SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Trasformare una criticità in risorsa: ex Asilo Nido “Le Mimose”

Girolametti: " Attendiamo con molta attenzione, illuminanti progetti dalla nuova amministrazione"

Carlo Girolametti

Tra le priorità della nuova amministrazione noto con interesse la futura destinazione dell’ex Asilo Nido Le Mimose. Questa struttura venne dichiarata inagibile già nel 2012 perché bisognosa di manutenzione importante e soprattutto non in regola con i nuovi requisiti antisismici. Tutti bambini trovarono immediatamente sistemazione nello stesso quartiere, in un’altra moderna e recente struttura pensata con lungimiranza per ospitare i bambini del Nido, oltre che delle elementari e in regola con i nuovi regolamenti.

Da subito, ma in particolare nel mio mandato di assessore ai Sevizi Sociali 2015-2020, verificammo che il calo delle nascite e ancor più le condizioni economiche dovute alla crisi e la perdita di posti di lavoro (meno genitori entrambi occupati), determinava una eccedenza di posti disponibili rispetto alle richieste, dato il rapporto ottimale già raggiunto a Senigallia dalla precedente amministrazione. Quindi, una struttura da ricostruire con ingenti risorse comunali per una funzione nel medio periodo non necessaria.

Al contrario, era evidente che nonostante gli investimenti dell’ERAP sul nostro territorio negli ultimi anni, il bisogno di case popolari fosse ancora prioritario. Alcune centinaia di famiglie aventi diritto attendono da anni. Iniziò un pressing sull’ERAP perché acquistasse il terreno (ovviamente pagandolo al Comune) e realizzasse un intervento di edilizia residenziale pubblica su quell’area.
Recentemente l’interesse dell’Istituto è diventato molto concreto.

Ricapitolando: struttura inagibile per ospitare persone, bisognosa di risorse comunali per un eventuale riutilizzo, non necessaria come asilo, progetto di vendita ad un Ente pubblico per la realizzazione di Case Popolari. Ancora non completamente definito il dettaglio del progetto e non escluso il mantenimento di una ampia area verde, reso possibile dallo sviluppo in altezza dell’edificio (come altri edifici del quartiere), con evidente risparmio di suolo.

E’ vero che cittadini singoli o riuniti in comitati sono legittimati a chiedere asili,verde pubblico, case popolari e consumo zero di suolo come se una amministrazione comunale fosse a risorse illimitate. E’ vero che in campagna elettorale chi è all’opposizione può promettere tutto.

Ma quando si amministra si debbono fare scelte, possibilmente nell’interesse di tutti non solo di un quartiere e soprattutto con risorse sempre molto limitate rispetto a quello che si vorrebbe e, qualche volta, si dovrebbe fare. Attendiamo con molta attenzione, illuminanti progetti dalla nuova amministrazione.

Dott. Carlo Girolametti – Diritti al Futuro.

Commenti
Ci sono 2 commenti
giulio
giulio 2020-10-12 19:00:03
Il sig. Girolametti afferma che tra il 2015 e il 2020 verificò un calo delle nascite. E' interessante come questo dato lo possa avere influenzato. Per esempio, nel 2018 a Senigallia sono nati 645 bambini al posto dei 646 del 2017 (un bambino in meno). E' questo il calo delle nascite di cui si parla? Ed ancora, negli anni 2011, 2012, 2014 il saldo dei bambini nati è positivo (+11, +18, +33).
In che modo Girolametti riesce a far emergere in dati assoluti un evento così variabile e spesso contrario a quanto afferma? In ogni caso per conoscere la reale situazione sui posti negli asili basta andare a chiedere a quelli esistenti a Senigallia. A livello nazionale gli asili nido coprono appena il 24,7% dei potenziali utenti ancora sotto il parametro del 33% fissato nel 2002 dall'UE.

Mi spiace, sig. Girolametti, la demolizione di un prezioso asilo nido (per quanto da ristrutturare) è una scelta indifendibile. Può girarci intorno, ma, dati alla mano, non ce la può fare. Questo lo hanno capito i residenti del quartiere e ve l'hanno detto nel segreto della cabina elettorale. E chissa' che i voti che vi sono mancati non vengano, oltre che dall'Ospedale, anche da questa vostra scelta scellerata.
henry
henry 2020-10-12 19:18:36
....ma che simpatico umorista !!
....meno male che gli è scaduto il contratto con Zelig !!
....adesso è dura la vita da "civile"
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura