SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia

Senigallia, anche il PPE chiede le dimissioni dell’Assessore Paci

In arrivo un'altra mozione di sfiducia per l'assessore al Bilancio e una strigliata a giunta e maggioranza

2.246 Letture
commenti
PPE per Senigallia: da sx Cameruccio, Cicconi Massi, Rimini e Mazzarini

Il PPE cittadino interviene sulla turbolenta situazione politica che Senigallia sta vivendo in questi giorni. Dai consiglieri Gabriele Cameruccio, Alessandro Cicconi Massi, Enrico Rimini e Alessandro Mazzarini arriva un attacco multiplo a giunta e maggioranza: la richiesta di dimissioni dell’assessore alle finanze Francesca Paci e la presa d’atto che la giunta non sta più governando né la maggioranza né la città. A fianco, il PPE per Senigallia si schiera a sostegno del consigliere Mario Fiore e chiede al sindaco di far ripartire l’azione amministrativa.

Tanti i temi dunque su cui si è schierato l’ex PdL cittadino: temi anche caldi come le dimissioni di Magi Galluzzi e quelle richieste nei confronti dell’Assessore Paci e del dirigente Mattei; le spaccature interne al Pd e alla coalizione al suo fianco; la messa in croce del consigliere Fiore dopo il suo intervento politico sul problema accattonaggio in città; la tassa di soggiorno e il comparto degli operatori turistici accusato di evasione fiscale; la politica amministrativa della città, che ai quattro consiglieri d’opposizione appare ferma per i contrasti interni di chi governa.

Uno sguardo a 360° che – come afferma il capogruppo Gabriele Cameruccio – vede l’opposizione profondamente critica.
Sulla tassa di soggiorno e sulle sue stime, poi rivelatesi errate, è Enrico Rimini ad affermare – ad esempio – che il PPE questi numeri li aveva già presentati in sede di bilancio previsionale e che la maggioranza, per stilare le cifre si è evidentemente rivolta a chi non vive il commercio e il turismo della città. “Oltre a questo, noi chiediamo le dimissioni dell’assessore al bilancio Francesca Paci – continua Rimini – perché dalle stime errate è passata ad accusare gli albergatori di evasione, atteggiamento di chi sa solo far leva sulle imposte per poter risanare il bilancio, ma che non giova alla città”.

Dimissioni di Francesca Paci chieste nei giorni scorsi anche dai gruppi consiliari Partecipazione e Rifondazione Comunista a cui va l’appoggio del “PPE per Senigallia”, anche se per l’altra vicenda, quella dei contributi incontrollati all’Associazione culturale Summer Jamboree e per Pane Nostrum.
La politica amministrativa della città – commenta Alessandro Mazzariniè bloccata non solo dai contrasti di partito e di coalizione, ma è anche in mano dei dirigenti a quanto sembra, e quindi Senigallia soffre questa incapacità di mandare avanti la città“.

Dopo due anni e mezzo di giunta – gli fa eco Alessandro Cicconi Massiora c’è una grossa crisi e il Sindaco non appare in grado di governare efficacemente: ha perso il controllo della situazione anche a causa di una maggioranza rissosa che in fin dei conti riflette un po’ il clima politico nazionale. Le dimissioni di Magi Galluzzi sono solo la punta dell’iceberg: hanno sbagliato a coprire la procedura definendola trasparente per nascondere la violazione“.

Sul caso del consigliere Mario Fiore aggiunge: “Quest’animosità interna alla maggioranza si è verificata anche sull’intervento di Fiore che ha fatto proprie le preoccupazioni dei cittadini per un problema che è sentito molto in città, mentre è assente nei comuni limitrofi come Ancona e Fano. Per questo è stato sbarrato dagli altri consiglieri: a lui va il nostro sostegno“.

Insomma troppe teste in maggioranza e giunta e ognuna che sembra non ascoltare le altre: questa è l’impressione che il PPE ha della situazione politica di stallo che c’è al momento. L’unica soluzione a questo punto è che il Sindaco dia un impulso e rilancio all’azione amministrativa, altrimenti si rischia di andare incontro a venti forti di antipolitica che per l’opposizione sono solo da scongiurare.

Commenti
Ci sono 2 commenti
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-11 01:35:24
Dove eravate, a sentire i discorsi della campagna sulle primarie del PD di Renzi, mentre succedeva tutto questo? L'unica nota positiva, è che quantomeno avete risparmiato tempo, in invio di comunicati stampa...In uno solo, avete messo dentro tutto quanto, e via. Quando si dice, "ottimizzare i tempi"!! ;)
Maria 2012-11-11 11:19:29
A livello nazionale il PDL non esiste più, il prossimo anno sarà già un successo se arriverà al 15%. Sono quindi in caduta libera vista l'attuale situazione politica. A livello locale forse è ancora peggio, dovrebbero fare opposizione ma di fatto non la fanno, o se la fanno è una opposizione blanda e latente. Qualcuno dovrebbe insegnargli come si fa opposizione, come si fanno le battaglie e come si cerca di tenere sulla corda la maggioranza.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura