SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Onoranze Funebri F.lli Costantini

Fondazione A.r.c.a. Senigallia, iniziative per la giornata mondiale dell’autismo

Domenica 23 marzo inaugurazione della mostra dell'artista Giovanni Lombardini

Un'opera del pittore riminese Giovanni Lombardini

In occasione della giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, sotto il patrocinio dell’Onu, del prossimo 2 aprile, la Fondazione A.r.c.a., onlus di Senigallia,  organizza una serie di eventi dedicati a questa problematica, inaugurando domenica 23 marzo alle ore 18 presso la boutique Ribot in via Marchetti 30 sempre a Senigallia, una personale dell’artista Giovanni Lombardini.

La Fondazione si occupa di problematiche legate alle disabilità cognitivo sensoriali ed in particolare all’autismo. Per questo è stata realizzata una “biblioteca speciale” il cui motto è “leggere tutti”, che verrà ufficialmente inaugurata appunto nel week end del 2 aprile,una biblioteca a cui tutti possono accedere e non sentirsi esclusi dal piacere della lettura.

La mostra dal titolo “Rime” è una selezione delle opere del maestro Lombardini  che dopo le esperienze giovanili all’accademia delle belle Arti di Urbino, in un suo percorso personale di ricerca stilistica approda al segreto potere specchiante delle sue opere, che trattengono e restituiscono la realtà circostante. L’effetto che l’artista ottiene, infatti, attraverso un particolare uso del colore e di un efficace trattamento con acrilico lucido, è proprio questo impatto di  ambiguità coinvolgente in grado di folgorare l’osservatore, colto da un insopprimibile desiderio di toccare per capire l’opera.

Di gran effetto “Rime”, infine, titolo della mostra ma anche di una serie di opere, dal fortissimo impatto cromatico, in cui il colore multiforme, sgorgante dalla verticale mediana del quadro, conquista lo spazio della superficie e gli spessi bordi laterali, fino quasi a rimbalzare sulla parete.

Il lavoro di Lombardini poi nel cercare sempre nuove superfici trova anche negli ultimi lavori la carta, compresa quella fotografica, creando veri e propri brani poetici, in cui la profondità ed il volume, sono come raggiunti in un unico gesto, in grado di versare la luce e l’ombra in una sorta di nuova alba della pittura.

Negli anni ha fatto delle colature di colore e delle superfici laccate la propria inconfondibile cifra personale. La mostra sarà dunque l’occasione per apprezzare la particolare ricerca di Giovanni Lombardini, le cui sperimentazioni nascono da una tecnica fatta di controllo e casualità, di luci e profondità lasciate emergere dalla superficie pittorica.

Sperimentazioni in grado di dare vita a opere la cui nitida astrazione coincide sempre con un appagante impatto visivo.

Giovanni Lombardini è nato nel 1950 a Mulazzano di Coriano (Rimini). Ha compiuto gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino. Nel 1972, la sua opera “Scarpe con erba” diventa immagine per il “I Manifesto”, pubblicato dall’Accademia di Urbino. Dagli anni ’80 la sua ricerca si sposta tendenzialmente su materiali più tecnologici; quindi superfici lucide e non assorbenti; e poi calchi manuali di oggetti e persone con carta stagnola dipinta (1980-86), colate di vernici al rame e bronzo su lastre radiografiche vergini (1987) e fusioni di ghisa e sapone (1989). Le opere recenti di Lombardini, incentrate su luce, colore e riflesso, nascono dalla scoperta e dall’uso sperimentale di materiali inconsueti: colori mordenti e acrilico lucido trasparente applicati su formica, su tavola o su carta.

Alcune delle principali mostre recenti:

METAMORPHOSIS, Barbara Behan Gallery, Londra _ A VIEW OF ITALIAN
CONTEMPORARY ART, Gallery 705, Strondsbourg, Pensilvenia, USA _ INVENTARIA, PoliArt Contemporary, Milano _ VISUALE TATTILE, Galleria Zaion, Biella _ MATCH POINT, Galleria PaciArte, Brescia _ 99> 11 VERSO IL COLORE, Museo della Città, Rimini, a cura di Leonardo Conti _ GIOVANNI LOMBARDINI, Studio Maab, Padova _ PAS DE DEUX, Hotel Excelsior, Pesaro _ COSÌ MI VEDO, PoliArt Contemporary, Milano _ COSÌ TI VEDI, PoliArt Contemporary, Rovereto, presso Opificio delle Idee. IMPULSI, Southwest State University Art Museum,Marshall, USA.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura