SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Autosinistrate.it

Contributi senza rendicontazione a Senigallia: “serve un cambiamento”

La Lista Nuova Senigallia prende di mira i soldi pubblici elargiti "a pioggia"

1.613 Letture
commenti
Soldi, mancati pagamenti: crisi finanziaria e imprenditoriale

Quando parliamo di sistema politico volutamente fasullo, di inciuci e di lobby, non sbagliamo assolutamente, e a Senigallia ne abbiamo le prove ogni giorno; ci meravigliamo solamente del fatto di come facciano i cittadini a votare sempre gli stessi e a non accorgersi del sistema che è stato instaurato a Senigallia con i “sorrisetti” e i “virtuosismi” di comodo.

Qualche giorno fa i giornali hanno confezionato un articolo sui “contributi” che il Comune elargisce a pioggia un po’ a tutti, ovviamente quel “a tutti” va letto solamente in una “unica direzione”. Nell’articolo, veniva riportato un qualche cosa che ci ha lasciati basiti. “Lo stop del Comune: per avere i rimborsi sarà necessario presentare scontrini e fatture“!

Sarà necessario“?????? Ma stiamo scherzando? NO NO, lor signori non scherzano mai! Questo significa che fino ad oggi i contributi comunali, ossia i soldi che i cittadini onesti versano nelle casse comunali tramite le varie tasse, venivano elargiti “sulla parola”, ossia senza alcuna presentazione di scontrini e/o fatture e addirittura senza neanche una valida motivazione! Sembra assurdo ma è così, pur riconoscendo la validità di alcuni contributi per cose e/o questioni meritevoli, nessun documento di spesa veniva richiesto, e ora la Commissione presieduta dal Consigliere Mario Fiore annuncia, in pompa magna, che metteranno dei “paletti”! Quindi neanche un pizzico di vergogna nel raccontare come agivano nel passato, pensate un po’!

Nel 2012 sono stati erogati quasi 600.000 euro di contributi, e ora il Comune, ha deciso di mettere dei paletti…adesso, non allora! Ora, con il nuovo regolamento che stanno creando, per avere un contributo bisognerà presentare fatture e/o scontrini oltre ad un progetto che ne motivi la richiesta.

La domanda sorge spontanea: e fino ad oggi bastava fare richiesta senza neanche motivarla per ottenerli? Follia? No, semplice usanza della politica, che quando i soldi c’erano si davano via tranquillamente agli “amici”, e ora che non ce ne sono più come una volta si mettono i paletti. Sarebbe facile fare una battuta sui paletti, ma preferiamo soprassedere…

Quindi dicevamo…579.490,47 euro elargiti nel 2012.

Qualche piccolo esempio: “9.550 euro per la banda, 5.000 alla parrocchia di San Silvestro per sistemare i locali; 147.000 per il Summer Jamboree, 3.000 all’Associazione Sena Nova per il progetto Echo-Schools, 8.750 all’Expo Marche per una fiera di Milano, altri 7.000 euro sempre all’Expo Marche per Via Carducci in fiore, 9.500 euro alla casa della gioventù per Destate La Festa, 5.142,50 euro a Nero su Bianco per un servizio televisivo promozionale, 70.000 euro per Pane Nostrum, 3.000 euro alla CNA per una sfilata di moda, ancora altri 20.000 euro all’Expo Marche (e in totale fanno 35.750 euro!) per la Mostra Mercato Artigianale, 8.000 euro al Gratis Club per la rassegna Sotto le Stelle del Jazz, 15.330 euro per la Festa della Musica e 4.000 euro per la Casa della Grancetta per manifestazioni varie”…e questi sono solamente alcuni dei contributi.

Poi ce ne sono tantissimi altri che vanno da 150 ad oltre 1.000 euro, che tra parentesi non si capisce con quale motivazione a “tizio” dai 150 euro e a “caio” 1.000. Quindi ora la commissione dovrà varare un regolamento che renda questi contributi trasparenti e con una logica.

L’unica logica che noi di “Nuova Senigallia” vediamo, e che denunciamo apertamente ai cittadini, è quella che fino ad oggi si è deciso alla “carlona”, ossia senza una logica, senza regole, senza l’esibizione di fatture e/o scontrini che giustifichino la richiesta, quindi senza trasparenza alcuna, in barba ai tagli fatti, per esempio, al sociale. A saperlo prima che funzionava in questo modo avremmo potuto chiedere anche noi un contributo per un “parrucchino” da regalare al nostro “candidato Sindaco”, magari provvisto di “ciuffo”.

Questo modo di amministrare i soldi pubblici è per noi scandaloso e vergognoso, una vera offesa nei confronti dei cittadini onesti, non c’è nulla di serio e congruo in questi sistemi che da sempre la politica usa, e quando diciamo che a Senigallia questi sistemi sono ben radicati grazie ad un modo di fare ben collaudato dai nostri pseudo-politici, non sbagliamo di una virgola, e lo sapete benissimo, perché i primi a dircelo siete Voi cittadini quando venite a parlare e a sfogarvi con noi.

Ecco quindi che fine fanno i soldi dei cittadini, dopo però ci si trincera dietro il “non abbiamo più un euro per colpa del Governo e del Patto di Stabilità“. Ma non è così, perché i soldi, anche se non tanti, ci sono, eccome se ci sono (o meglio, ci sarebbero stati), solo che vengono spesi e usati per quello che interessa a loro, non certo in favore dei cittadini. E di euro spesi in maniera oscena ce ne stanno un bel po’, basterebbe informarsi e leggere. A tal proposito, se qualcuno avesse dei dubbi, può leggersi l’ormai famoso Libro bianco” del Consigliere Roberto Paradisi dove sono elencati tutti gli sprechi e le clientele di questa amministrazione.

Se mai un giorno, dentro la cabina elettorale, doveste avere qualche tentennamento sul “chi votare”, provate a ragionare sul fatto che un eventuale cambiamento sarebbe solamente a vantaggio Vostro e non della politica, perché le persone oneste ancora esistono, ma se le lasciate fuori dalle stanze dei “bottoni” è completamente inutile lamentarsi dopo.

https://www.facebook.com/marello.liverani1
https://www.facebook.com/groups/comevorrestiSenigallia/
nuovasenigallia.ufficiostampa@gmail.com

Commenti
Ci sono 5 commenti
Luca Mori 2013-10-22 15:03:12
Effettivamente come ha scritto il buon Marcello, i numeri contano, il nostro comune dovrebbe imparare a risparmiare in tutti i settori senza arrivare a paralizzare la città.
Le cifre che sono venute fuori sono tutte importanti ma qualcuna di più, sia per quantità di denaro che per qualità di servizi, non paragonerei mai il Summer Jamboree
fatto a scopo di lucro da poche persone, con una cooperativa sociale casa della gioventù che impiega più di
100 persone.
Luca Senigallia 5 Stelle
Fabio Seri 2013-10-22 16:01:44
Quanto scritto nell'articolo non è altro che il sistema clientelare dei partiti e dei suoi uomini, anche a livello nazionale funziona in questa maniera, ovviamente sempre con i soldi dei contribuenti che devono poi essere vessati da parte delle amministrazione per fare cassa e accontentare i loro amici. Può sembrare assurdo che non ci siano i controlli, ma la realtà è proprio questa. E ora annunciano anche il nuovo regolamento in maniera da sembrare bravi e corretti...qui se non ci svegliamo facciamo una brutta fine.
mimmo 2013-10-22 16:13:18
per esempio: perchè questo provvedimento non sarebbe stato possibile applicarlo 3 anni fa prima delle ultime elezioni?? Pensateci su poi rispondete...
Michele 2013-10-22 20:35:43
Perché siamo dei (...omissis...)
Hook60 2013-10-22 21:00:54
Condivido il pensiero di Michele, prendiamoci le ns responsabilità.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura