SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Macelleria da Vinz - Carne di alta qualità a Senigallia (AN)

Turismo e lavori a Senigallia. Regione Marche in difficoltà – Intervista VIDEO a Mangialardi

Tanti i temi caldi affrontati, tra cui: Capitale della Cultura ed eventi, colonie ex Enel e porto, manutenzioni, sanità e rimpasti

1.771 Letture
commenti
Massimo Mariselli e Maurizio Mangialardi

Il capogruppo PD al Consiglio Regionale delle Marche, Maurizio Mangialardi, è tornato davanti ai microfoni e alle telecamere di Senigallia Notizie per un’intervista video che ha dato il consueto ampio sguardo alle tematiche della politica locale, regionale e nazionale.

In un’assolato Foro Annonario di inizio ottobre, si è partiti proprio dalla bella stagione appena trascorsa, parlando di afflussi turistici a Senigallia e nelle Marche per l’estate 2023 e di finanziamenti regionali alle manifestazioni estive come il “nostro” Summer Jamboree, passando anche per quelli all’Istituto di Storia delle Marche.

Sempre in ottica di Regione Marche, si sono affrontati i nodi sempre molto scottanti della sanità in perenne difficoltà e della situazione che si sta vivendo nella Giunta Acquaroli, con un probabile nuovo cambio di assessori in vista, passando anche dal cambio di casacca del consigliere Santarelli, un tempo Capogruppo senigalliese del PD, ora approdato alla Lega, dopo un periodo in Forza Italia.

Massimo Mariselli e Maurizio MangialardiScendendo a livello locale, con Mangialardi si è parlato di molti temi caldi nella cronaca e nella politica cittadina: dalla mancata candidatura di Senigallia a Capitale della Cultura 2026, all’urbanistica e ai lavori pubblici, con la discussa variante alle ex colonie Enel, la pista ciclabile di Ciarnin, i lavori al Porto della Rovere, la manutenzione della segnaletica orizzontale e degli impianti sportivi e l’intitolazione di Largo Don Pietro Sallei a Montignano.

La regione, la città… ma senza tralasciare il piano nazionale, con l’emergenza migranti e le questioni della sanità, che consentono a Mangialardi sia di puntare il dito contro il governo Meloni che ora, di fronte alle difficoltà, non è così “pronto”, contrariamente ai proclami della campagna elettorale, sia di fare mea culpa per le mancanze del passato del proprio Partito Democratico.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura