SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

I giovani e l’agricoltura: Coldiretti Marche fa il punto alla Rotonda di Senigallia

Rischi per agricoltori legati ai rincari: +170% i concimi, +90% i mangimi, +129% il gasolio. Non va meglio lungo la filiera

1.942 Letture
commenti
Marche Notizie - Marchenotizie.info
Convegno Coldiretti a Senigallia

Come si coniuga la transizione ecologica con gli scenari economici scaturiti dalla guerra in Ucraina? Se lo sono chiesti i giovani di Coldiretti riuniti nel pomeriggio di lunedì 6 giugno alla Rotonda di Senigallia per NewCamp Inform Tour, iniziativa dedicata alla nuova Politica agricola comunitaria, alle prospettive per il settore e alle possibilità di sviluppo che arrivano dall’agricoltura biologica.

Che nelle Marche significa Distretto Biologico, “un’opportunità di promuoverci e di farci conoscere – ha spiegato Giovanni Girolomoni, presidente del Consorzio e tra i relatori dell’incontro – In questo settore c’è tanta concorrenza ma noi dobbiamo far sapere che il nostro biologico è il migliore: siamo partiti da lontano, non è una moda recente e abbiamo grandi realtà agroalimentari e piccole aziende unite da forte attaccamento al territorio e alla filiera”.

Nel corso dell’evento Stefano Ciliberti, docente dell’Università di Perugia, ha illustrato quello che sarà la nuova Pac. I rischi, per gli agricoltori, sono legati ai rincari dei beni energetici e alle incognite legate alle ripercussioni economiche e geopolitiche del conflitto tra Russia e Ucraina. Mentre nelle campagne si registrano aumenti di costi che vanno dal +170% dei concimi al +90% dei mangimi, al +129% per il gasolio con incrementi dei costi correnti di oltre 15.700 euro ma con punte oltre 47mila euro per le stalle da latte e picchi fino a 99mila euro per gli allevamenti di polli, secondo lo studio del Crea, non va meglio lungo la filiera dove il vetro costa il 30% in più e dove si registrano rincari del 35% per le etichette, del 45% per il cartone, del 60% per i barattoli di banda stagnata, fino ad arrivare al 70% per la plastica, secondo l’analisi Coldiretti.

Convegno Coldiretti a Senigallia - Maria Letizia Gardoni e Alberto Frau“Si torna a parlare di sovranità alimentare – commenta Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche – ma dobbiamo ragionare anche in ottica di sostenibilità stando comunque attenti a quegli estremismi che vorrebbero il cibo prodotti in laboratorio e non sui campi. Gli investimenti nel campo della biologia sintetica stanno crescendo molto negli ultimi anni e i nomi più impegnati sono soprattutto noti per essere protagonisti del settore hi-tech e della nuova finanza mondiale, da Bill Gates (fondatore di Microsoft) ad Eric Schmidt (cofondatore di Google), da Peter Thiel (co-fondatore di PayPal) a Marc Andreessen (fondatore di Netscape), da Jerry Yang (co-fondatore di Yahoo!) a Vinod Khosla (Sun Microsystems). Noi agricoltori abbiamo la responsabilità di comunicare il nostro lavoro indicando la giusta via di mezzo tra l’allevamento intensivo e la ‘carne’ sintetica. Dobbiamo parlare di allevamenti estensivi, di benessere animale, di biologico: dobbiamo essere i primi comunicatori del nostro lavoro”.

Secondo Alba Alessandri, delegata Giovani Impresa Marche, l’Italia ha leggi e controlli che permettono anche all’agricoltura convenzionale di essere molto più green degli altri stati. “Di certo – dice – non possiamo tornare indietro a quella che era l’agricoltura del passato e dobbiamo essere capaci di proporre il nostro modello di agricoltura”.

da Coldiretti Marche

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura