SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Nirvana Club - Palestra centro benessere - Senigallia

“Un Pronto Soccorso per funzionare avrebbe bisogno di 4 cose..declassate a Senigallia”

Il Comitato Difesa Ospedale rincara la dose sulla situazione dell'ospedale locale, "di serie B"

1.652 Letture
commenti
Ospedale Senigallia, Pronto Soccorso di Senigallia

Dopo la neve che li ha visti “molto impegnati” si spera che i nostri amministratori, assenti completamente sull’argomento, si interessino anche dell’impoverimento dell’Ospedale che sta diventando di Serie B con i cittadini che si ribellano a questo declassamento insopportabile nei suoi punti principali quale per esempio il Pronto Soccorso, di cui oggi parliamo.


Un Pronto Soccorso per essere funzionale ed efficiente ha bisogno fondamentalmente di 4 cose, in assenza delle quali e nella paralisi più totale non potendo gestire o potendo gestire male e con estrema lentezza i vari casi acuti che si presentano:

1) Diagnostica per immagini (a Senigallia non c’è la Risonanza e la Tac ormai obsoleta e’ più tempo rotta che funzionante. I pazienti vengono inviati a Jesi !!)

2) Laboratorio Analisi (è noto a tutti i cittadini il depotenziamento in corso a causa della
nuova organizzazione, prenotazione obbligatoria voluta dal Direttore di Area Vasta Bevilacqua, approvata dalla IV° Commissione Sanità Comunale e messa in atto del dirigente sanitario facente funzioni del Servizio, che ha penalizzato di molto i cittadini. L’Unità Operativa decisionale è a Jesi)

3) Posti letto ospedalieri (stiamo ancora aspettando i posti letto che sembrava avessimo perso, ci dicevano momentaneamente, della DPA; l’Oculistica non ha più posti letto, l’Otorinolaringoiatria non ha più posti letto…)

4) ) Specialistiche mediche e chirurgiche per attività di consulenza H24:
– l’urologia ormai è persa da tempo.
– l’oculistica rispetto al passato non ha più un medico reperibile tutte le notti e tutti i festivi ma solo alcuni ; inoltre solo una parte del pomeriggio è “coperta”- eventuali urgenze chirurgiche vengono “centralizzate” a Fabriano mentre in passato erano tranquillamente gestite a Senigallia;
– l’otorinolaringoiatria, ormai a Senigallia con due soli medici, non è più’ abilitato a dare il proprio supporto al Pronto Soccorso ne’ di pomeriggio ne’ tantomeno notte e festivi. Spesso anche durante il giorno, a causa della grave carenza di organico che si protrae da Novembre 2016, le urgenze vengono “centralizzate” a Fabriano.

Bastava un solo medico in più, come in passato, e la situazione sarebbe stata ben diversa.

Ma sembra che l’azienda abbia deciso di dare il terzo medico in pianta organica a Fabriano;
– la Cardiologia perdendo l’UTIC verosimilmente potrà solo in parte supportare il PS che sarà spesso obbligato a “centralizzare” le urgenze cardiologiche a Jesi.

Prima di votare, caro concittadino, pensa alla salute!!!

#Ciranò e alla fin della licenza io tocco

 

Da

Comitato Difesa Ospedale di Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura