SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Senigallia.org

Una pioggia estiva a Senigallia di contributi pubblici discutibili

VII puntata del libro bianco del Coord. civico: nel mirino le associazioni socio-culturali e naturalistiche

2.887 Letture
commenti

SoldiIl sindaco Mangialardi, recentemente, si è domandato riferendosi a Caterraduno e Summer Jamboree: “Il consigliere Paradisi pensa che le manifestazioni estive che hanno portato tantissima gente non costino nulla?”. Ha ragione il primo cittadino che voleva restituire la fascia al prefetto. Ma ci spieghi: quanti turisti ha portato il Gruppo La Macina per un concerto in piazza Roma? E quanti l’evento “Territori Sonori”? E ancora: quali masse turistiche ha spostato lo studio Salvucci di Pollenza (Mc) in piena estate? Nomi sconosciuti ai senigalliesi, ma non alle casse comunali.

Ecco i nuovi dati da “Libro Bianco”: 2.220 € per “La Macina”, 3.300 €  per “Territori sonori” e 3.000 € per lo studio di Pollenza per la realizzazione dell’evento “Non a voce sola” (tutti i contributi in determina 809/2011).
Ai contributi per questi isolati (e sconosciuti) eventi vanno aggiunte le spese (sostenute sempre dal Comune e non rientranti nel contributo) di € 1.200 per spese tecniche ed € 4.390 per la Siae.
Una bazza totale di 14.090 euro
.

Ma non c’era la crisi epocale finanziaria degli enti locali?

Una crisi che non tocca nemmeno i finanziamenti alle solite associazioni giovanili.
La domanda: non basta, in tempo di crisi,  garantire ai giovani (peraltro sempre gli “stessi” giovani), la fruibilità gratuita di un centro di aggregazione? Evidentemente no. Ecco allora che compaiono 5.000 € per i centri “Bubamara” e “Rolabola” (determina 279/2011).
Ed è solo un acconto.

Ma il primato dell’originalità, questa volta, spetta al dirigente Mattei (è ancora il tesoriere del Pd?): per passeggiare sul Misa ha concesso un contributo di 500 € allo studio naturalistico Diatomea(determina 766/2011).

E la “camminata” degli sprechi continua…


da Roberto Paradisi
Coordinamento Civico
//librobianco-senigallia.blogspot.com

Commenti
Ci sono 5 commenti
Anonimo2011-10-07 11:17:47
ma quanto vi ci vuole x far dimettere questo sig. Mangialardi ????? quanto deve (...omissis...) ancora????
guidobaldo_spaccacocchie 2011-10-07 13:22:08
Sono Guidobaldo Spaccacocchie, presidente della FIASUK, Federazione Italiana Amici della Sorca Ucraina. La nostra associazione con sede unica a Frosinone conta ad oggi 4.759 iscritti e si dedica soprattutto ad incontri sulla discussione delle donne prevalentemente ucraine e ex-sovietiche in generale. Due volte l'anno organizza gite esplorative presso le repubbliche ex-sovietiche in avanscoperta di eventuali ritrovi, bordelli, night-clubs, ecc. Chiedo formalmente un contributo o una partecipazione o un patrocinio al Comune di Senigallia, consapevole dell'alto valore cul-turale e sociale delle nostre iniziative. L'associazione si dichiara anche disponibile ad organizzare annualmente un evento estivo nella città di Senigallia contribuendo con una certa sicurezza a portare milioni di "adepti" e semplici appassionati in città.
sergio 2011-10-07 14:00:06
Sono un comune cittadino, non debbo difendere o accusare nessuno, vorrei però osservare che l'offerta culturale che una amministrazione deve offrire deve essere completa e differenziata non sempre necessariamente popolare o di grande coinvolgimento, sarebbe bello (forse) che tutte le manifestazioni avessero il seguito di "Caterraduno" o "summer J.". Per esempio "La macina" è una realtà musicale molto seguita a livello nazionale e merita interesse, penso che una cittadina turistica possa e debba seguire questa regola. D'altronde anche alla Scala di Milano non vanno le folle oceaniche dei concerti POP, e gli enti lirici costano tantissimo, ma la cultura alla fine paga, sempre.
Dovremmo capirlo tutti, anche quello "spiritoso" che ha lasciato il commento, se fosse andato a "Passeggiare sul misa" o ad ascoltare qualche concerto forse sarebbe più sereno.
sergio
w il verde 2011-10-07 14:08:16
calmo
Però che stai a fa' un mischione: metti insieme 500 € per un'associazione e i 100.000 per uno studio legale...insomma possibile che sia tutto spreco? e le associazioni chi le ripaga del lavoro svolto?
piero 2011-10-07 14:41:33
leggo nel commento "l'offerta culturale che una amministrazione deve offrire deve essere non sempre necessariamente popolare o di grande coinvolgimento". Appunto infatti prima si saldano i conti elettorali con gli amici e gli amici degli amici, poi si verifica se c'è per gli altri in un secondo momento. Se si vuol organizzare un evento isolato per 20 gatti lo si faccia pure ma a spese dei 20 gatti: acqua, luce, siae, suolo pubblico.
La "Chiave di Cichino", la più bella e gentile manifestazione estiva di Senigallia nel castello di Roncitelli pare l'abbiano assassinata per mancanza di fondi per dare soldi persino ad associazioni in provincia di Cuneo di cui nemmeno la maggior parte degli amministratori/consiglieri sanno chi sono. Ma toglietevi quel pezzo di (...omissis...) dalla bocca prima di parlare!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura