SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Studio Feiz Mahdavi Margherita - Consulenza del Lavoro a Imprese e Privati - Senigallia (AN)

Chantal Bomprezzi: “Petetta non parifichi situazioni storicamente non parificabili”

Dalla consigliera PD una presa di posizione dopo il messaggio dell'assessora per la "Giornata Internazionale dell'Uomo"

1.054 Letture
commenti
Chantal Bomprezzi

Arriva anche dalla minoranza consiliare di Senigallia una presa di posizione dopo le polemiche scaturite on-line dalla pubblicazione da parte di Cinzia Petetta, assessore alle pari opportunità e al welfare, di un messaggio sul proprio profilo Facebook personale per ricordare la “Giornata Internazionale dell’Uomo”.

Già da parte dell’assessore sono giunte dichiarazioni e una nota stampa per dichiarare che la sua posizione è “contro ogni tipo di discriminazione” e che, mentre quel post era rivolto solo ai suoi contatti social, per  ma la consigliera in quota PD, Chantal Bomprezzi, non ha comunque esitato a rendere pubblico il suo pensiero attraverso la sua pagina Facebook.

“Vorrei dire all’AssessorA Cinzia Petetta che forse c’è un motivo per cui la festa dedicata al genere maschile “non riceve lo stesso trattamento” di quella dedicata alla Donna.

Il motivo è che da anni stiamo lottando per la parità, per evitare che sul posto di lavoro mi chiamino Signorina anziché Dottoressa, che riceva uno stipendio più basso, che debba scegliere tra figli e carriera, che se ricopro un ruolo dirigenziale non ci sia il pregiudizio che sono arrivata fin lì perchè di bell’aspetto, che debba evitare alcune strade in certi orari. E potrei continuare all’infinito.

Parificare situazioni che storicamente non sono parificabili potrebbe produrre il rischio di minimizzare dei problemi che oggettivamente esistono e che riguardano sia uomini che donne, ovvero la realizzazione di una società sana e giusta dove tutti hanno pari diritti.

Dalla ConsiglierA Chantal Bomprezzi

Commenti
Ci sono 2 commenti
arcimboldo 2020-11-23 07:17:09
Consigliera Bomprezzi le do un suggerimento a proposito del raggiungimento della parità di stipendio tra uomini e donne che ritengo assolutamente giusta di farsi promotrice presso il suo partito in modo di sensibilizzare tutti i parlamentari del PD affinchè modifichino con una legge questa disparità di trattamento. Perchè il PD, attraverso le sue rappresentanti donne in parlamento e al senato, non ha mai pensato ad avanzare una simile proposta di legge? E come mai il sindacato, sempre pronto a tutelare gli interessi dei lavoratori, non si è mai attivato in tal senso? La verità è che le chiacchiere stanno a zero! Lo stesso vale per quelle donne che subiscono oltraggi fisici e psicologici che se anche si rivolgono alle forze dell'ordine vengono nella maggior parte dei casi ignorate. Anche qui le chiacchiere stanno a zero e ne sentiremo parlare oggi in parlamento da esponenti politici locali. Anche qui le chiacchiere stanno a zero!
Glauco G. 2020-11-23 16:30:11
Per come la vedo e penso io (basandomi sul mio vivere lavorativo)....Alcuni uomini hanno cambiato la civiltà umana senza avere particolari titoli.Se lei ama molto il suo titolo e punta su quello per far cambiare le idee a noi uomini cattivoni....secondo me perde in partenza..... Se le piace sentiri chiamare dottoroessa (e se ne frega di cosa pensa la gente di lei)...il mio consiglio è di bachettare ogni Uomo che omette/ometterà il suo titolo..lo riprenda subito...vedrà che poi la chiameranno Dottoressa (ed eviterà di citarlo in un articolo). Io la chiamerò Dottoroessa senza problemi ma per avere la mia stima (lavorativa) non punti sul titolo (che per me vale zero e non mi interessa nulla del dottoressa..come non mi interessa nulla del dottore)...mi interessa cosa fa/farà e non come ama sentirsi chiamare. purtroppo..vedo che poche donne impongono veramente il loro carisma e la loro vera bravura ma puntano piu al titolo guadagnato sui banchi di scuola (dentro delle comode sicure e calde mura) e allo stipendio. Personalmente....Mi fa pensarequando lei basa tutta la sua critica sul "titolo" e sullo stipendio ma non sul riconsocere le capacità di una donna (se non con il denaro) e sulla possibilità di avere ruoli sempre più importanti....questo a me fa capire molto... Nel piccolo...Dottoressa ...pensi cosa doveva dire (e non ha mai detto) un certo Peppino..che tutti chiamavano Peppino...ed invece era l'avv Peppino Prisco..un uomo stimato da tutti nel suo campo e nello sport ...Dottoressa pensi ad Albert..chiamato spesso Albert...ma che pochi chiamavano con nome e titolo Dott Albert Einstein....pensi a Enrico che tutti lo chiamavano Mattei ma nessuno Ragionier Mattei (e l'ultimo nome è da me citato per dire che non serve un dottore oppure dottoressa per essere un luminare oppure un ottimo imprenditore). Ma lei si vuole far chiamare Dottoressa e guadagnare di più... e noi rispetteremo la sua volontà. Una volta raggiungto questo importante traguardo...farà come detto da @arcimboldo oppure lei si limita al titolo e allo stipendio? vedremo se sarà capace di farci capire che lei vale (a prescindere da un titolo che per noi nemmeno vale). Ciò non toglie che anche il titolo e lo stipendio sono anche parte di un cambio di cultura...ma, come detto, io punterei su altro e non sul Dio denaro e un titolo di studio ottenuto (come tutti) sui banchi e che nulla (e a nulla dovrebbero) valere per gioudicare una persona nella vita extra scolastica. Nella mia azienda esiste ed esisteva una donna che ha un ruoolo importante nella gerarchia aziendale....le assicuro che tutti la chiamano dottoressa e la temono/stimano in tanti (compreso il sottoscritto)..anche lei se la prende per il titolo (se non dato) ma tutti la chiamamo Dottoressa perchè ci sa fare eanche tanto poi...ecco.... alcune volte (non sempre ovviamente) basta saperci fare. Vedrà che sarà chiamata dottoressa anche lei..basta saperci fare e rispettare (alvorativamente parlando) come fanno molti uomini (e non perchè sono maschi ma perchè lottano per farsi rispettare). Buona giornata DOTTORESSA
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura