SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Cacciatore spara ad altezza uomo nei pressi di un ristorante di Senigallia

Il consigliere del Pd Busilacchi segnala l'episodio: "nessun ferito ma una pioggia di pallini, gesto da criminale"

4.858 Letture
commenti
Onoranze Funebri F.lli Costantini
Caccia, cacciatori

Un ignoto cacciatore spara ad altezza uomo nelle vicinanze di un ristorante e colpisce – senza ferirlo – un cliente.


E’ successo domenica 11 ottobre a Senigallia: a denunciare l’episodio è, via facebook, il presidente del gruppo del Partito Democratico all’Assemblea legislativa delle Marche, l’anconetano Gianluca Busilacchi, che scrive:

“Oggi (11 ottobre, n.d.r.) un cacciatore, over 60, capelli bianchi, altezza media, grassoccio, ha sparato ad altezza uomo verso le ore 16.30 nel campo confinante con la proprietà del ristorante Taverna dei guelfi a Senigallia. Eravamo due famiglie con bambini, fortunatamente nessun ferito ma solo pioggia di pallini che ha bucato i vestiti di una persona del gruppo. Chiunque riuscisse a darci notizie per risalire a questo pazzo criminale è pregato di farci avere notizie.

L’appello per ottenere informazioni sull’autore dello sconsiderato gesto ha riaperto sulla bacheca del consigliere regionale anconetano il dibattito sulla caccia e sul comportamento di alcuni cacciatori.

-Foto di repertorio

Commenti
Ci sono 3 commenti
Mario2 2015-10-12 22:27:42
Il racconto mi sembra piuttosto inverosimile, probabilmente tutti conoscete il campo di tiro a volo in strada delle sterpettine, li si spara in aria e tutti sappiamo che un oggetto lanciato raggiunge la massima distanza quando la sua angolazione è di 45°, nonostante questo il campo è a ridosso della strada e delle case, questo perché un fucile a canna liscia caricato a pallini ha una gittata nonché efficacia molto limitate. Mi pare abbastanza strano che sparando ad altezza uomo i pallini siano piovuti, avrebbero dovuto arrivare diretti, mi pare strano anche il fatto che cadendo a pioggia abbiamo bucato gli abiti perché dato il loro peso nemmeno se fossero caduti da un aereo avrebbero potuto farlo. Con questo non voglio assolutamente prendere le difese del cacciatore perché il gesto va sicuramente condannato, fosse per me ad una certa età vieterei non solo le armi ma anche la patente, resta il fatto che balisticamente parlando ci sono delle contraddizioni, ho questo ha sparato ad altezza uomo o ha sparato alto facendo cadere i pallini a pioggia, tutte e due le cose non è possibile.
Mario2 2015-10-12 22:32:01
Le due cose hanno un peso totalmente differente, perché se spari "alto" puoi aver fatto un errore di valutazione, non ferisci nessuno, a meno che ti arrivi un pallino in caduta in un occhio, sempre che la vittima oltre a trovarsi in traiettoria di tiro cammini a testa in su, rivolta verso il cacciatore. Se spari ad altezza uomo nei pressi di un ristorante invece sei un pazzo.
omcsenigallia 2015-10-13 09:25:35
Venerdì 9 ottobre giorno di chiusura settimanale della caccia insieme al martedì, alle ore 18. 55, ho sentito uno sparo di doppietta proveniente zona cimitero Roncitelli. Ho subito telefonato al guardiacaccia che mi ha informato che non poteva intervenire perché il loro corpo è stato eliminato accorpandolo a quello dei carabinieri! Vivo in una zona circondata dai campi e il sabato e domenica soprattutto, la sveglia è sempre all'alba, al suono dei fucili e carabine!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!