SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Giovane suicida a Marina di Montemarciano

Muore sotto il treno

3.495 Letture
commenti


Ha parcheggiato la sua amata Minicooper gialla nel piazzale del distributore Api di Marina, al chilometro 282 della statale 16, ha saltato il piccolo avvallamento che divide l’area di servizio dai binari e, quando il treno si è avvicinato, si è buttato per lasciarsi travolgere. Così un 34enne di Marina, ha deciso alle 9.30 di ieri di farla finita.I macchinisti del regionale 7013 proveniente da Pesaro per Ancona lo hanno visto gettarsi ma non hanno fatto in tempo a frenare: in quel rettilineo il convoglio, lanciato ad alta velocità, ha impiegato circa 400 metri per fermarsi.Violentissimo, quindi, l’impatto che ha straziato l’uomo.La linea ferroviaria è stata interrotta per circa mezz’ora, poi la circolazione è ripresa sul binario non interessato dall’incidente; mentre i rilievi sul locomotore sono proseguiti per circa due ore. Per risalire all’identità del ragazzo, gli agenti della Polfer si sono serviti del codice fiscale contenuto nel portamonete, dove non erano custoditi altri, documenti. Solo attorno alle 13, gli agenti sono stati in grado di avvertire i familiari, sopraggiunti per un riconoscimento informale, avvenuto tramite gli effetti personali ritrovati sul luogo della tragedia. Da quanto è stato possibile ricostruire, il 34enne ha raggiunto i binari dopo aver aggirato il piccolo bar "Lollo", forse per non essere visto dalla strada, approfittando del fatto che, in quel tratto, la ferrovia non è recintata. Nessuno, a parte i due macchinisti (uno dei quali, poco dopo l’incidente, è stato soccorso per un malore), ha visto nulla: bar e distributore, ieri mattina, erano chiusi per turno.Il giovane, impiegato da un anno e mezzo al Comune di Falconara, dopo aver lavorato con l’assessore regionale Ugo Ascoli alla facoltà di scienze delle comunicazioni, viveva a Marina con i genitori.La mamma, nota professionista di Falconara, ed il padre, impiegato nel settore commerciale di una industria petrolifera. Gli amici ed i colleghi di lavoro, recentemente, lo avevano visto un po’ giù di morale ma il giovane era soggetto a periodi di depressione che poi passavano.Un gesto dettato forse dalla solitudine o da una recente delusione amorosa.
di Alessandra Pascucci
dal Resto del Carlino

Redazione Senigallia Notizie
Pubblicato Martedì 1 febbraio, 2005 
alle ore 9:26
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura