SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Gravissimo incidente a Senigallia lungo l’Arceviese: muoiono tre rumeni, due feriti

Auto esce di strada e finisce contro un muretto, il bilancio è drammatico. I 5 a bordo tra i 23 e i 37 anni

8.605 Letture
28 commenti
Eliambulanza

Si è verificato pochi minuti prime delle 16 di sabato 25 agosto un gravissimo incidente lungo la Strada Statale Arceviese, nel primissimo entroterra di Senigallia, in cui si sono registrate tre vittime e due feriti gravi. Il luogo della drammatica uscita di strada di una Alfa 145 è al km 6,250, tra le frazioni di Vallone e Bettolelle.

Nel tratto dell’Arceviese caratterizzato da molte curve, hanno quindi perso la vita tre persone, tutti uomini di nazionalità rumena, residenti e lavoratori del nostro territorio.

Nell’incidente, causato probabilmente dall’alta velocità con la quale la 145 procedeva in direzione monte e che non ha visto coinvolti altri mezzi, sono rimasti feriti anche altri due ragazzi: uno è stato trasportato a Torrette con un’eliambulanza, l’altro si trova invece all’ospedale di Senigallia. I feriti, gravi ma non in pericolo di vita secondo un primo riscontro, sono connazionali delle vittime e come loro sono operai.

Le vittime di questa tragedia della strada sono Alexandro Sas, proprietario e conducente dell’Alfa, nato nel 1988 e residente a Senigallia, Nicu Daniel Nicoulescu, che abitava a Ostra, nato nel 1985, Mehely Martan del 1975, residente a Ostra. Nel comune dell’entroterra abitano anche i due feriti: P.I. e S.V., rispettivamente nati nel 1989 e 1986.

Le generalità sono state diramate dai Carabinieri di Senigallia, intervenuti sul posto con Polizia Municipale e agenti del Commissariato di Polizia. Ancora più celermente sono giunte le ambulanze con i sanitari del 118 che hanno fatto alzare in volo anche due elicotteri dall’Ospedale di Torrette di Ancona. I Vigili del Fuoco della caserma di Senigallia sono stati impegnati per più di due ore per estrarre dall’abitacolo contorto dell’auto uscita di strada i feriti e i corpi delle vittime.

Commenti
Ci sono 28 commenti
Roberta 2012-08-25 20:36:11
Abito di fronte a dove è accaduto l'incidente. Da casa mia non si vede la strada ma ho sentito distintamente una gran frenata e lo schianto. Ho pensato che andassero troppo veloci e sono andata a vedere. In quel tratto corrono tutti, perchè c'è un rettilio appena dopo una serie di curve sia verso Senigallia che verso OStra. Un signore in macchina si è fermato raccontando che lui stava dietro ad alcune automobili che andavano piano formando così una colonna di 7-8 automobili. L'alfa dell'aricolo le ha superate tutte insieme, ma poi non ha controllato il mezzo e si è andata a schiantare sul muretto di una fabbrica chiusa.
NIko 2012-08-26 01:58:34
E (...omissis...) l'eliambulanza per quei (...omissis...)?
Ghe 2012-08-26 03:06:19
NLKO sappi che l'elisoccorso non fa nessuna distinzione.
Davanti ad un soccorso salvavita non si guarda in faccia a nessuno, si agisce e basta .
anche se odio la velocità e spesso ci rimette chi non c'entra niente :-( , siamo tutti uguali al momento del bisogno .
Gabriele 2012-08-26 04:32:36
certo che le teste vuote
razziste ne è pieno il mondo e pure una bella cittadina come Senigallia la mia città non fa eccezione, per fortuna un buon 99,9 % è dalla parte giusta.
Gabriele 2012-08-26 04:36:35
E comunque non ho intenzione di far polemiche ed aprire processi od altro anzi pongo le miecondoglianze ai parenti di queste povere vittime della strada che meritano soltanto rispetto.
Roberta 2012-08-26 08:39:15
Sarei tentata di pensare come Niko e di solito sono molto severa anch'io perchè non si può andare per strada così, qualunque sia la nazionalità di chi guida. Però quando ho visto la scena non sono riuscita a pensare questo, mi veniva da piangere e la sola cosa che ho pensato con le gambe che tremavano è stata chiamare 118 e 112. Poi me ne sono andata: si era radunata già tanta gente.
Federica 2012-08-26 08:47:41
e ci mancherebbe pure che prima di soccorrere qualcuno si verifichi la nazionalità di origine... magari quei ragazzi lavoravano sodo.. cosa che qualcuno dei "nostri" non ha tanta voglia di fare... comunque, prudenza ragazzi !!!!
Michele 2012-08-26 10:42:55
Di fronte a questi eventi non c'e' nazionalita', e' anche vero pero' che molti se la cercano, non dico di rispettare i limiti assurdi dei 50 orari ma se corri troppo devi metterci in conto il rischio.
mari 2012-08-26 17:38:50
la vita va vissuta e la loro e finita in quella strada , destino della vita?
leo 2012-08-26 18:20:51
ragazzi come tutti.. con tanta voglia di vivere una vita migliore. un pensiero va ai famigliari e amici che ora sentono soli
learco 2012-08-26 19:00:36
arceviese una strada troppo pericolosa che miete troppe vite andrebbe veramente modificata
rebecca 2012-08-26 20:52:01
arcevise..più che modificare la strada bisognerebbe modificare la mentalità degli automobilisti , non è un circuito per le corse ed il codice della strada esiste per viaggiare in sicurezza se osservato purtroppo sono pochi ad osservarlo e si perdono tante vite umane,troppe.
nico 2012-08-26 21:13:26
...non ho parole,ancora non riesco a crederci...quell poco tempo libero che avevano giocavamo calcio insieme..adesso non ci sono piu..tutti tre bravi ragazzi,e lavoratori...tutti sbagliamo quando si guida,purtroppo per loro e stato fatale...comunque volevo ricordare che anche noi stranierii siamo delle persone..dio ha creato a tutti e quindi abbiamo un padre comune..
adina muntean 2012-08-27 05:19:07
e facile esere rasisti solo la gente che non ha un po di demnita e di cuore puo esere cozi siamo tuti uguali anche se siamo da un altra nazionalita anche io sono rumena e ho conosciutao uno di queli ragazi che riposano tuti in pace si chiama alexandru sas era un bravisimo ragazo un figlio e un fratelo exemplare un po di rispeto su la sua famiglia che sta sofrendo......
maria 2012-08-27 09:44:52
Condoleanze alle famiglia ke hanno perso questi ragazzi.Sono una rumena ke vive qui in italia solo da 5 anni e incontro molti rassisti è nn e giusto xkè davanti a dio ke ci ha creato siamo uguali sia ke siamo rumeni,rusi o altro e li voglio fare una domanda a quste xsone rasiste xkè tanti italiani si sposano e fano figli cn delle rumene e pure vano nell nostro paesse e nn voliono tornare più qui?la risposta lo do io xkè si trovano bene cn noi rumeni e xkè noi nn siamo rasisti.Avete rispetto xkè questi ragazzi ke nn ci sn più e x le loro famigli ke sicuramente anke loro contribuiscono alla economia italiana,xkè noi se lavoriamo qui paghiamo tutto cm vuoi.Grazie a cielo ke ci sn anke tante xsone italiane ke conoscono bene i rumeni e vedono cm siamo è poi tutto il mondo e un paesse.scusate se ho scritto molto ma sn arabbiata x le critiche ke sn su di noi e giudicati cm giuda,nn egiusto.basta cn rasismo.dumnezeu sa-i odihneasca in pace pe acesti baieti si condoleante familiilor.
Shlomo Yehuda 2012-08-27 11:49:56
Vivere e morire è spesso una cosa banale. Banale non è mai il ricordo che lasciano le persone care che se ne sono andate. Mi dispiace per le famiglie e gli amici.
Nicola 2012-08-27 12:23:20
Ho conosciuto Alessandro, uno dei ragazzi che ci ha rimesso la vita nell'incidente, questa primavera perchè ha fatto dei lavori a casa mia. Ho visto la foto sul giornale questa mattina e sono rimasto di sasso. Quando muore una persona è sempre una grande tristezza. Ma quando muore un ragazzo giovane, bravo, onesto e lavoratore come Alessandro non ci sono parole per trasmettere la tristezza che ti avvolge. Sentite condoglianze alle famiglie dei 3 ragazzi.
roby 2012-08-27 12:48:54
.........e siamo arrivati a criticare anche la morte! Tanto bella la vita con le sue gioie e i suoi dolori. Ma esiste anche chi critica un'ambulanza che soccorre gli omissis.
Cari fratelli e sorelle, perchè così siamo davanti al supremo di qualsiasi forma ed entità, se avete delle critiche anche davanti ad un momento simile, fatevi chiudere dentro un pozzo senza luce e senza aria. Sono italiano e sono stato straniero in terra straniera. Ma sono dotato di qualcosa che manca a quanto vedo: non solo pietà ma anche rispetto per quelle famiglie e per quei ragazzi. Alle famiglie stringo la mano forte e un abbraccio come figlio e fratello e a quelle anime un forte saluto nelle mani di dio.
francesco 2012-08-27 12:50:57
Fanno sempre tristezza questi commenti razzisti...chi corre troppo mette a rischio la propria vita e quella degli altri a prescindere dalla nazionalità.
CLAUDIO 2012-08-27 14:07:46
Essere razzisti in una occasione simile, è incredibile e pietoso. Però concordo con Rebecca, non si può dare la colpa all'arceviese, se tutti rispettassimo il codice della strada, sull'arceviese, e non solo, non ci sarebbero più vittime.
nico 2012-08-27 23:26:23
pero sbagliamo tutti nella vita..penso che sono pochi quelli che non hano mai superato ii limiti...quindi non bisognia criticare ii altri...multumesc adina pentru cuvintele frumoase,si eu iam cunoscut pe toti trei,marton mihali im era foarte apropiat,am avut un sentiment de neputinta cand am vazut cum ii scoate din masina fara viata,apoi carabinieri mi.au cerut sai recunosc,as fi dat 5 ani din viata mea la fiecare...dumnezeu sai aiba grija de ei..sper macar ca aceasta tragedie sa ne uneasca mai mult pe noi romani si sa mai renuntam la orgoliu
rebecca 2012-08-28 14:36:24
superare i limiti è quasi normale ma di quanto ?10 20 km orari ,ma se è vero che il suo contachilometri segnava 150, era un miracolo se arrivava a casa sano e salvo.
klaudio 2012-08-28 18:44:09
riposa in pace .
.
.........
.
.
.
.
Elena 2012-08-29 08:22:29
NIko
2012-08-26 01:58:34
E (...omissis...) l'eliambulanza per quei (...omissis...)? ma scusa che tipo di persona sei?visto che tutti e tre ragazzi erano lavoratori vuol'dire che pagavono le tasse,no?allora perche non aver dritto come tutti gli italiani a l'eliambulanza?guarda che anch'io sono rumena,e vivo in italia da 6 anni,pago le tasse e tutto quanto.ma allora se un italiano va in romania e li succede qualcosa non deve essere portato al ospedale ma lasciato per strada a morire?io vado al lavoro in bici e vedo che neanche gli italiani non rispettono le regole....sto ferma al passaggio pedonale 10 minuti per traversare la strada...comunque cosa voglio dire e che non capisco le persone razziste.ma se e succeso un paio di anni fa che un italiano a violentato un bambino in romania noi come rumeni perche non facciamo come voi? ragazzi riposate in pace....(da nico...si eu ma asteptam ca o asemenea tragedie sa faca comunitatea romaneasca mai unita dar se pare ca nu a fost asa....din pacate sunt doar pt ei si atat)
nico 2012-08-29 13:09:29
non e vero che andavano a 150,io sono andato li subito,e ho vistio anche la machina...pt elena,sincer miam dat seama cat de singura este o familie in asemenea momente...de 12 ani de cand sunt in italia am incercat sa creez o forta comunitatea romanilor dar degeaba..nimeni nu se gandeste la aproapele lui...pacat am fi putut fi mai puternici...
rebecca 2012-08-29 13:43:29
NICO io ho precisato "SE" è vero che andavano ai 150 ma tu se vuoi dire la tua forse è meglio che scivi in italiano altrimenti è come se parlassi da solo.
Elena 2012-08-30 10:36:03
da nicu din pacate asa e...cu strangerea de ajutoare,pe cine intrebam, spunea ca nu ii cunoaste pe baieti...apropo daca esti nicu care cred eu,eu sunt anca(cu acelasi nume ca al tau)
angelo 2012-08-31 21:19:23
li ho conosciuti, abbiamo fatto qualche lavoro insieme grandi lavoratori onesti e soprattutto bravi ragazzi!!!è proprio un peccato!!!la morte non ha nazionalita,rispettate questi ragazzi!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura