SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Editoria on-line

Bruxelles, il sindaco di Senigallia condanna gli attentati: “Violenza disumana e vigliacca”

Mangialardi cita il presidente Mattarella: "Evitare ogni psicosi che avvelena la nostra società: è in gioco la democrazia stessa"

1.572 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi

Ancora una volta l’Europa è stata colpita al cuore, ancora una volta la violenza disumana e il terrore cieco si è vigliaccamente abbattuta su cittadini inermi. In un solo attimo, decine di vite sono state strappate alla quotidianità degli affetti più cari, del lavoro, dello studio. Dopo Madrid, Londra e Parigi, oggi è toccato a Bruxelles versare sangue innocente per mano di chi vuole annientare i nostri valori, tentando di intimidirci e di gettare nel caos la nostra società“.

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi sugli attentati di Bruxelles.

Il dolore, la rabbia e l’angoscia per questo ennesimo attentato non devono però farci perdere di vista gli ideali di libertà e giustizia su cui si fondano le nostre istituzioni, e che sono più forti di qualsiasi atto di terrore. Come ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è in gioco la nostra democrazia. È dunque necessario evitare ogni tipo di psicosi che rischiano esclusivamente di avvelenare la nostra società e di cedere alle banalizzazioni di chi, per tornaconto proprio, è sempre pronto ad alimentare la paura del diverso“.

Oggi più che mai – conclude Mangialardi – di fronte a questa ennesima tragedia, l’Europa ha il dovere di adoperarsi per favorire l’avvio di un’ampia iniziativa diplomatica nelle aree calde del Mediterraneo, dalla Siria alla Libia, capace di sottrarre linfa vitale al fondamentalismo che si nutre di odio“.

Commenti
Ci sono 3 commenti
Nemo
Nemo 2016-03-23 01:14:55
Eccone un altro che dovrebbe andare a pascolare le pecore! Ancora che parla della diplomazia...ma nella testa vi ci girano solo le mosche?
Andrea P. 2016-03-23 13:09:29
Hai ragione.....
Mario2 2016-03-23 19:36:13
Chi è causa del suo mal pianga se stesso, questi sono i risultati di una politica e di una capacità di valutazione dei rischi a dir poco superficiale. In Italia deve esserci sempre l'estremismo, o tutti dentro o tutti fuori, bastava controllare gli ingressi, una persona che paga la mafia 3000 euro per un viaggio su un gommone poteva permettersi di acquistare un biglietto aereo ed entrare regolarmente, come mai non lo fa nessuno? Quanti dei rifugiati sono veramente rifugiati e quanti approfittano di questo momento di follia? Ecco le conseguenze, attacchi terroristici e stretta sui cittadini onesti, spiati e limitati nelle loro libertà. da bravi pocoroni che ogni tanto devono sentire la leganta del pastore.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura