SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Vigor Senigallia, l’Eccellenza è ancora tua

Il Coni dà ragione alla società rossoblu che aveva fatto ricorso dopo il mancato rispecaggio

1.410 Letture
commenti

il Presidente rossoblu Valentino MandoliniVigor ripescata. E’ questo il succo del comunicato ufficiale con cui il Coni, l’organo cui aveva fatto ricorso la società rosso blu dopo il mancato inserimento nel campionato di eccellenza da parte del Comitato regionale Figc-Lnd, ha smentito quanto ufficialmente dichiarato con le precedenti delibere dell’assemblea marchigiana.

"Giustizia è fatta" commenta il presidente Valentino Mandolini leggendo il comunicato del Coni. Tra le righe si leggono bene due parole che non lasciano spazi a dubbi: "annulla" e "ordina". La prima di esse riferita alle delibere precedenti in base alle quali l’organo competente regionale metteva la Vigor al terzo posto in graduatoria ripescaggi escludendole così la possibilità di tornare in eccellenza. La seconda invece obbliga il comitato a riformulare la graduatoria stessa, dando alla società senigalliese il posto che le spetta di diritto essendosi posizionata in campionato sopra la Vis Macerata.

La situazione ora è questa, un ribaltone completo rispetto a quanto sentenziato qualche giorno fa dal Presidente del Comitato regionale LND Cellini: Vigor 17a, di diritto nel computo delle ripescate; Montegiorgese 18a, anche lei in Eccellenza.

Insomma tutto a posto? Non ancor,a dato che la posizione della Sambenedettese, fallita qualche settimana fa, sembra essere quella della 19a squadra che verrà a militare nel campionato dilettantistico. A conti così fatti, l’unica esclusa, proprio come lo sarebbe stata la Vigor, è la Vis Macerata che si trova ora nella scomoda situzione di chi deve sperare in un campionato allargato a ben 20 squadre per potervi rientrare, altrimenti è "condannata" alla Promozione.

"Non chiederemo le dimissioni del Comitato regionale visto l’intento che all’unanimità è stato esplicitato ai danni della nostra società – spiega ancora Mandolini. In un contesto di responsabilità peraltro, dovrebbero i componenti a dimettersi di loro iniziativa. Per ora rimane il fatto che siamo contenti della sentenza che ci ha dato ragione, valuteremo in altro momento se chiedere anche i danni per la vicenda".

Un occhio alla rosa è d’obbligo per la domanda sui ’rinforzi’: "Per quanto riguarda la formazione prima aspettiamo che l’allenatore Favi esamini bene chi ha a disposizione, poi eventualmente vedremo se ritornare sul mercato per potenziare questo organico già valido. Il campionato promette interessanti sfide dato che le principali città e realtà marchigiane militano nella stessa competizione: Senigallia, Fermo, Pesaro, Jesi, Fabriano, Osimo. Noi ce la mettermo tutta, ma bisogna anche che la città faccia la sua parte: finora siamo stati inascoltati e ogni appello della società a che Senigallia partecipi insieme e faccia sentire la sua presenza, è caduto nel vuoto. Parta per prima l’Amministrazione Comunale che solo in quest’ultimomomento ci è stata vicina, la ringraziamo ma bisogna fare di più perchè poche persone non possono fare il lavoro di tutti".

di Carlo Leone

Carlo Leone
Pubblicato Giovedì 13 agosto, 2009 
alle ore 17:09
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura