SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia - Centro ottico e optometrico

Allerta Coronavirus, le disposizioni a Senigallia alla luce del Dpcm dell’8 marzo

Mangialardi: "Tuteliamo i nostri anziani e i soggetti più deboli"

Coronavirus

Ai sensi del nuovo Dpcm dell’8 marzo, recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale, si comunica che, al momento, è confermata fino al 15 marzo la sospensione delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado.

Fino al prossimo 3 aprile, invece, resteranno chiusi la Biblioteca comunale Antonelliana, le sedi delle mostre dedicate a Mario Giacomelli (Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera) e tutti i siti del circuito museale; ovviamente saranno sospesi tutti gli spettacoli, le manifestazioni e gli eventi, inclusi quelli cinematografici e teatrali.

Per l’utilizzo delle palestre e degli impianti sportivi, sia quelli comunali che quelli gestiti dalle società, sono applicate le prescrizioni indicate nel Dpcm, che prevedono ingressi limitati in ragione della capienza e delle caratteristiche di ogni struttura.

Si ricorda, inoltre, che anche le attività commerciali sono tenute a rispettare le prescrizioni contenute nel medesimo Dpcm. In particolare, per quanto concerne le attività di ristorazione e bar, è a carico del gestore l’obbligo di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Il nuovo decreto, poi, vieta agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso, salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto, mentre l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (Rsa), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.

Per quanto concerne gli uffici comunali, che restano comunque operativi, è previsto che fino al 3 aprile gli utenti potranno accedere uno alla volta in ogni edificio comunale.

È fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

“Come ho già avuto modo di dire – afferma il sindaco Maurizio Mangialardil’espandersi del contagio da Covid 19 sta imponendo misure di contenimento sempre più severe. In questo momento c’è bisogno dell’aiuto di tutti e tutti abbiamo il dovere di contribuire al contenimento della diffusione di questa epidemia. Diamo dimostrazione di senso di responsabilità e di essere comunità. Contro il virus costruiamo un ponte tra le generazioni tutelando i nostri anziani e cerchiamo di essere solidali con chi è più debole, evitando di esporre al contagio i soggetti più deboli. Insomma, atteniamoci alle disposizioni del Comitato Nazionale per il contenimento del Coronavirus, sia per evitare la paralisi dei nostri ospedali, sia per porre fine quanto prima all’emergenza. L’invito, come sempre, è quello di tenersi informati esclusivamente tramite i canali ufficiali del Ministero della Salute, della Regione Marche, del Comune di Senigallia e della Protezione civile comunale”.

Commenti
Solo un commento
Glauco G. 2020-03-09 17:31:39
Bene..tutto molto bene... è un dato di fatto che a beve diventeremo zona rossa pure noi (credo sia inevitabile)...ma ora mi ripeto nuovamente ....chiudiamo e limitiamo i locali...chiudiamo le mostre...chiudiamo qui chidamo la....ci appelliamo al buon senso per non spostarsi da provincia a provicia ma poi che facciamo? ancora teniamo operativa la stazione? ma è tanto difficile capire che dal treno arriveranno una vagonata di contaggiati? è difficile capire che alcuni treni sono pieni e nessuno puo stare ad 1 metroi di distanza e il virus trova facile diffusione dentro un treno? e noi teniamo aperta la stazione? avete oppure no chiuso la stazione? quella è la prima cosa da fare qui...non l'ultima...altrimenti chiedete a tutti di essere giudiziosi...fate i belli su FB ...ma è illogico dire alle persone di stare a casa e in parallelo tenete operativi i treni...si puo oppure no prendere un treno? stiamo a casa oppure possiamo andare in treno? e non venitemi a dire che tutti lo prendono solo per andare al lavoro (altra assurdita tutta italica). bene...io mi accodo alle direttive ma fate basta di fare gli esperti mondiali della sanità criticando chi va a passeggio mentre il virusa rriva a bidonate dai treni. spero che oggi..passando di fronte la stazione sia tutto chiuso..lo spero altrimenti altre chicchere buttate al vento di chi chiede collaborazione al cittadino...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura