SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

CNA Senigallia: “Il contributo delle imprese per la tenuta sociale”

"Cercheremo di garantire la sopravvivenza di molte attività ma le previsioni sono molto poco rassicuranti"

da sinistra Nicoletti, Santini, Bomprezzi e Curto

Le festività natalizie sono alle spalle, i saldi di inizio anno sono iniziati da alcuni giorni e alla Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Senigallia è ormai tempo di bilanci.

La drammatica crisi finanziaria, nel 2012, ha messo duramente alla prova la tenuta sociale ed economica delle piccole medie imprese del territorio, perciò la CNA ha realizzato programmi di supporto alternativi, in collaborazione con la Caritas diocesana di Senigallia, per coinvolgere e sensibilizzare la comunità.

Il sostegno alle attività commerciali è iniziato a metà dicembre con la manifestazione “Animiamo il centro per … il Natale“, un evento valido e molto apprezzato che ha stimolato l’intera città. In occasione della consegna alla Caritas di vestiti e giocattoli, raccolti durante la manifestazione nelle ultime settimane di vacanza, i rappresentanti di CNA hanno esposto piani, progetti e ambizioni per il nuovo anno.

L’iniziativa Animiamo il centro per … il Natale ha riscosso grande successo, spero che anche i saldi di inizio stagione possano essere altrettanto soddisfacenti” ha dichiarato Massimiliano Santini direttore di zona CNA ” Dopo il tour de force natalizio, il nostro programma prevede un’ ulteriore distribuzione di eventi nel centro storico per valorizzare al massimo le imprese locali, trasformando le zone più suggestive della città in punti di ritrovo per tutti i marchigiani. Dobbiamo affidarci alle imprese e alla loro capacità di ripresa, ma per crescere abbiamo bisogno di maggiore supporto da parte dell’Amministrazione comunale.  Il Sindaco e la Giunta non possono investire risorse esclusivamente sul turismo estivo, occorre una distribuzione ordinata di fondi anche per le aziende. Nel corso del 2013 presenteremo altri progetti alternativi, incentrati sulla sicurezza delle strutture commerciali per far fronte a questa ondata di micro-criminalità“.

Le attività organizzate dalla CNA durante il periodo natalizio hanno portato in piazza più di 4000 famiglie e oltre 1600 bambini sono stati coinvolti da animatori e volontari. Le discrete condizioni climatiche hanno inoltre permesso di portare a termine tutti gli eventi in programma. Visti i buoni risultati di quest’anno la CNA e le ditta ” Animazione in azione” di Massimo Nicoletti hanno già avviato una trattativa con il Comune di Senigallia per riproporre l’evento durante il carnevale e nelle prossime festività pasquali.

Il vice-presidente della Caritas diocesana di Senigallia Giovanni Bomprezzi, nonostante la buona riuscita delle iniziative solidali, ha dichiarato : ” Le nostre manifestazioni hanno coinvolto tutte le classi sociali, dai più giovani agli anziani. Nessuno, finora, ha lanciato un vero e proprio allarme sociale, ma gli indicatori di povertà rilevano un aumento vertiginoso del tasso di povertà. Molte famiglie insospettabili si appellano a noi per trovare soluzioni contro la crisi, ma il sostegno più concreto lo deve fornire la classe politica“.

Il 2012 è stato un anno terribile per le aziende, tuttavia siamo riusciti a chiuderlo in maniera ottimale offrendo servizi eccellenti a tutta la cittadinanza” ha proseguito il Presidente di CNA Senigallia Giovanna Curto La nostra attenzione è ora rivolta ai saldi che rappresentano uno snodo cruciale per molti negozianti. Finora abbiamo riscontrato tendenze contrastanti, difatti c’è la sensazione che i risultati positivi nei bilanci di inizio anno di molte attività, siano dovuti ad acquisti posticipati nel periodo di svendita, questo dato non è affatto incoraggiante in quanto le ultime settimane di saldi vedranno un ulteriore calo nelle vendite. La CNA intende affrontare con la massima determinazione anche il problema degli affitti nel centro storico, una vera piaga che porta ad una lenta omologazione e ad una concentrazione di attività nelle vie trasversali della città. Per evitare il tracollo delle imprese è necessario limare la barriera dei costi fissi“.

La CNA cercherà nei prossimi mesi di garantire la sopravvivenza di molte attività ma le previsioni sono molto poco rassicuranti: ben 10 esercizi commerciali, infatti, nel prossimo trimestre saranno costretti a chiudere i battenti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno