SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Ottica Casagrande Lorella - Ottica a Senigallia

Per un sottopasso che viene riqualificato, un altro già pronto ma poco usato dai pedoni

Continuano segnalazioni su scarso utilizzo del sottopasso pedonale Perilli di Senigallia. Molti transitano su quello carrabile

2.075 Letture
Un commento
Sottopasso Perilli

Mentre, come abbiamo raccontato, al sottopasso ex Sacelit-Italcementi è all’opera il volontario Michele Manocchi per riverniciare le pareti confusamente imbrattate da scritte, anche oscene, c’è un altro passaggio pedonale di Senigallia che è stato riqualificato dall’Amministrazione Comunale, che però presenta ancora un “vecchio problema”.

Si tratta del sottopasso pedonale che porta da via Perilli a via Bovio e che sostanzialmente sarebbe un importante collegamento tra centro storico e lungomare di levante, in grado di liberare dai pedoni il sottopasso carrabile Perilli. Sarebbe. Perchè nonostante sia stato “tirato a lucido”, risistemando la pavimentazione e ritinteggiando le pareti, sono ancora molti (troppi) i pedoni che non lo utilizzano, e la cosa a tanti non va giù.

Non solo sui social, su gruppi di discussione, ma anche direttamente in Redazione a Senigallia Notizie, da parte di alcuni lettori, arrivano segnalazioni sul cattivo (mancato) utilizzo del sottopasso. Sebbene sia espressamente vietato dalla segnaletica, ancora in tanti imboccano a piedi la carreggiata stradale e ciclabile anzichè il passaggio pedonale che li condurrebbe comodamente e in sicurezza dal centro al lungomare o viceversa.

I nostri lettori, quindi, ci raccomandano di ricordare a tutti i cittadini che non solo è poco sicuro e di intralcio alla circolazione di auto e bici, ma è proprio vietato percorrere a piedi il sottopasso Perilli a ridosso dell’argine del Misa.

Nel frattempo, su Facebook fioccano i commenti che invocano anche sanzioni da parte delle forze dell’ordine, che assimilano i pedoni a mandrie di bestiame senza controllo… E c’è anche chi, ironicamente, tranquillizza tutti gli scettici che non lo utilizzano, facendo saper loro che il sottopasso pedonale funziona: si entra da una parte e si esce dall’altra!

Commenti
Solo un commento
Mario Rossi 2022-02-08 21:07:14
Ah, l'italiano che brutta specie, ed anche i senigalliesi non sono/siamo da meno !! Si denuncia una farmacia perché non rispettano i 15 minuti per un tampone rapido, quando 5/6 minuti sono più che sufficienti, per il bene di tutti, dicono, quando per il bene di tutti se ne fregano di quel divieto ai pedoni !!!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura