SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sono 150 gli imprenditori interessati a Banca Marche

Per la ricapitalizzazione servono però almeno 500 milioni di euro

BdM, Banca Marche, Banca delle Marche, istituto di credito

Resiste la cordata di imprenditori interessata a entrare in Banca delle Marche. Resiste e, anzi, si allarga fino a comprendere circa 150 persone, i cui nomi sono ancora segreti, che avrebbero contatti anche con un altro istituto di credito.

Non si conosce ancora granché della cordata: l’unico nome noto è quello dell’avvocato Paolo Tanoni, portavoce degli imprenditori interessati a entrare in BdM. Queste 150 persone, alcune economicamente più forti e altre con ruoli più marginali – metterebbero sul piatto circa 500 milioni di euro – come previsto dall’ex presidente Rainer Masera, dimessosi poche ore prima del commissariamento da parte di Bankitalia – necessari alla ricapitalizzazione di Banca Marche.

Attualmente commissariata, la banca vicina al territorio marchigiano ha accumulato un deficit vicino agli 800 milioni di euro, registrando passivi su passivi non controllati nel corso degli anni (soprattutto in riferimento agli anni 2011-2012) e sui quali sta indagando la Procura di Ancona.

Commenti
Solo un commento
Marco 2013-11-23 13:02:41
Passivo da 800 milioni - 500 di ricapitalizzazione = 300 di buco o di licenziamenti e dismissioni?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura