SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

India, l’Alta Corte del Kerala stabilisce la libertà su cauzione per due i marò italiani

Dovranno pagare dieci milioni di rupie (143.000 euro) ciascuno, avere dei garanti indiani e l'obbligo di firma

I due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

I due marò italianiMassimiliano Latorre e Salvatore Girone saranno rimessi in libertà su cauzione. E’ quanto ha stabilito l’Alta Corte del Kerala, nel sud dell’India, stabilendo le condizioni precise a cui dovrà attenersi lo Stato Italiano.

Le garanzie per superare il precedente parere negativo del tribunale di primo grado e poi del Governo indiano sono state stabilite nel pagamento di un deposito di dieci milioni di rupie (143.000 euro) ciascuno e nella designazione per loro di due garanti indiani.

Le condizioni si erano rese necessarie per evitare il pericolo di fuga dei due militari marittimi italiani che, dall’ex riformatorio a Kochi dove sono attualmente detenuti, saranno trasferiti all’ambasciata italiana a New Delhi. Negata l’applicabilità del “Sua Act” (Suppression of Unlawful Acts against the Safety of Maritime Navigation), ovvero la convenzione che stabiliva come “terrorismo marittimo” anche la violenza contro le persone che si trovano a bordo o danneggiamento di una nave o del suo carico e il dirottamento della stessa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!