SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Spende tutto al videopoker, poi finge di essere stato rapinato da un trans

Residente di Montemarciano va dai Carabinieri ma esce con una denuncia per simulazione di reato

2.486 Letture
commenti
Le "gazzelle" in uscita dalla Caserma dei Carabinieri di Senigallia

Era andato dai Carabinieri di Montemarciano per sporgere querela contro un transessuale dal quale, secondo la sua versione, era stato rapinato dopo un rapporto sessuale. Ma, poco a poco, la sua storia non ha convinto i militari che, a conclusione delle indagini di polizia giudiziaria, lo hanno denunciato per simulazione di reato.

E’ un residente di Montemarciano classe ’73, N.G. le sue iniziali, l’uomo deferito a piede libero dai militari della stazione montemarcianese per aver finto una rapina nei propri confronti. Era andato il 25 gennaio scorso a denunciare la rapina, ma, indagando, i Carabinieri hanno scoperto che si era giocato i soldi al videopoker, perdendoli tutti. E così, non sapendo come giustificare l’ammanco di denaro ai propri familiari, ha pensato bene di inventarsi una rapina – mai avvenuta – a Falconara Marittima, in zona Rocca Priora, dopo che si era appartato con un trans a bordo della propria autovettura.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura