SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Farmacia estiva Manocchi Carloni - Lungomare di Senigallia

Uffici del Servizi Sociali di Senigallia: sai quando entri ma non quando esci

L'odissea di un cittadino che aveva fatto richiesta dei contributi per l’affitto

3.367 Letture
commenti
Comune di Senigallia, uffici al piano terra del Municipio

Decisamente più facile trovare la via di uscita dal “Labirinto di Cnosso”, che secondo la mitologia greca fu fatto costruire dal Re Minosse per rinchiudervi il mostruoso Minotauro, che riuscire ad andare “a dama” con gli Uffici del Servizi Sociali di Senigallia. In quelli uffici sai quando entri e cosa chiedere, ma è impossibile sapere quando si riuscirà ad ottenere quello che di diritto ti spetta.

Parliamo deiContributi per l’affitto anno 2015 e relativa Pubblicazione delle Graduatorie”.

Un Cittadino Senigalliese aveva fatto regolare domanda e in data 21 giugno riceveva la lettera, che potete vedere in foto, che gli comunicava la sua posizione in graduatoria e che avrebbe avuto quindi diritto al rimborso di 12 mensilità. Dal 21 giugno, giorno della pubblicazione della graduatoria, partivano i 15 giorni “consecutivi” per un possibile ricorso di chi non era rientrato nel contributo. Passati i 15 giorni, ossia dal 6 luglio, sarebbero stati esaminati gli eventuali ricorsi e dopo approvate definitivamente le graduatorie.

Da quel 21 giugno più nulla seppe “quel” Cittadino. Allora si informò chiedendo spiegazioni agli uffici sull’arrivo materiale del contributo, e gli fu detto che sarebbero arrivati “a giorni”, ma questo accadeva poco più di un mese fa. I giorni passarono, ma niente arrivò. Allora altra chiamata di spiegazioni: “Stiamo preparando i mandati”. Bene, allora ci siamo… No, non ci siamo proprio, il Cittadino si era illuso anche questa volta. Altra chiamata ieri, 7 settembre, sempre per chiedere ulteriori spiegazioni: “E’ tutto in ragioneria”.

Adesso però bisognerebbe sapere in quale parte del “mondo” si trova la ragioneria visto che ha una certa “difficoltà” ad erogare con celerità il contributo che a quel Cittadino spetta e farebbe tanto comodo visto che ha due bambini da mandare a scuola e dovrà comprare diverse “attrezzature” scolastiche.

La lettera che abbiamo ricevuto da questo Cittadino finisce con due domande e una preghiera. Le due domande: “Perché sono così lenti? Quanto dovrò ancora aspettare”? La preghiera; “Aiutateci”!

Vede caro Cittadino, fosse per noi che abbiamo sempre un rispetto massimo per il popolo e anche di più per chi è in difficoltà, non avrebbe di certo aspettato tutto questo tempo. Per la politica è diverso, come è diverso per gli uffici statali/regionali/comunali. Sia i primi che i secondi sono ben “corrazzati” in quanto ogni 27 del mese prendono lo stipendio, ergo lor signori neanche immaginano le problematiche che hanno quelle persone che sono in difficoltà economica, quindi ogni loro operazione va a rilento se non nel dimenticatoio.

Vede caro Cittadino, lei che è nato in Italia ha la sfortuna di venire “ascoltato e aiutato” dopo gli extra comunitari, perché in Italia si spendono fior di miliardi di euro al mese per loro e si lascia nell’indigenza più totale l’italiano che regolarmente paga le tasse e che avrebbe tutti i santi diritti di essere aiutato e anche con solerzia, ma non è così purtroppo.

Senigallia poi ha una Amministrazione di sinistra totalmente devota verso lo straniero, lo aiuta in mille modi: gli da la casa, gli paga la spesa, le bollette, li manda gratuitamente a fare i corsi OSS, gli permette anche di commettere le illegalità come accade per i Parcheggiatori Abusivi e i Vu Cumprà che agiscono e operano in piena illegalità senza che gli venga detto nulla. La politica della sinistra è questa caro Cittadino, a loro dell’Italiano non importa nulla se non quando devono spremerlo per bene tassandogli anche l’aria che respira. E li vogliono anche subito pena more e multe, ma quando sono loro a doverli dare…campa cavallo che l’erba cresce.

Anche Senigallia, che è amministrata dalla sinistra, non sfugge a questa “regola”, nell’augurare a Lei, Cittadino, che il contributo arrivi quanto prima ci corre l’obbligo ricordarle con cortesia di riflettere bene dove mettere la croce la prossima volta che si andrà a votare a Senigallia, secondo noi, vista la mala politica quotidiana di questa sinistra, conviene mandarli a lavorare sul serio (sempre che ne siano capaci) cambiando totalmente indirizzo, altrimenti lamentarsi solamente non serve a nulla.

da Marcello Liverani
Coordinatore Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Senigallia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno