SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Pianeta Casa - Catalogo Natale 2013

Udc Senigallia: “il Pd ammette la sua colpa nello sfascio dell’Italia”

Perini e Francesconi: "tramite il nuovo segretario Renzi, il partito fa un outing politico"

1.944 Letture
commenti
Maurizio Perini e Francesca Francesconi

Alle ultime elezioni politiche il PD ha ottenuto 8.674.614 e in queste politiche hanno votato circa 3 milioni di elettori mentre Renzi ha raggiunto quota 68% dei consensi, ovvero all’incirca il 22% degli elettori totali che hanno votato Pd alle politiche del 2013.


Volendo svolgere un’analisi politica seria di quanto accaduto, cosa sicuramente utile anche per tutti i movimenti politici presenti nella nostra città, non possiamo prescindere dal seguente dato: 4 elettori su 5 del Pdnon hanno votato Renzi. In ogni caso, un tale dato va necessariamente valutato alla luce del fatto che (cosa tutt’altro che improbabile) alle primarie ci sono state persone le quali non solo alle prossime politiche potrebbero disertare le urne, ma votare altri partiti, forse anche l’Udc.

E’ a partire da tale doverosa premessa che si può cercare di comprendere se l’apparentemente grande spinta propulsiva del “novello Silvio” della sinistra, sia reale o soltanto “fumo, tanto fumo, senza arrosto“, nonché se il Pd abbia davvero intrapreso con convinzione la strada del cambiamento effettivo di se stesso e di quella parte di Italia che non funziona anche, forse soprattutto, per le tante colpe della sinistra. In particolare Renzi parla di cambiare il modello scolastico basato sulle logiche “sessantottine“, cambiare il sindacato, cambiare il sistema fiscale, dare spazio alla meritocrazia, ridurre i costi della politica anche creando un modello bipolare e monocamerale.

In altre parole si tratta di compiere delle vere e proprie rivoluzioni copernicane che molti, soprattutto nel centro e nel centrodestra, condividono e sollecitano urgentemente.

A ben vedere, quindi, il vero risultato politico di queste ultime primarie del Pd è semplicemente che per la prima volta nella storia il Partito Democratico ha riconosciuto espressamente la propria diretta responsabilità nello sfascio del paese, anziché imputarlo comodamente alla parabola politica del solito Cavaliere.

Spesa pubblica, regionale e locale, fuori controllo, la persistente logica clientelare, una scuola in cui è venuto meno del tutto il rispetto nei confronti degli insegnanti, sindacati che fanno politica, anche continuando a porre sullo stesso piano lavoratori pubblici, dotati ancora di massime tutele, e lavoratori privati, davvero “privati” ogni giorno della loro dignità. Ancora la logica della tessera di partito e della clientela che consentono di trovare l’agognato posto di lavoro, spesso al di là di meriti e competenze: tutte colpe che coraggiosamente e forse inconsapevolmente Renzi si è assunto a nome del proprio partito.

Politicamente dunque il Pd ha fatto outing tramite il nuovo segretario, eletto dal 22% dei suoi possibili – ma non sicuri – elettori, dichiarando la propria natura, le proprie colpe e chiedendo scusa al paese e agli elettori degli altri partiti per gli evidenti disastri, a cui esso ha contribuito e che il Sindaco fiorentino ha enormemente e intelligentemente cavalcato in termini elettorali.
Una scelta coraggiosa che speriamo sia reale, attuandosi nelle future scelte che verranno effettuate in quel Parlamento recentemente “toccato” da una storica sentenza della Corte Costituzionale.

Speriamo che anche a livello locale i vari politici che fanno riferimento al Pd adottino il modello di sana autocritica e assunzione di responsabilità di Renzi, dimenticando il “tarlo Berlusconi” e dichiarando apertamente le proprie responsabilità sullo sfacelo che oggi viviamo. Così ci aspettiamo facciano anche gli altri partiti, nessuno escluso!

Tutti infatti, che più chi meno, siamo responsabili dei problemi di questo “bel paese”, pertanto tutti  dovremmo impegnarci responsabilmente a fare meglio, con o senza primarie, con la maggioranza dei consensi o con 317 voti poiché quegli stessi 317 sono persone che lavorano o il lavoro lo hanno perso o lo cercano, che studiano, che hanno difficoltà nella propria azienda, che vedono diminuire i clienti nei propri negozi e aumentare la tarsu, sono madri e padri di famiglie, costrette a risparmiare ormai anche sui beni essenziali, sulla spesa, sopravvivendo spesso solo grazie alla pensione dei loro nonni.

Noi come parte di un movimento che cerca di dare voce ai bisogni del territorio ci siamo e ci stiamo per il bene dell’Italia, insieme per un autentico rinnovamento.

Francesca Francesconi
Maurizio Perini

Commenti
Ci sono 7 commenti
O. Manni
Paul Manoni 2013-12-10 18:50:37
Una dozzina di fallacie logiche argomentative che non mi passa nemmeno per il naso andare ad elencare. Tutte in un solo comunicato, se non é un record, é comunque degno di nota (!). Alcuni periodi sembrano scritti dal Mascetti "conte" Raffaello detto Lello, come se fosse altani. Dite la verità Perini e Francesconi...Siete saliti sul carro di Pierferdi Casini, pensando di essere al sicuro, ed ora visto l'andazzo, ce la state mettendo tutta, ma proprio tutta, per scendere. Anche facendovi scaraventare fuoribordo, possibilmente. É l'unica spiegazione possibile, considerati gli ultimi scritti. Sarà l'effetto del "modello Marche" dove PD ed UDC vanno a braccetto, e dove le cose vanno sempre peggio a rendervi cosi nervosi e ansiosi.
Pinella 2013-12-10 21:34:01
Aridatece Rimini!
Francesca Francesconi 2013-12-10 22:14:41
Caro Paul,la ringraziamo molto per questo intervento, lei è sempre il primo dei nostri "fans"...non si perde un articolo! Non possiamo che essere soddisfatti di avere un commentatore così affezionato e puntuale! Naturalmente ciascuno è libero di interpretare le manifestazioni di pensiero e le scelte altrui come meglio crede e ritiene, anche in base alle proprie convinzioni ed esperienze personali, del resto anche noi - come vede - abbiamo dato la nostra interpretazione ad uno degli ultimi eventi politici! Teniamo, però, a precisare che NON rinneghiamo alcunché della nostra breve (per ora) storia politica, perché le nostre scelte sono sempre state mosse soltanto dalla volontà di restare fedelei a quei principi e valori per abbiamo deciso di impegnarci nell'agone politico e che vorremmo continuare a promuovere e difendere. Non pretendiamo di avere in mano la soluzione in assoluto migliore per tutti i problemi, siamo solo persone assolutamente imperfette e piene di limiti, ma in continua ricerca di soluzioni per il bene comune. Le nostre soluzioni possono piacere o non piacere ma sono espressione di quei diritti costituzionali di cui anche lei si avvale per esprimere - come puntualmente fa - i suoi commenti.
In ogni caso,siamo davvero felici della sua stimolante "fedeltà" e per questo le facciamo i nostri migliori auguri di buon Natale!
Umbertino 2013-12-11 08:34:28
Certo, noto con stupore che c'è ancora chi senza alcun pudore ha ancora il coraggio di argomentare su cose serie basandosi su presupposti ipotetici ed astratti.... è tipico di chi cerca visibilità senza rendersi conto che non conta più (...omissis...)!
Sabrina 2013-12-11 13:29:12
Ma l'UDC ancora esiste?
O. Manni
Paul Manoni 2013-12-11 21:29:21
Carissima Francesca, se fossi fedele di qualcuno o di qualcosa, avrei già trovato una risposta a parecchie domande. Invece è proprio a causa del mio sfacciato ma naturale scetticismo, che continuo a pormi domande ed analizzare i vostri "sublimi" scritti e comunicati politici. Cosi, come qualche giorno fa mi chiedevo cosa avesse portato il suo amico Perini a sindacare sul numero dei partecipanti alle primarie del PD (di cui non mi può fregare di meno o molto relativamente), oggi mi chiedo come sia possibile che due persone intelligenti come voi, si mettano a criticare sempre lo stesso PD, con il quale il vostro UDC è sostanzialmente "culo&camicia" proprio a livello regionale e locale. Insomma, non è forse vero che fino a meno di un anno fa, c'era chi osannava il sedicente "Modello Macerata", e lo proponeva con forza a livello regionale sotto l'etichetta "Modello Marche", affinchè arrivasse ai vertici nazionali? Io posso anche capire che una volta che il guano e la melma, raggiungono la bocca, si sia disposti anche a scaricarli addosso al "compagno di avventure", pur di non assaggiarli. In politica ci sta...Nella politica "all'italiana", figuriamoci. Ma arrivare a dire che lo sfascio del paese è colpa di un partito specifico, nascondendo sotto il tappeto il fatto che in Italia gli avi del vostro partito (che avevano gli stessi "principi" e "valori" vostri, ed un conto intestato alla Fondazione Spellman) hanno governato per 50 anni ed oltre, mi pare curioso, non le pare? Curioso e bizzarro, almeno quanto quell'argomentazione "numerica", declinata con la classica prudenza del consdizionale, usata per dire che "4 elettori su 5 del PD, forse voterebbero l'UDC alle prossime elezioni". Vede cara Francesca, per me il problema lo ha riassunto brevemente, seppur con termini troppo decisi e diretti, il commentatore "Umbertino". Perchè il nocciolo della questione, è che i cittadini si sono alquanto stancati di vedere politicanti (novellini ed esperti...Locali e nazionali), che si scaricano addosso gli uni contro gli altri, tutta la loro inefficenza, la loro incompetenza, le loro responsabilità e la colpa dei loro fallimenti. Detto ciò, a proposito dei tuoi auguri di buon Natale (che fatti ad un ateo come me è un pò come se un mussulmano augurasse a te "buon ramadan"), non posso fare altro che contraccambiare e rilanciare...Per la sera del 24 Dicembre ho organizzato una salsicciata e grigliata di manzo...Se vuoi venire, fa sapere. Altrimenti, auguri di Buon Natale lo stesso.
Hook60 2013-12-12 08:16:48
Rimango stupefatto, ancora con le analisi, i commenti, la ricerca di correità. Esponenti di un partito che per esistere si offrono come compagni di viaggio, esiste termine più appropriato ma non lo uso, alla coalizione di maggioranza con la quale occupare il potere.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura