SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, lite in via Zanella: intervengono i Carabinieri e l’ambulanza

Cittadino tunisino rimprovera il figlio di un pugliese che lo aggredisce

2.137 Letture
commenti
Carabinieri

Rimprovera un bambino e il padre lo aggredisce. Sembrerebbe questa la dinamica – stando alle prime ricostruzioni e indagini effettuate dai Carabinieri di Senigallia – dell’episodio verificatosi nel pomeriggio di giovedì 24 ottobre in via Zanella, dove due pregiudicati, un italiano e uno straniero, hanno litigato per futili motivi.

La lite è scoppiata intorno alle 19:30 dopo che H.E., cittadino tunisino classe 1962, pregiudicato residente a Senigallia avrebbe energicamente rimproverato il figlio dell’altro coinvolto. A quel punto il padre, P.A.D., brindisino del 1978, anche lui residente a Senigallia e pregiudicato, lo avrebbe aggredito causandogli una frattura a una costola.

I militari senigalliesi del Nucleo Operativo Radiomobile, che hanno svolto le prime indagini, hanno dovuto barcamenarsi tra dichiarazioni discordanti pervenute non solo dai due coinvolti, ma anche dai testimoni. Il passaparola, inoltre, ha alimentato anche l’erronea informazione che il bambino fosse rimasto ferito, mentre nessun altro si è fatto male.

Il tunisino ne avrà per 25 giorni, come accertato dagli operatori del 118 e dell’ospedale cittadino, mentre l’uomo originario di Brindisi è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, per il reato di lesioni personali.

Commenti
Ci sono 8 commenti
renzo 2013-10-25 14:10:58
Che bella gente che facciamo venire in città...
Complimenti per la campagna acquisti.
Alicia 2013-10-25 14:25:04
Ma che si scannassero tra di loro!
Michele 2013-10-25 18:52:03
Quoto renzo, nel giro di 10-15 anni Senigallia ha subìto un involuzione spaventosa sotto tutti i punti di vista. Praticamente nà schifezza
Gabriele 2013-10-25 19:20:49
Buttiamo fuori tutta quest gente, che tornassero a casa loro
Sergio 2013-10-25 22:17:06
....ne arrivano 800 al giorno a Lampedusa....
Giorgio 2013-10-26 09:19:31
vi siete accorto troppo tardi..............poverini, non hanno nulla...........diamogli qualcosa, avete bisogno dei mobili, dei vestiti, da mangiare, vi diamo tutto.............poi vi fregano e vi sta bene........

Questa è brava gente che vuol lavorare, hanno bisogno,.........sono le vostre parole, le stesse parole che la maggior parte della popolazione di Senigallia disse..........
E adesso vi lamentate?
Quanto siete falsi.
Dave 2013-10-26 11:20:27
Giorgio ma sai che hai ragione? Brindisini tutti (...omissis...)! Tornate in Puglia! Il 28 agosto puoi mettere la bancarella alla Fiera... perchè alla Fiera del Luogo Comune te la cavi be'...
Italo Pelinga 2013-10-26 11:58:35
dite quello che volete,anche perché l'immigrazione non c'entra proprio niente con questa storia, ma la migrazione di popoli dal sud del mondo continuerà e sarà sempre più massiccia anche se metteremo le cannoniere a bombardare i barconi, arriveranno via terra, via aria, dappertutto e a confronto, come dice Luca Mercalli gli sbarchi di oggi sembreranno allegre gite in barca di turisti...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno