglio di andare a ficcanasare a casa degli altri . Il PD ha scelto il proprio candidato e viaggia spedito per la propria strada. Il centrodestra a Senigallia faccia lo stesso! Il PD e tutta la sinistra è in piena campagna elettorale, il centrodestra invece continua solo a parlare male degli altri
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!