SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia nel Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani

L'amministrazione mobilitata per una marcia a Senigallia il prossimo 31 maggio

Marcheinfesta.it
Bandiera della pace

Il Comune di Senigallia entra a far parte del Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani. Lo ha deciso l’assemblea nazionale tenutasi nei giorni scorsi a Perugia in una seduta dedicata al tema del ruolo delle città per la pace riassunto nel titolo: “facciamo come Giorgio La Pira”.

Il coordinamento nazionale include circa 700 Enti Locali italiani ed è uno dei soggetti organizzatori della storica Marcia della Pace Perugia-Assisi che quest’anno si svolgerà il 19 ottobre ed avrà il seguente tema: a “100 anni dalla prima guerra mondiale rimettiamoci in cammino per la pace e la fraternità”.

L’inserimento di Senigallia tra le trenta città rappresentate all’interno della Presidenza Nazionale del Coordinamento, votata dall’assemblea svoltasi a Perugia, dove il nostro comune era rappresentato dalla consigliera comunale Simonetta Bucari, rappresenta un importante riconoscimento alle tante iniziative che la comunità senigalliese ha promosso negli ultimi tempi sul tema della pace e della non violenza.

Proprio nei giorni scorsi, su iniziativa del Sindaco Maurizio Mangialardi, si è costituito un comitato promotore per la realizzazione il prossimo 31 maggio di una marcia della pace a Senigallia, in preparazione della Perugia-Assisi, alla quale parteciperanno gli studenti della città e di numerosi Istituti Scolastici della Provincia. All’interno del comitato promotore, oltre al comune di Senigallia, fanno parte anche la Presidenza dell’Assemblea Regionale delle Marche, il Coordinamento Enti Locali per La Pace, l’Ufficio Scolastico Regionale e la Consulta Comunale dei Giovani.

La costruzione della pace comincia nelle nostre città – sottolinea il Sindaco Mangialardi – e per questo è fondamentale un impegno dei Comuni per difendere i diritti umani ed intervenire per combattere le povertà e l’insicurezza sociale. Compito fondamentale dei Sindaci è costruire una città inclusiva, promuovere la lotta alla corruzione e alle mafie, investire sui giovani, sul loro protagonismo e sulla loro educazione alla cittadinanza democratica”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!