SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Ristorante Pulcinella - Cucina di mare - Menù happy summer, menù cozza mare - Senigallia

A Senigallia, “Le donne migranti raccontano le donne: per un futuro da cucire insieme”

Concluso il corso di taglio e cucito, prima parte del progetto promosso dall'associazione Le Rondini

Le donne migranti raccontano le donne: per un futuro da cucire insieme

Si è concluso con successo il corso di taglio e cucito, prima fase del progetto dal titolo “Le donne migranti raccontano le donne: per un futuro da cucire insieme”, sostenuto con i fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese.

Destinatarie di tale iniziativa sono state 10 giovani donne provenienti da diversi contesti, sia sociali che geografici, a promuoverla l’associazione Le Rondini, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia, l’associazione LinC-Luoghi in Comune Onlus e l’associazione Stracomunitari.

Sotto la guida di due sarte esperte, le giovani hanno appreso le basi del taglio e l’impiego delle macchine da cucire, concesse dalla Chiesa Valdese, molto valorizzate fin da subito per aggiustare e confezionare i loro abiti, risistemare quelli dei loro bambini e con grande creatività sono stati riciclati vecchi abiti occidentali adattandoli ai loro gusti.

Attraverso questa iniziativa si è creato un ambiente molto familiare che, oltre all’attività prevista, ha dato spazio alla conoscenza reciproca, allo scambio di consigli, al chiacchierare allegramente. Le partecipanti si sono già date appuntamento per ritrovarsi a settembre prossimo, per approfondire la tecnica del cucito ma soprattutto per riprendersi del tempo da dedicare a loro stesse, al loro desiderio di distrarsi dai lavori domestici, al bisogno di socializzare, di ridere, di fare piani per il futuro.

A luglio partirà invece una nuova fase del progetto, che vedrà coinvolte alcune donne immigrate per la realizzazione di video interviste sul percorso in Italia di altre donne migranti. L’obiettivo è quello di fornire occasioni di confronto interculturale, con l’aiuto di mediatori culturali e tecnici video. Le riflessioni individuali, guidate e condivise, condurranno ad un’analisi oggettiva delle condizioni di vita e di accoglienza offerte e ricevute, restituendo uno spaccato originale della realtà quotidiana femminile. Parallelamente Federico Pergolesi, video maker, realizzerà un cortometraggio che verrà proiettato a fine progetto.

Lo scopo principale del progetto, lo stesso che l’associazione Le Rondini mira costantemente a raggiungere anche attraverso le sue attività giornaliere rivolte soprattutto ai minori, è essenzialmente quello di aiutare il singolo ad esprimere se stesso come persona, creando un ambiente di accoglienza ed integrazione per sentirsi parte in qualche modo di una comunità.

Per chi fosse interessato a collaborare con l’associazione Le Rondini Onlus
Cell. 348.5569535
e-mail: lerondinisenigallia@gmail.com

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura