SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Gli Amici della Foce Cesano al sindaco di Senigallia: “tanti problemi nella frazione”

L'associazione usa toni cordiali ma decisi: "Cesano è penalizzata ed isolata"

Valmisa.com
Litorale al Cesano di Senigallia

Con una lettera indirizzata al Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangilardi, il Direttivo degli Amici della Foce del Cesano, riunitosi il 26 giugno 2014, ha richiamato l’attenzione del primo cittadino su alcune questioni che riguardano la frazione Cesano e il conseguente impatto (negativo) che esse hanno in particolare durante la stagione turistica e il soggiorno di vacanzieri.


La lettera (e-mail) sottolinea, tra le altre cose, lo stato di abbandono del terreno agricolo presso la foce del Cesano, luogo di deposito anche per il materiale di risulta proveniente dalla spiaggia. L’area, tra l’altro, oggi è in pericolo anche per l’ingresso delle automobili, che parcheggiano persino sopra l’unico lembo di spiaggia nota per l’altissimo valore botanico.

L’e-mail inoltre si sofferma sulle problematiche relative alla viabilità, giudicata stravagante e penalizzante per i residenti, che si vedono costretti a rispettare i divieti di transito mentre altri, provenienti da zone diverse, sfrecciano contromano senza tanto riguardo. Ciò accade prevalentemente nella Terza Strada, ma a volte anche nel breve tratto della Prima Strada (sottopasso ferroviario). Problema non solo a livello di infrazioni ma anche di incolumità dei cittadini.

L’altro tema approfondito ha riguardato il marciapiede sul lungomare, da sistemare in brevi  tratti e da unire nel tragitto mancante. Ad oggi la frazione risulta isolata, divisa in due, mentre vengono  penalizzate la promozione e l’attività turistica, le famiglie con bambini in carrozzina e gli handicappati in particolare, ma anche gli alunni che frequentano la scuola elementare. Infatti per l’assenza del marciapiede, i bambini sono costretti a farsi accompagnare dai genitori in automobile, con tutto ciò che questo comporta in termini di viabilità e inquinamento atmosferico.

Infine, il Direttivo degli Amici della Foce si è soffermato sulle aree adibite a parcheggio lasciate in stato di abbandono lungo la Statale, lato monte, presso Cesano. Le aree, con una certa sistemazione ed una adeguata segnalazione di parcheggio pubblico, potrebbero catturare l’interesse di molti automobilisti oggi costretti a girovagare sul lungomare.

L’ultimo richiamo ha interessato la maggiore vigilanza e informazione per la raccolta differenziata  nei centri privati adattati a campeggio.

La lettera, dal tono cordiale ma deciso, rinnova la volontà di confrontarsi con gli amministratori e non si limita a segnalare le problematiche, ma avanza puntuali proposte che, ovviamente, dovranno essere sottoposte all’attenzione dagli esperti in materia.

Si tratta di richieste, secondo l’associazione, che non comportano particolari oneri di spesa, ma richiedono una riorganizzazione dei siti dove il turismo rappresenta un’importante risorsa economica e la vivibilità del luogo il sigillo della qualità.

Requisiti, secondo gli Amici della foce, oggi fortemente compromessi nella frazione Cesano.

Commenti
Solo un commento
leofax 2014-06-29 17:20:35
Copio ed incollo dall'articolo:
bambini in carrozzina e gli handicappati in particolare,
che brutto vocabolo "handicappati"! Non sarebbe meglio scrivere diversamente abili?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura