SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia

L’US Pallavolo Senigallia reagisce e va alla “bella” nel giorno dell’omaggio a Raffone

La Max Control vince 3-0 a Porto Recanati; nella palestra Leopardi il tributo a un simbolo del volley

1.461 Letture
commenti
Andrea Giordani

Grande rivincita per la Max Control che si rifà della sconfitta interna in gara 1 della serie decisiva per non retrocedere e si giocherà nella bella, in programma sabato 14 a Senigallia, la permanenza in serie C.


Ottima la prestazione dei nerazzurri in particolare a muro (decisivo il rientro di Giordani) e in tutti gli altri fondamentali. I senigalliesi hanno dominato i primi due set, anche se nel primo il Porto Recanati è riuscito a riavvicinarsi nel finale. Più equilibrato il terzo set, con i padroni di casa quasi sempre in vantaggio, raggiunti sul 21 pari e poi lasciati sul posto dal rush finale nerazzurro. Parziali 23-25, 19-25, 21-25.

Sabato 14 (ore 21, palasport di via Campo Boario a Senigallia) la decisiva gara 3. Chi vincerà tra Max Control e Porto Recanati sarà salvo. Chi perderà, retrocederà in serie D.

Intanto la società ha deciso di omaggiare Brunello Raffone con un minuto di silenzio nella palestra (Leopardi) che fu il tempio della mitica Ciare Ausonia dei tempi dell’ex coach.

Minuto di silenzio per RaffoneCosì la US Pallavolo Senigallia ha reso omaggio al ‘Raf’, simbolo per anni della pallavolo senigalliese. Presenti al fischio di inizio della partita maschile di prima divisione della US di coach Stefano Paradisi, oltre ai dirigenti nero-azzurri con il vice presidente Simone Facchini, il direttore tecnico Roberto Paradisi e una rappresentanza di tecnici del settore giovanile, anche l’ultimo presidente della AS Pallavolo Ciare Mario Massacesi e l’allora capitano delle biancorosse Marina Romagnoli in rappresentanza di quella affiatatissima squadra così amata da Raffone.

Schierato per il minuto di silenzio anche Michele Rotondo, attuale responsabile del settore giovanile della US e allora secondo allenatore di Raffone nella vecchia Ciare. “Un tributo doveroso – ha dichiarato il Dt Paradisi – a chi ha dedicato alla pallavolo e ai giovani la propria vita”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno