SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Comitato Difesa Ospedale Senigallia: “Sanità, tre indizi fanno una prova”

"Anziché investire risorse per breve periodo si assumano medici a tempo pieno al Pronto Soccorso: tornerebbe un Ospedale vero"

Comitato Cittadino per la Difesa dell'Ospedale di Senigallia

Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova, perché si dice che al terzo indizio si intravvede uno schema.

Noi ora mostreremo i nostri indizi e alla fine tireremo la nostre “logiche” conclusioni.

Primo indizio: a febbraio 2021 esce una determina (Conferimento incarichi di responsabile strutture semplici e semplici dipartimentali) che ricalcava in tutto e per tutto il vecchio progetto Regionale che penalizzava l’ospedale di Senigallia e che toglieva diverse U.O.C. (ad oggi ne mancano 6) e anche l’Utic di Cardiologia.

Il secondo e terzo indizio arrivano dopo un anno e quasi contemporaneamente.

Facendo seguito a quanto precedentemente deliberato il Dr. Guidi, nell’Aprile 2022, ha emanato un avviso (interpello per conferimento incarichi di dirigente responsabile UOSD/UOS) con il quale l’AV2 andava avanti con il progetto che purtroppo vede, ecco la coincidenza con il primo indizio, l’Ospedale penalizzato.

Su 38 incarichi che verranno assegnati solo 4, salvo errori che saremmo contenti di notare, riguardano Senigallia. La gravità però sta nel fatto che questo avviso è peggiorativo.

Se prima venivano assegnati pochi incarichi (sempre più di 4) ma con autonomia gestionale e di risorse ora alcuni di questi sono completamente scomparsi.

Parliamo dell’Otorino e della Fisiatria di Senigallia, ora non più nella lista, e dell’Utic di Cardiologia, non riassegnata ufficialmente al nostro Ospedale.

Gravissimo!

Terzo indizio, la prova provata del 05 maggio 2022, medici assunti solo per l’estate.

(Provvedimenti urgenti per affidamento temporaneo fornitura assistenza medica specialistica di pronto soccorso)

il Comitato dice no a medici per 4 mesi ma per quelli a tempo pieno.

Il Pronto Soccorso fornisce la salute ma deve essere adeguatamente dotato di personale. La determina scaturisce dalla cronica carenza di medici, solo 5 medici sui 13 necessari, che con la stagione estiva non riusciranno a far fronte alla maggiore dose di lavoro.

Dr. Guidi, con l’avviso emanato si spendono per 633mila e 600euro per assumere medici per 4 mesi da utilizzare nel servizio. Se proprio si volesse riqualificare l’Ospedale sa che con lo stesso importo potrebbe assumere 10 specialisti, ma a tempo pieno!

Faccia fare i conti dai suoi uffici perché a noi sembra uno sperpero di risorse.

Ne vogliamo parlare? E la direttrice Asur, dr.ssa Storti, che cosa ne pensa?

Pertanto la nostra conclusione dopo questi tre indizi, ma quanti ancora ne potremmo svelare, che i cittadini devono conoscere è questa.

Sembra evidente che il progetto portato avanti dai dirigenti regionali (ma la Regione?!) non ha alcuna visione di come deve essere l’Ospedale di Senigallia, DEA di Primo livello.

Si vuole tamponare con più di medici nel periodo estivo ma farlo mancare in d’inverno quando con le stesse risorse si riqualificherebbe il Servizio?

La cosa peggiore del provvedimento, non detta ma che intravvediamo, è la mancata volontà di riqualificare l’Ospedale. Se anziché investire ingenti risorse per un breve periodo si assumessero medici a Tempo Pieno al Pronto Soccorso l’Ospedale tornerebbe un Ospedale vero, normale, con gli specialisti, le guardie mediche e tutto il resto.

Invece così tamponano e mantengono comunque l’Ospedale in grosse difficoltà nei singoli Reparti.

Solo “fumo negli occhi”. La Regione esca da questa ambiguità.

da Comitato Cittadino per la Difesa dell’Ospedale di Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura