SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’IIS Padovano Senigallia si confronta con gli studenti stranieri grazie a “Comenius”

Il progetto promuove l'interscambio culturale con altri paesi europei

I partecipanti al progetto Comenius ricevuti dal sindaco Mangialardi

La terza settimana di Aprile ha rappresentato per gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Bettino Padovano di Senigallia, diretto dalla prof.ssa Elena Giommetti, un’opportunità intensa e ricca di incontri, grazie alla partecipazione al progetto Comenius “European commitment towards Enterpreunership”.


L’iniziativa ha permesso il confronto tra scuole di vari paesi europei attraverso la gioiosa e sentita partecipazione di studenti danesi, francesi e belgi accompagnati dal  loro rispettivo team di docenti.
La lingua relazionale  è stata l’Inglese cosa che  ha favorito la consapevolezza dei nostri studenti circa l’importanza della stessa  la cui conoscenza consente in larga parte del mondo e non solo all’Europa l’interscambio di esperienze ed un dialogo costruttivo.

Le docenti di Inglese, Orietta Guidi e Anastasia Ramazzotti, collaboratrici attente ed insostituibili della coordinatrice del progetto Lucia D’Aleo – docente del settore Tecnico Biotecnologico Ambientale-, hanno  sostenuto i giovani studenti nel confronto di studio finale, articolato e complesso dato la corposità del progetto. Lo stesso progetto mette in rilievo una delle competenze chiave della Raccomandazione europea del 2006 , inerente alla capacità imprenditoriale.

L’intero gruppo  internazionale è stato ricevuto dal Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi per un cordiale e simpatico benvenuto a cui ha fatto seguito una breve visita nel palazzo comunale ricco di storia.
Nel primo  pomeriggio il gruppo ha potuto visitare l’azienda “Elica”  di Fabriano che ha dimostrato una mentalità europeista  e quindi  aperta ai giovani  e che ringraziamo per l’attenta e curata ospitalità.
Qui i nostri giovani europei hanno potuto constatare come in Italia, malgrado la crisi politico-economica, ci sia una grande voglia di reagire e di operare in realtà aziendali come “Elica” intense per iniziativa ed efficacia .

Gli studenti  sono stati intrattenuti dal Presidente  dell’azienda, dott. Francesco Casoli, personaggio inusuale per la sua creatività intellettiva ed espositiva , che ha trasmesso un forte senso dell’operare  e del reagire a tutti i ragazzi .
I suoi collaboratori, responsabili dell’ area Risorse Umane dell’ area Marketing e della Fondazione Ermanno Casoli,  hanno completato la descrizione  dell’azienda con incisività ed entusiasmo, ma ovviamente  con un presidente  geniale e particolarmente originale come  Francesco Casoli, non poteva essere altrimenti.
Ha fatto seguito la visita nel salone espositivo della azienda, dove tutti hanno ammirato come una “cappa da cucina”  possa  assumere le forme artistiche più varie ed originali ma allo stesso tempo essenziali ed eleganti.

Di particolare incisività,  il poster esposto in entrata, raffigurante  un “rotifero” in acciaio che funge da ponte su un lago. Un’immagine dinamica simbolo di un’ azienda che vuole proporsi ed espandersi   come appunto un “rotifero” – piccolo animale acquatico appartenente ai  metazoi che esplora il suo ambiente alla  ricerca del cibo per la sua sussistenza.
Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile un’ esperienza indimenticabile che ha catturato il vivo interesse degli studenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura