SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Aggressione di Montemarciano, individuato a Gorizia il complice latitante

Fermato a Monfalcone (Go) il romeno sospettato della rapina ai danni di un pensionato della zona

2.121 Letture
commenti
Pattuglia dei Carabinieri

Era diretto in Romania assieme ad alcuni suoi connazionali ma è stato fermato prima che potesse lasciare il territorio nazionale. Sabato 16 febbraio, a Monfalcone (Gorizia), la Polizia del locale Commissariato ha fermato un mezzo con targa romena all’interno del quale vi era Horvat Simina Costel, sospettato di essere il responsabile, assieme a Foghis Ancuta-Bombonica, dell’aggressione e rapina ai danni di un pensionato di Montemarciano.

La vicenda risale al 31 maggio 2012 quando un uomo del 1944, Paolo Casagrande, era stato ferocemente aggredito e rapinato di soldi e preziosi all’interno della sua stessa abitazione. 

Nell’occasione, i Carabinieri – intervenuti su segnalazione dei vicini di casa del pensionato – erano riusciti nel giro di poche ore, il 1 giugno, a mettere le manette ai polsi di Foghis Ancuta Bombonica, 20enne di nazionalità romena, nei pressi della stazione ferroviaria di Ancona.

Foghis Ancuta-Bombonica, responsabile della rapina ai danni di un pensionato di MontemarcianoLa donna era stata riconosciuta in fotografia senza ombra di dubbio dalla stessa vittima dell’aggressione che aveva seriamente rischiato la vita nella colluttazione.
Del complice, però, si erano perse le tracce nonostante i militari di Montemarciano avessero diramato un provvedimento di rintraccio nei suoi confronti.

Latitante dunque fino alla giornata di sabato 16 febbraio, l’uomo è stato fermato per un controllo dalla Polizia di Monfalcone: gli agenti, a seguito di accertamenti, hanno scoperto che l’uomo era indiziato di rapina aggravata e lesioni pluriaggravate per l’episodio di Montemarciano. Pertanto hanno proceduto al fermo dell’uomo, indiziato di delitto.

Proprio per il concreto rischio di fuga all’estero (dato che si trovava in un mezzo diretto in Romania), Horvat Simina Costel è stato portato presso la casa circondariale di Gorizia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura