SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Simonetta Bucari: “Aumento Tasi solo per le fasce di reddito più alte”

"Solite 'verità parziali' da parte dell'opposizione", ammonisce il consigliere comunale di Senigallia

1.792 Letture
commenti
Hotel Corallo Senigallia
Comune di Senigallia

Ancora una volta “verità parziali e mistificatorie” da parte dell’opposizione in previsione dell’approvazione del bilancio comunale di previsione 2014, presentato dall‘assessore Paci in commissione consiliare.

“Verità parziali”, perché non si tiene conto innanzitutto della normativa nazionale che prevede per il 2014 un ulteriore inasprimento del saldo obiettivo del patto di stabilità ed ulteriori tagli ai trasferimenti statali per gli enti locali, né si specifica che la TASI (acronimo di Tassa sui Servizi Indivisibili, la nuova imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014), può variare, sulle prime case, dall’1 per mille fino al 2,5 per mille, ma per applicare detrazioni o altre misure fiscali a favore dell’abitazione principale ed unità equiparate si deve deliberare un incremento dello 0,8 per mille, previsto dalla legge 2 maggio 2014, n. 68.

È questo il percorso che ha scelto di intraprendere la maggioranza: aumentare la TASI solo per le fasce di reddito più alte, al fine di liberare risorse per poter applicare detrazioni alle famiglie con minore capacità contributiva e alle famiglie colpite dalla tragica alluvione del 3 maggio.

Progressività nella tassazione è quindi la strada intrapresa dall’Amministrazione, per garantire maggiore equità fiscale.

Merita, inoltre, di essere ricordato che la TARI (tassa sui rifiuti) sulle utenze domestiche sarà inferiore rispetto a quella pagata nel 2013 e per le famiglie colpite dall’alluvione è prevista una riduzione del 50%, così come per la COSAP (canone occupazione suolo pubblico), è prevista una esenzione per 6 mesi per gli alluvionati e una riduzione del 50% per i cantieri edili, volti al recupero del patrimonio edilizio.

Nessun aumento per i buoni pasto relativi alla refezione scolastica: merita anzi rammentare che i cittadini che hanno subito l’evento alluvionale hanno potuto usufruire della esenzione del pagamento della retta, fino al termine dell’anno scolastico.

Un bilancio di previsione, quindi, quello che andremo a votare fine luglio, ispirato a rigore ed equità, molto attento nel tutelare le fasce più deboli della cittadinanza, ( famiglie monoreddito, pensionati, cassaintegrati, alluvionati… ) e quelle famiglie del ceto medio, sempre più esposte a forte rischio di esclusione sociale.

Commenti
Ci sono 6 commenti
ilbianconiglio 2014-07-18 09:39:29
Ci sono negozi che chiudono: non viene aumentata nemmeno a loro? Agli alluvionati a Borgo Passera gli e' rimasto solo i muri, perche' devono pagare il 50%? Nulla devono pagare!
paolo 2014-07-18 11:45:43
Puoi dire e argomentare quello che vuoi. Tanto, per loro, è sempre colpa dei tagli del governo.
Ma non ci solo loro al governo? oh!!!
Indiana Pips
Indiana Pips 2014-07-18 13:11:02
Fate veramente ridere prima e rabbia dopo, la speranza per gli onesti cittadini è che un ciclone vi possa portare via tutti, dal primo all'ultimo! Aspettiamo ora il 2015 per votare il NUOVO!!!
ilbianconiglio 2014-07-18 14:35:53
Mirella, il NUOVO che cosa?
A Corinaldo e Ostra hanno il nuovo, quello vero!
Qui si fanno solo tante chiacchiere, tutti quanti.
un povero tra i poveri (di politica) 2014-07-18 15:34:30
"TUTTO E NIENTE" Mi spiace che la Bugari si presti ad un articolo del genere dove si dice tutto e niente. Chi ci dirà quali sono i veri alluvvionati o no (DIVIDEREMO IN QUARTIERI?), chi ci dirà il vero reddito di tutti i Senigalliesi(stenderei un vielo pietoso su questo che favorisce i soliti furbi di quartiere), chi ci dirà il giusto rapporto tra sconti e fasce di reddito, chi controllerà il tutto e chi controllerà i controllori. Perchè fare tutte queste discriminazioni è inconcepibile. Un enorme quazzabbuglio che getta nel panico cittadini e commercialisti che per pagare un balzello senza sbagliare dovranno fare i salti mortali con errori da tutte le parti (come per la tassa delle spazzatura dell'anno precedente). Le cose semplici non vi piacciono e non capisco cosa si deve dimostrare facendo tutto questo macello. Forse non ne capite nulla di fiscalità???? La Paci lo aveva già dimostrato abbondantemente e non vi era bisogno che altri prendessero le sue difese dimostrando che anche loro non ne capiscono nulla. Queste sono le solite manovrine del PD prima di legiferare il massimo della tassa. Ma si sapeva da prima, tanto a Senigallia si applica sempre il massimo delle tasse, inuile fare manfrine di questo genere. Dire TUTTO per non fare NIENTE.
octagon 2014-07-18 20:39:59
Rido per nun'piagn'! Riduzione del 50%....ma lascio perdere di commentare
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura