SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Assicurazioni Generali - Agenzia di Senigallia - Polizza Smart Life

FAI: “Il confronto tra i voti di Palazzo Gherardi e Palazzo Baviera non ha senso”

"La nostra proposta è una priorità culturale, ma è impensabile un istituto scolastico di assistenza"

Veduta del Palazzo Gherardi di Senigallia

Il confronto tra i voti di palazzo Gherardi e quelli di Palazzo Baviera (del cui successo siamo felici) non ha senso, in quanto mette sullo stesso livello un contest ed un campionato.

L’iniziativa coop Alleanza 3.0 mette in competizione ogni mese due opere d’arte di una regione italiana e quella che ottiene il maggior numero di voti sarà restaurata.
Il censimento dei Luoghi del Cuore, con cadenza biennale, interessa per il 2020 oltre 750 beni delle Marche, che al momento hanno ricevuto circa 74.000 voti ed entrambi i dati sono in continua ascesa. Al termine la cifra assegnata dal Fai ha un valore simbolico, ma il Censimento ha il grande merito di accendere i riflettori su quel bene per iniziare un percorso che consentirà di dare un futuro a luoghi che sono nel cuore di chi li ha votati.

Nelle Marche questo è avvenuto per L’orto sul colle dell’Infinito, primo Bene FAI della nostra Regione, che, pur non avendo ricevuto un numero considerevole di voti durante il Censimento, ha tuttavia suscitato l’interesse del FAI, grazie al quale si sono innescati circoli virtuosi che hanno attratto capacità progettuali d’eccellenza, ulteriori risorse economiche significative, grande attenzione e, al termine del percorso, una moltitudine di visitatori.

Evidenziato il non senso del confronto, veniamo al presunto errore del Gruppo Fai di Senigallia, ovvero di voler destinare Palazzo Gherardi a Museo intitolato a Mario Giacomelli, mentre si sostiene che dovrebbe essere restaurato per un fine “nobile”, come previsto nel testamento di Adolfo Gherardi, ossia l’istruzione per giovani privi di mezzi. Si dovrebbe sapere che in base alla nostra Costituzione l’educazione deve essere impartita dallo Stato gratuitamente ed a tutti.

Fare riferimento all’istituto per l’istruzione dei giovani senza mezzi è un pensiero pre-costituzionale e certamente non contemporaneo, nessuno ne avrebbe possibilità e competenza, pertanto di fatto irrealizzabile e senza senso, se non quello di un pensiero nostalgico, romantico, pre-unitario e pre-repubblicano.

La nostra proposta di ristrutturare palazzo Gherardi, perché sia nuovamente al servizio della collettività, è invece una priorità culturale, mentre l’uso può essere discusso e dibattuto, ma è impensabile un istituto scolastico di assistenza.

Auspichiamo che i cittadini, che già hanno espresso i loro voti per Palazzo Gherardi segnalandolo come loro Luogo del Cuore, si attivino per incrementarli, in modo tale da proteggerlo e da assicurargli una destinazione degna ed al servizio della collettività.

da Gruppo FAI Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura