SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Fabbri Infissi coupon Campionaria

Pesaro lancia “Operazione Bici sicura”: Senigallia come si muoverà?

Nel senigalliese fecero discutere le multe ai ciclisti lungo il corso. Ma poco più a nord si sta andando oltre

2.580 Letture
10 commenti
In biciletta nel corso di Senigallia

Ahi, povera bicicletta. Il mezzo, comodissimo in città specialmente negli affollati periodi estivi oltre che decisamente poco inquinante, non sembra più poter sempre essere la scorciatoia per raggiungere più velocemente la propria destinazione, a costo di non rispettare appieno il codice della strada.


Se a Senigallia infatti nei mesi scorsi avevano fatto discutere le multe elargite a chi attraversava Corso 2 giugno in sella ad una bicicletta, a Pesaro negli ultimi giorni al centro del dibattito c’è l’ “Operazione Bici sicura”, che sta scatenando lamentele da parte di chi si è trovato a ricevere una contravvenzione a suo dire inaspettata.

Voluta dal questore Italo D’Angelo, l’operazione della Polizia Municipale ha portato a sanzionare nella mattinata di lunedì 20 agosto diversi ciclisti, colpevoli di irregolarità come l’attraversamento in sella al mezzo delle strisce pedonali, di un semaforo con il rosso, di una strada contromano, o il guidare parlando a un telefono cellulare.

Irregolarità indubbiamente, ma a quanto pare talmente abituali e diffuse (ed evidentemente, spesso non punite), da sorprendere coloro che sono stati sanzionati.

Insomma, nei confronti dei ciclisti sembra essere proprio terminato il periodo della tolleranza zero.

Chissà se anche a Senigallia, dopo il divieto stabilito per il Corso 2 Giugno, si insisterà nella medesima direzione.

Allegati

Commenti
Ci sono 10 commenti
macp 2012-08-20 22:50:18
Speriamo. Non è che le regole le devono rispettare sempre e solo gli altri.
Marco Scaloni 2012-08-21 08:35:53
Il blog Popinga ne parlò qui: http://scaloni.it/popinga/contromano/
ghe 2012-08-21 09:45:33
Italo D'angelo ..... finalmente una buona idea ! era ora !
da prendere esempio !
BlackCat
Dionisio 2012-08-21 10:37:50
Se due persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" togli il cartello. (Winston Churchill)
alberto 2012-08-21 11:50:06
X Senigallia ci sono molte altre e più essenziali problematiche da risolvere !!!
Ingrao
Pasquale Torino 2012-08-21 13:49:37
Iniziamo a multare da giugno non da fine estate le multe servono apoco per le bici ci vuole un corso d educazione stradale poichè qui a senigallia e sopratutto i turisti non sanno cosa vuol dire starde per strada con una bici la maggiorparte dei ciclisti ti spuntano in contromano entrano dove non si può e t investano pure volendo avere sempre ragione una buona educazione stardale e il casco obligatorio è un idea le multe nel passaggio successivo poichè molti ciclisti guidano il mezzo a due ruote credendo d avere diritto sugl automobilisti e sui pedoni
Autonelgarage 2012-08-21 17:15:58
Vedo le premesse da 'fuoco di paglia' (cioè di breve durata); al centro di Fano, sulla Ss16 (dalla stazione all'Arco d'Augusto e poi verso il ponte dell'Arzilla) fino a qualche mese fa, sovente sbucavano ciclisti in sella alla bici per attraversare sulle striscie pedonali; con sicurezza e senza alcun indugio.
Dopo simile iniziativa da parte della Municipale, la situazione è migliorata ma bisogna comunque sempre fare molta attenzione transitando in auto lungo quel tratto di Ss16. / Mi giunge nuova (e ne rimango molto perplesso) l'infrazione commessa telefonando mentre si va in bici; la sanzione è sui 150 €. La 'giustificazione' che ho trovato è che la bicicletta è a tutti gli effetti un veicolo e deve rispettare le stesse regole degli altri. Stando così le cose, e venendo a noi di Senigallia, di lavoro per i Vigili ce ne sarebbe a iosa: -quelli che (in sella alla bici) da Via Carducci attraversano il fiume (direzione Corso) -quelli che fanno il percorso inverso nell'altro ponte, dai Portici verso lo stadio (con sicumera...) -sempre lì, quelli che da Via Montenero partono col rosso (col verde dei pedoni) -sotto i Portici (o meglio, dentro i portici; proprio dove si piazzano le bancarelle il Giovedì) è regolare viaggiare a velocità neanche moderata? -stesso discorso vale per il lungomare di Ponente, lungo il marciapiede lato mare. -il ponte girevole del porto poi, è perfetto per la citazione di Churchill: dalla bici non scende praticamente nessuno; si farebbe prima a togliere il cartello (con quel "velocipedi" :-) -segnalo anche la 'stradina' pedonale sopraelevata (rispetto alle auto) del sottopassaggio che dalla 'Penna' porta alla Rotonda, lato stazione. Mi è capitato di vedere un tizio in mountain-bike (neanche giovane, probabilmente un turista) sfrecciare a tutta velocità, data la precedente discesa...
LorisMarco 2012-08-22 02:33:10
Ok la bici non inquina , ma chi la usa deve rendersi conto che è un mezzo di trasporto , ed è soggetto al codice della strada . A Senigallia sembra che se lo siano completamente dimenticato, anche chi quel codice dovrebbe farlo rispettare . Carissimo sindaco non crede anche lei , che dopo aver creato tutti quei chilometri di piste ciclabili,sarebbe ora di farle usare? -------
gianni 2012-08-22 10:04:17
tutti quei chilometri di ciclabile? a senigallia ma dove?
LUCA 2012-08-22 14:59:02
IO PENSO CHE SENIGALLIA STIA FACENDO SCAPPARE I TURISTI
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura