SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
GDA Moda - Stock House Montignano - Abbigliamento Senigallia

“Complanare strategica per Senigallia: bastano due giorni di lavori per dimostrarlo”

Il sindaco interviene sui disagi "che nemmeno l'interruzione per cinque mesi della statale era riuscita a causare"

2.195 Letture
commenti
Investimento di un cane sulla complanare in costruzione

Sono bastate due mezze giornate di chiusura per dimostrare quanto la complanare sia strategica per la mobilità di Senigallia e per la qualità della vita dei cittadini“.

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi sulla riapertura della complanare dopo la chiusura dei giorni scorsi a causa dei lavori per lo sfalcio della vegetazione.

I disagi provocati dall’interdizione al traffico per poche ore – disagi che lo scorso anno neppure l’interruzione per cinque mesi della statale erano riusciti a causare – sono stati la cartina tornasole di come già oggi questa infrastruttura, ancor prima di essere completata e servendo volumi di traffico ben al di sotto del potenziale che avrà l’opera completa, abbia cambiato positivamente la viabilità cittadina e di come la rivoluzionerà una volta terminata, grazie allo spostamento del traffico, pesante e non, fuori dai centri abitati. Un grande risultato in termini di sicurezza, sostenibilità ambientale e miglioramento della qualità della circolazione“.

Di fronte a tutto questo – continua il sindaco – credo non valga la pena ricordare le proteste, le ‘lenzuolate’, i professionisti da comitato, gli esperti tuttologhi che per mesi, forse anni, hanno sentenziato sull’inutilità dell’opera. Sono vicende che, in tutti i sensi, appartengono al passato, e a un modo di fare politica capace di scommettere esclusivamente sull’immobilismo. Ciò che oggi vogliamo fare, invece, è guardare al futuro. Il futuro di una città consapevole dei prestigiosi obiettivi già raggiunti, che ha saputo imporsi nella scena regionale e nazionale come modello in diversi campi, a partire dal settore turistico, ma che non si adagia sugli allori e sceglie l’impegno per migliorare costantemente i suoi servizi e la sua capacità di essere sempre più accogliente e in linea con le migliori esperienze europee. In tale ambito rientra certamente il tema della viabilità e dell’ammodernamento infrastrutturale“.

Anche per questo, nella riunione della II commissione con l’ingegner Alberto Selleri di Autostrade per l’Italia, già convocata per lunedì 8 febbraio, andremo a fare il punto – conclude Mangialardi – sulla prossima apertura della terza corsia dell’A14, i cui lavori sono stati recentemente completati, e sull’ultimazione della Complanare che dovrà avvenire in estate, con l’apertura del tratto che dal vecchio casello giungerà fino alla statale Adriatica, nei pressi della rotatoria del Ciarnin“.

Commenti
Ci sono 6 commenti
stefano 2016-02-03 18:43:49
Torno a richiederVi (la seconda volta) , come mai non pubblicate il mio intervento in risposta al primo cittadino (la minuscola è doverosa)? Oppure solamente chi siede sulla Prima Poltrona della città può permettersi il lusso ( e la volgarità e la cialtroneria ) di avventurarsi in bieche polemiche e basse irrisioni ? stefano bernardini
Carlo Leone 2016-02-03 19:15:33
Gentile Bernardini,
in coda nel sistema non vi è alcun suo intervento. Forse un problema nell'invio? Oppure si tratta di un comunicato (che però non troviamo neppure nello spam)?
Cordiali saluti
vecchio freak 2016-02-03 20:00:14
Appena vado in pensione mi metto a contare le auto di via cellini...
stefano 2016-02-03 22:36:12
La vis polemica del Sindaco, per giunta di bassa lega, mette in evidenza come non abbia ancora digerito le proteste ( per Lui una sorta di lesa maestà) che i cittadini hanno saputo mettere in campo contro un’infrastruttura considerata dallo stesso tanto “strategica” da portarlo a siffatti orgasmi lessicali.
La chiusura di due giorni della Complanare per questioni di sfalcio della vegetazione ( a dir poco paradossale in una infastruttura tutta calcestruzzo e cor-ten) dà la stura al Sindaco per argomentare su di una “cartina al tornasole” che mette in evidenza come infernali ingorghi stradali (basici?acidi?neutri?) evaporino d’incanto alla riapertura dei cancelli della stessa. Ed è tutto un fiorire di peana e putipù : “qualità della vita, prestigiosi obiettivi raggiunti a livello regionale e nazionale, sguardo rivolto al futuro “ e via con tutta la roboante retorica autocelebrativa.
Ma al Sindaco viene da chiedere come mai anche oggi Complanare già aperta le strade cittadine , in primis via Po, erano intasate da file di auto come nelle due giornate precedenti?
Come mai tutte le mattine, a Complanare aperta, su via Po e vie adiacenti le file di auto procedono a passo d’uomo ( in una sorta “di immobilismo “ che più di una scommessa è una evidente realtà)?
Ha mai sentito parlare il Sindaco di Ospedale o Uffici Pubblici del Centro come attrattori di traffico e che la Complanare non è riuscita a togliere dalle vie cittadine?
Vuole dirci come mai la Complanare, fatta eccezione per le prime ore della mattinata, risulta una strada poco trafficata a volte deserta ( sono stati rilevati i dati di traffico con il metodo pass-by-pass ) e al contempo c’è una Strada Statale che rimane con elevati carichi di traffico?
E dal momento che i “professionisti da Comitato” hanno sempre richiesto la verifica dei dati di progetto , vuole dire il Sindaco come mai non sono state fatte le misurazioni post-operam dei flussi di traffico, dell’inquinamento da rumore e dell’inquinamento da polveri da traffico? Se chiede presso il Ministero dell’Ambiente sapranno dirgli qualcosa sul ritardo delle misure.
Vuole dirci che fine hanno fatto le finestre silenti e gli asfalti mangia polveri e mangia rumore?
Vuole dirci come mai , a diversi anni dal completamento dell’opera, non sono stati ancora liquidati da Società Autostrade tutti gli espropri? Non si era proposto a garante il Sindaco della liquidazione dei danni?
Un Sindaco più che pavoneggiarsi dovrebbe essere in grado di rispondere a queste cose. Sorprende pertanto, che dopo anni, l’unica cosa che Mangialardi riesce a mettere in evidenza è una persistente malcelata acidità di stomaco . Ancor più sorprendente dal fatto che è un esperto Erborista (prestato alla politica) e come tale avrebbe dovuto già trovare l’infuso giusto.
stefano bernardini
maria garbini 2016-02-03 23:11:59
RI-proverò, in quanto vivere s. ormai da settimane non mi pubblica dicendomi “codice sbagliato”. Son totalmente PRONI, mentre 60019 non mi ha ancora censurato. l.mancinelli

Autoincensarsi è la norma per il nocchiero-sindaco! Vedremo quali scuse troverà per i ritardi della terza corsia, che vivere s. ha documentato e per le infiltrazioni alla galleria del cavallo della complanare, che non sarà completata neanche per l'estate.
Suddito n.d.
matteo 2016-02-04 07:47:37
Sono convinto dell'importanza della complanare,basta guardare le code di via Cellini e via Po a complanare chiusa, ma non è accettabile che il sindaco lo faccia notare in maniera così infantile, soprattutto visto che parte della coda era dovuta alla disinformazione: emettere l'ordinanza di chiusura la mattina stessa (chissà se prima o dopo la chiusura effettiva) senza darne preavviso alla cittadinanza non dimostra una grande capacità di amministrazione di una città (2/3 tabelloni luminosi in punti inutile non danno nessuna informazione.) inoltre si potrebbe anche discutere sulla necessità della chiusura (perché in tutte le altre strade si riesce a farlo senza chiusura?) , ma è senz'altro assurdo far coincidere la chiusura della complanare con quella di viale 4 Novembre.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno