SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Resistenza e lesioni ad un Carabiniere: in manette un 22enne a Senigallia

Il ragazzo, in stato di alterazione, si è avventato su un militare intervenuto per una lite al Mamamia

Arresto, manette ai polsi

Nella notte tra sabato 23 e domenica 24 marzo sono giunte due segnalazioni al comando dei Carabinieri di Senigallia per liti in corso in due locali della città. Verso le 23:35 la prima, in un bar di corso 2 Giugno, alle 3:40 la seconda, presso il Mamamia di via Mattei.

Mentre nel primo caso all’arrivo dei militari i contendenti si erano già allontanati facendo perdere le proprie tracce e facendo sì che l’intervento si risolvesse in un “nulla di fatto”, il secondo intervento si è rivelato ben più impegnativo per i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NOR: uno di essi è infatti rimasto contuso in seguito all’azione di un giovane che, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha dato in escandescenze contro la security del locale, poi contro gli uomini in divisa.

Una volta giunti al Mamamia, i militari hanno trovato ancora i due litiganti impegnati nella loro accesa diatriba: era particolarmente infervorato, urlando ingiurie verso la security del locale, Mirko Turla, pregiudicato 22enne nato a Milano ma domiciliato a Senigallia, che anche la moglie stava cercando di calmare, accompagnandolo poi verso il parcheggio del locale.

Improvvisamente il ragazzo si è divincolato, cercando di scagliarsi contro i buttafuori del Mamamia. Intuite le intenzioni del giovane, un Carabiniere ha cercato di afferrarlo per la cintura dei pantaloni, con il risultato che Turla ha rivolto le sue “attenzioni” verso quest’ultimo.

Dimenandosi e spintonandolo, il 22enne ha fatto finire a terra il militare, per poi avventarsi su di lui, causandogli un trauma al gomito sinistro e una lieve ferita al labbro. Il pronto intervento del collega di pattuglia e quello successivo di agenti della Polizia del Commissariato di Senigallia hanno consentito di fermare Turla, procedendo al suo arresto in flagranza di reato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Per lui il giudizio arriverà lunedì 25 marzo presso il Tribunale di Ancona, con un processo per direttissima.

Commenti
Solo un commento
gio 2013-03-25 06:32:14
Rimpiango il trota..
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura